venerdì 21 settembre 2018

Recensione: La distanza tra me e il ciliegio di Paola Peretti

Ciao a tutti amici lettori e buon venerdì.
Il caldo è ancora esagerato in questi giorni tanto che non sembra settembre ma giorni di luglio e agosto, sembrano proprio temperature estive e se non fosse per quest'afa sarebbe anche piacevole.
Speriamo meglio questo fine settimana, intanto voglio parlarvi di questo libro davvero, davvero carino che ho letto davvero in un soffio.
Ringrazio la Rizzoli per la copia digitale omaggio e vi avviso che oggi nel blog della mia amica Ely Il regno dei libri ci sarà anche nel suo blog la recensione di questo libro. Abbiamo deciso insieme di pubblicare lo stesso giorno perchè abbiamo letto questa storia quasi in contemporanea e ci piaceva raccontarvi insieme le nostre sensazioni. Quindi passate da Ely mi raccomando, io lo farò di sicuro.

Trama

Mafalda ha nove anni, indossa un paio di spessi occhiali gialli e conosce a memoria Il barone rampante di Italo Calvino. Scappa dai professori arrampicandosi sul ciliegio all'entrata della scuola insime a Ottimo Turcaret, il fedele gatto che la segue ovunque. Su quel ciliegio, sogna perfino di andarci a vivere, ma tra pochi mesi non lo potrà più vedere perchè i suoi occhi si stanno spegnendo e un pò alla volta, giorno dopo giorno, diventerà cieca. E' una bambina curiosa e l'idea di rimanere al buio la spaventa: per questo tiene un diario in cui annota le cose che non potrà fare, come contare le stelle e giocare a calcio con Filippo, il bullo della classe che parla solo con lei. Grazie all'aiuto della sua famiglia e dei suoi amici, Mafalda capisce che un altro modo di vedere è possibile. Impara a misurare la distanza dal ciliegio accompagnata dal profumo dei fiori e comincia a scrivere un nuovo elenco: quello delle cose a cui tiene e che riesce ancora a fare.
La prima parola che mi viene in mente per descrivere questa storia è una sola: dolcezza. La dolcezza che emana questo libro è davvero tanta. A fine lettura mi sono ritrovata con un sorriso sulle labbra così grande che non riuscivo a farlo andare via.

giovedì 20 settembre 2018

Nuove uscite librose Settembre #2

Ciao a tutti amici lettori.
Oggi sono molto più rilassata perchè ieri come vi dicevo, qui a Napoli è stato giorno di festa e mi sono potuta dedicare al relax più totale facendo le cose che mi piacciono di più: leggere e scrivere.
Direi che un giorno di festa nel bel mezzo della settimana ci vorrebbe sempre, permette di ricaricarsi presto ma mi sa che per la prossima festa bisogna aspettare novembre quindi ancora un pò di pazienza.
Oggi avrei dovuto postare una recensione ma mi sono resa conto che sono molto in arretrato con le segnalazioni e dovevo assolutare smaltire la mia casella mail, ecco perchè il cambio di programma.


Vi anticipo però che la recensione slitta solo per domani con una bella sorpresa, intanto però cominciamo a parlarvi delle nuove uscite. Ne sono tantissime quindi scorrete fino in fondo di certo troverete qualcosa che vi interessa.
Cominciamo con la Triskell

Il prezzo della redenzione

Ryan Kendall è un uomo spezzato. Ha conosciuto la sofferenza, la violenza e il dolore della perdita. Sa cosa vuol dire aver deluso chi aveva bisogno di lui. Ma la sofferenza non cancella la voglia di fare sua l’unica cosa che non può avere: Finlay Tanner. Il suo sorriso è dolce e il suo futuro luminoso. È la ragazza con cui è cresciuto, la ragazza che ama, la ragazza che protegge dal mondo, e da se stesso. A diciannove anni, Ryan parte per arruolarsi nell'esercito australiano. Dopo anni di addestramento diventa un soldato del SAS e viene inviato in guerra in Afghanistan. Il suo reggimento è coinvolto nelle missioni più pericolose che un soldato possa affrontare. Ma non importa quanto sia lontano, o quanto sia duro combattere, il bisogno di avere Finlay accanto a sé non l’abbandona. Tornato a casa dopo sei anni, gli basta uno sguardo per sapere che non potrà più vivere senza di lei. Ma a volte l'amore da solo non basta a guarire le ferite. A volte le persone come lui non possono essere guarite, e le persone come Finlay meritano più quanto si è in grado di dare loro. Questa storia parla di guerra e sacrificio. Di legami e amicizia. Di quanto la vita sembri a volte accanirsi proprio su chi sembra più forte. Di quanta sofferenza provochi stare lontano dalla persona che si ama. E di come la battaglia più dura che un uomo possa affrontare è quella per salvare se stesso.


mercoledì 19 settembre 2018

Blogtour L'apprendista geniale di Anna Dalton: La passione di Andrea

Ciao a tutti amici lettori.
Come procede la vostra settimana?
Io oggi sono felicemente in ferie perchè oggi è San Gennaro patrono di Napoli e quindi festa sia!
Un giorno di festa in settimana ci vorrebbe sempre quindi ho intenzione di godermelo appieno.
Oggi infatti sono qui per parlarvi di un libro edito Garzanti che ringrazio per la copia omaggio.



Come vedete la mia tappa riguarderà la passione della protagonista, ma vi suggerisco di seguire comunque tutte le tappe perchè questo libro è davvero carinissimo e merita.

martedì 18 settembre 2018

Blogtour La paura del cambiamento e il coraggio di rinnovarsi. Il destino ha ali di carta di Tor Udall

Ciao a tutti amici lettori.
Come vi avevo anticipato ieri anche questa settimana sarà ricca qui sul blog. Sono molto contenta di poter leggere e partecipare ad aventi di libri così interessanti. Oggi ho il piacere di ospitare un nuovo libro edito Garzanti.
Ringrazio la Casa Editrice per la copia omaggio e Sara del blog Milioni di particelle  per avermi coinvolta nell'evento e aver creato il carinissimo banner.




Oggi la mia tappa riguarda un particolare argomento della storia: il cambiamento.

Trama

Nulla è scolpito nella pietra, ma la verità è versatile, si può piegare e ripiegare.Come ogni giorno, la giovane Chloe è seduta in riva al lago, circondata da alberi secolari e fiori dai colori vivaci. Qui, al sicuro nel silenzio dei Kew Gardens, il più grande giardino botanico di Londra, Chloe si dedica all’arte degli origami, con cui cerca di dare voce a quello che non riesce a dire. Perché la carta, un po’ come le parole, può assumere varie forme a seconda della verità che si vuole raccontare. E fare origami è l’unico modo per Chloe di non aver paura e di sentirsi protetta da una colpa segreta che non riesce a perdonarsi. Anche Jonah ha scelto i Kew Gardens per allontanarsi dal caos del tempo che scorre e rimettere insieme la propria esistenza. Chloe e Jonah sembrano non avere nulla in comune, se non l’essere anime solitarie e alla deriva. Eppure, l’anziano Harry Barclay, il custode dei giardini che li osserva da lontano, sa che non è così. Sono anni che la sua vita scorre secondo un antico rituale: assistere al mutare delle stagioni, preservare le piante più deboli, rispondere alle domande strambe della piccola Milly, la bambina appassionata di fiori rari che gli fa sempre compagnia. Ma soprattutto sono anni che Harry aspetta. Aspetta che la promessa che il giardino custodisce da tempo possa finalmente realizzarsi. Ha capito che Chloe e Jonah sono quelli giusti. Per svelare un segreto lontano. Per raccontare di un amore che supera i confini del tempo. Solo allora saranno liberi. Dalle colpe, dal passato e da tutto ciò che ha impedito loro di ricostruirsi una vita. Solo allora potranno dare nuova forma alle loro ali fragili e volare alla conquista del proprio posto nel mondo.
La cover unita insieme alla trama mi hanno incuriosito dalla prima volta che li ho visti e ho deciso che questa storia doveva proprio essere letta.
E' una storia particolare dove niente è quello che sembra. A un certo punto della storia si hanno dei dubbi, si crede che la verità porti in una direzione e invece tutto si ribalta.

lunedì 17 settembre 2018

Recensione: La lettrice il libro dei segreti di Traci Chee

Ciao a tutti amici lettorie buon lunedì.
Come avete passato il fine settimana? Il mio è stato molto rilassante e ci voleva proprio per essere carichi questa settimana.Come sapete io odio profondamente il lunedì ma con il relax di ieri, posso dichiararmi pronta... beh almeno lo spero.
Sul blog sarà una settimana alquanto impegnativa e quindi cominciamo subito con una recensione, si lo so di solito non comincio la settimana con una recensione ma visto che la programmazione di blogger si è stravolta ecco qui una lettura di cui volevo parlare da un pò.
Dopo aver letto La lettrice (cliccare sul titolo per la recensione) ero curiosissima di leggere il secondo capitolo di questa storia. Appena mi è capitata l'occasione di comprarlo ne ho approfittato subito e anche se era passato molto tempo dal primo libro, è stato molto facile immergermi nella storia di Sofia e Arciere.

Trama

Sfuggiti per un soffio alle grinfie della Guardia, Sofia e Arciere si sono rimessi in marcia, sfruttando la protezione della foresta per curare le ferite e pianificare la prossima mossa. Arciere è perseguitato da ricordi dolorosi, frutto di un trauma del passato che si ripresenta ogni volta che chiude gli occhi. Quando vengono circondati da un gruppo di marchiatori, Arciere trova finalmente il modo di sconfiggere i suoi incubi: combattere gli aggressori e liberare i ragazzo che tengono prigionieri. Con Sofia accanto, comincia così la sua missione, attraverso il regno di Deliene. Ma più battaglie si trovano ad affrontare e più Arciere desidera combattere ancora, fino a che la sua sete di violenza non rischia di trasformarlo da ragazzo timido e spietato guerriero con un destino di sangue, Non appena Sofia comincia a collegare il destino di arciere al passato misterioso di suo padre, la minaccia di una nuova guerra tra regni inizia a farsi pressante e i due ragazzi dovranno trovare un modo per evitarla a tutti i costi, se non vogliono che il futuro dell'intero mondo precipiti in un abisso di morte e distruzione.

Il primo libro termina in un modo che ti fa capire ci sia un continuo, questa storia termina allo stesso modo. Si perché voglio avvisare, per chi non lo sapesse, che questa storia non è autoconclusiva. A differenza del primo volume però qui termina abbastanza bene e a dir la verità questa storia mi è piaciuta molto di più.