sabato 29 aprile 2017

Monthly Recap #2


Buon sabato a tutti amici lettori.
Sembra strano ma il mese di aprile e quasi agli sgoccioli, un tempo strano questo mese quindi aspetto con gioia le giornate molto più tranquille di maggio.
Dal mese scorso ho inaugurato questa nuova rubrica (nuova per me) e quindi eccomi qui di nuovo a fare il bilancio del blog per vedere cosa è successo in questo mese.
Quindi, cominciamo subito.

RECENSIONI

8 libri letti questo mese

venerdì 28 aprile 2017

Rubrica 5 cose che... #23: 5 titoli di libri che cambierei


Ciao a tutti amici lettori.
Questa settimana sembra che sia finito prima perchè il lunedì era ancora festa, ma il venerdì è sempre ben accetto perchè il riposo si avvicina!
Oggi è la giornata della Rubrica 5 cose.

Un'iniziativa ideata dal blog Twin Books Lovers. Per sapere tutti i dettagli cliccate QUI.
Ogni venerdì si sceglie un argomento comunue elencando appunto 5 cose.

 Questa settimana tocca a 5 titoli di libri che cambierei e qui apro una piccola parentesi. Scegliere il titolo del libro non è facile come sembra, ma nel momento in cui la scelta è stata fatta si dovrebbe pensare alla storia e a cosa si voglia rappresentare.
Nella mia personale e soggettiva esperienza come autrice, non scelgo il titolo subito ma nel corso della storia a parte eccezioni quindi mi domando come possa succedere di leggere libri con un titolo che non centra un bel niente con la storia. Sarebbe bello poter dire che non mi è mai capitato, ma direi una bugia quindi ecco le mie cinque scelte.

giovedì 27 aprile 2017

Recensione: Il profumo dei fiori di ciliegio di Chiara Trabalza

Ciao a tutti amici lettori.
Oggi voglio parlarvi di un libro di un'autrice italiana che ho avuto già modo di leggere. Il suo stile mi è piaciuto la scorsa volta e quindi ero molto curiosa di leggere questo suo ultimo libro.

Trama

Alice ha trent'anni, meravigliosi occhi verdi pieni di segreti e un passato doloroso che le ha lasciato molte cicatrici. Quando il dolore diventa troppo grande da sopportare, scappa via dalla sua casa e dalla sua vita, per rifugiarsi nella piccola Positano, dove vive sua nonna. E qui, dove l'aria è intrisa del profumo dei glicini e dei limoni e dove il mare parla al suo animo inquieto, Alice incontra Luca, un uomo schivo e solitario che sembra volerla evitare e tenere alla larga. Ma anche Luca nasconde un segreto doloroso, perseguitato dai fantasmi di un passato che si rifiuta di affrontare, ha chiuso le porte delle sue emoioni, per proteggersi da ferite nascoste che ancora sanguinano. Solo Alice riesce a toccargli il cuore. Quando lui la guarda incontra gli occhi più belli che abbia mai visto in tutta la sua vita, occhi profondi che sembrano capaci di carpire i suoi tormenti. Occhi in grado di farlo innamorare. Ma, per ricominciare ad amare, Luca e Alice dovranno affrontare le loro paure, lasciarsi il passato alle spalle e imparare a guardare di nuovo l'amore negli occhi, prima di rischiare di perdersi. Una storia di dolore e speranza, di ferite e promesse, di fragilità e forza, di sofferenza e rinascita. Una storia d'amore romantica, dolce e intensa. Perchè anche dalle cicatrici possono nascere un paio di ali per ricominciare a volare. Bisogna attraversare la tempesta per tornare a vedere le stelle.
La cover mi ha attirato subito e anche la trama mi ha incuriosita quindi tuffarmi nella lettura non è stato per niente difficile. Per un'amante del rosa come me, era un invinto troppo gustoso da ignorare e poi anche il titolo lo trovo molto bello e adattissimo alla storia.

mercoledì 26 aprile 2017

Nuove uscite librose

Ciao a tutti amici lettori.
Come vanno le vostre letture?
Se siete alla ricerca di nuovi libri da leggere, allora vi consiglio di seguire fino in fondo questo post. Se invece, come me, avete già la whis list lunghissima, non c'è niente di male ad aggiungere qualche altro libro infondo uno più uno meno non guasta no?

E allora cominciamo.

Partiamo dalla Fabbri Editore

Credimi

Sono passate settecentoventi ore da quando Naomi è stata ricoverata contro la sua volontà al Fairfax, un istituto psichiatrico. Da trenta giorni si sveglia in un luogo a lei sconosciuto, vede infermiere entrare e uscire in continuazione dalla sua stanza, viene controllata senza sosta. Eppure fino a un mese prima era felice: aveva Lachlan, il fidanzato di una vita, e Lana, la sua migliore amica. E anche Max, affascinante agente di borsa determinato a sedurla a tutti i costi, per il quale provava un'attrazione tanto intensa e travolgente quanto inspiegabile, e a cui non riesce a smettere di pensare. Ma allora perché si trova lì? Come mai nessuno le crede? E perché tutte le persone a cui tiene sembrano averla abbandonata? Tutte tranne Lachlan. Ad aiutarla a rispondere a queste domande sarà la dottoressa Routledge: con lei Naomi, lentamente e con molto sforzo, tra miglioramenti e ricadute, inizierà ad aprirsi, a rimettere insieme i frammenti del suo passato. Ma la verità che verrà a galla potrebbe essere più spiazzante e dolorosa di quanto avrebbe mai potuto immaginare…

Passiamo alla Newton

martedì 25 aprile 2017

Recensione: Alla libertà piace nascondersi di Riccardo Anfuso

Ciao a tutti amici lettori.
Buona giornata della Liberazione a tutti! Oggi è una giornata importante per noi italiani e io ne approfitto per parlavi di un libro particolare di uno scrittore emergente.

Trama 

Cosa faresti se potessi provare una sola emozione per volta? E se questa fosse inevitabilmente negativa? Evelyn lo sa bene, perchè è proprio questa la condizione in cui vivono lei e gli abitanti della sua città. Ogni pillola un'emozione diversa. Ogni pillola una durata diversa. Anche Jenny comprende cosa significhi essere una prigioniera, poichè vittima delle brutalità degli adulti senza cuore che lavorano nell'orfanotrofio in cui vive da quasi diciotto anni. Solo l'intreccio delle loro vite sarà capace di permettere loro di affrontare un lungo e pericoloso viaggio, colmo di insidie ma anche di amore, al termine del quale poter finalmente trovare la libertà da sempre agognata.


Per chi mi segue, sa che non amo questo genere di libri. Fantasy, fantascienza e distopico non sono per niente il mio genere preferito, tuttavia penso che ogni tanto faccia bene cambiare e poi la trama di questo libro mi aveva incuriosito quindi ho deciso di leggerlo.