lunedì 20 maggio 2019

Recensione: Veronica c'è di Grazia Gironella

Ciao a tutti amici lettori e buon lunedì.
Questo mese di maggio è ricchissimo di nuove uscite librose, stare dietro a tutti è davvero difficile perchè ogni volta che spunto un libro dalla lista, ecco che ne appaiono moltissimi altri con il risultato che la wish list è sempre chilometrica. Succede anche a voi?
A volte però capita anche di dover fare un passo indietro e leggere anche qualcosa che mi ero ripromessa da tempo, ecco perchè oggi vi voglio parlare di una storia diversa dalle solite.

Trama

Veronica ha sempre avuto una situazione familiare difficile per i problemi di sua madre. Quando scopre che sta per seguirla in una comunità per tossicodipendenti e per l'ennesima volta si vedrà sconvolta la vita, decide di fuggire per trovare il padre che non l'ha mai conosciuto. Non sa che i problemi di sua madre la metteranno in pericolo, nè che "padre" può essere solo una parola. Ma la fuga le farà anche conoscere delle persone speciali, che la aiuteranno a rispondere alla sua vera domanda: chi sono io?



Quando l'autrice mi ha contattato per leggere il suo libro, non la conoscevo eppure la sinossi diversa dalle altre e il suo entusiasmo mentre mi parlava di questa storia mi hanno convinta a leggerla.

venerdì 17 maggio 2019

Blogtour. Recensione: La ragazza che leggeva nel metrò di Christine Feret- Fleury

Ciao a tutti amici lettori e buon venerdì.
Pronti per il meritato relax del week end? Programmi all'orizzonte?
Io non credo che mi riposerò questo fine settimana, ma vabbè mi rifarò. Concludiamo però in bellezza la settimna nel blog perchè oggi partecipo con vero piacere al Blogtour dedicato a un libro speciale.


Ringrazio la Sperling per la copia omaggio e Francy di Libri, libretti, Libracci per la splendida grafica.

Come vedete il blogtour è cominciato il giorno dell'uscita del libro qualche giorno fa e proseguirà anche la settimana prossima, vi ricordo di passare anche dalle mie amiche blogger per farvi un'idea più completa di questo libro.


Trama

Tutti i giorni, a Parigi, Juliette prende il metrò: stessa ora, stessa linea. Quando non è troppo assorta in un romanzo, ama perdersi a osservare i lettori intorno a lei: il collezionista di libri rari, la studentessa di matematica, la ragazza che piange a pagine 247. Li guarda con curiositò, come se dai loro gusti letterari potesse entrare in qualche modo nella loro vita e dare colore alla sua, così monotona, così prevedibie. Fino al giorno in cui decide all'improvviso di scendere ualche fermata prima a fare una strada diversa dal solito per andare al lavoro: un cambio di percorso che segnerà la sua vita oltre ogni aspettativa. Perchè in quelle strade sconosciute incontrerà Soliman, che vive circondato di vecchi volumi ed è convinto che un libro, se donato alla persona giusta, può cambiare il corso del destino. Grazie ai suoi consigli e alla saggezza di Soliman, e all'esuberanza della sua figlioletta Zaide, Juliette compirà un viaggio incredibile alla scoperta dei romanzi e di se stessa, che stravolgerà i suoi orizzonti per sempre.
Non posso negarlo, quando ho letto il titolo di questo libro ho subito pensato che fosse la lettura giusta per me. Poi ho letto la trama e mi sono convinta ancora di più che questa storia mi sarebbe piaciuta tantissimo. A fine lettura posso dichiararmi soddisfatta di aver intrapreso questa nuova avventura.

giovedì 16 maggio 2019

Tre autrici del Rare. Pensieri- Recensione: Un'ossessione speciale di A.M. Hargrove, Note sull'amore di KL Shandwick, Una nuova vita di A.D. Justice

Ciao a tutti amici lettori.
La settimana sta giungendo al termine e quasi non sembra che maggio sia a metà, perchè sembra appena ieri cominciato. Il tempo vola letteralmente delle volte, soprattutto quando si hanno tante cose da fare non trovate?
Oggi però sono qui per parlarvi di tre libri nello stesso momento.
Non lo faccio mai, penso che ogni libro abbia qualcosa di importante e diverso da dare, questa volta però ho deciso di unire tre storie perchè sono scritte da tre autrici che ci saranno al Rare e grazie alla Quixote ho potuto leggerle prima di andare a Roma. Ho pensato che l'occasione migliore per farle conoscere anche a voi fosse quello di parlarvene in questa post dove racchiudo il mio pensiero di tre libri molto diversi ma a cui ho dato la stessa valutazione.
Saranno pensieri/recensioni non troppo lunghi perchè non voglio dilungarmi troppo, tre libri diversi che però consiglio a chi cerca qualcosa di semplice senza tante pretese. Ho voluto provare questo nuovo modo di recensire, poi ditemi voi cosa ne pensate.

Cominciamo con il primo libro?

Trama

Regola numero uno: non permettere mai a nessuno di avvicinarsi troppo...Non dovevo mai infrangere quella regola. Anche quando il magnifico weston Wyndham si è svegliato nel mio appartamento. Anche quando è entrato nella mia cucina senza maglietta, esponendo quei suoi addominali assurdamente sexy. Non c'era alcuna possibilità. Soprattutto dopo che lo stronzo arrogante ha iniziato a darmi ordini. A casa mia. Se pensava di poterlo fare solo perchè era un ragazzo ricco, allora avrebbe fatto meglio a ripensarci. Era troppo intelligente per cascarci. Avevo imparato nel modo più duro cosa volessero da me quegli orribili ragazzi ricchi. Weston Wyndham era off limits. Fine della storia. Solo che lui la pensava diversamente. Perchè, per qualche ragione, continuava a tornare a infastidirmi. Ma io avevo un segreto troppo grande da custodire. Se non fossi stata attenta, lasciarlo entrare nella mia vita poteva trasformarsi in un disastro.
Quest'autrice avevo già avuto modo di leggerla l'anno scorso e l'ho anche incontrata al Rare, quest'anno ero curiosa di conoscere ancora una sua nuova storia perchè l'altra mi aveva piacevolemente colpito.

mercoledì 15 maggio 2019

Review Party. Recensione Piccole Donne a New York di Rey Terciero e Bree Indigo

Ciao a tutti amici lettori.
Questa settimana è ricchissima di recensioni, anche se non mi piace farle ogni giorno per variari i temi del blog in questo caso non posso fare diversamente perchè c'è davvero tanto da dire e molti libri di cui parlare.
Oggi partecipo con piacere al Review Party di un libro per ragazzi che ho adorato.

Piccole Donne a New York

Le quattro sorelle che hanno fatto sognare milioni di lettrici ritornano in una graphic novel a 150 anni dalla pubblicazione di Piccole donne.La moderna grafich novel ha riutilizzato l'ossatura della storia per ri-raccontarla coinvolgendo tematiche attuali come quelle della società multietnica, adatttando quindi la trama ai lettori più contemporanei.Il romanzo originario, del 1868, raccontava la vita di quattro sorelle, molto diverse tra loro, durante la Guerra Civile americana.All'inizio della storia, le protagoniste vivevano con la madre in attesa del ritorno del padre dal fronte.La loro routine scorreva tra lavori e passatempi e ognuna di loro cercava la propria strada in base alle inclinazioni personali e agli inevitabili compromessi.

Chi di voi non conosce Piccole Donne? E' una storia talmente conosciuta che anche chi non l'ha mai letta, ne ha sentito parlare. Io l'ho amata da subito anche se ci sono delle cose che ancora oggi continuano a non tornarmi perchè avrei preferito un finale diverso.

martedì 14 maggio 2019

Recensione: Aspetta con me di Amy Daws

Ciao a tutti amici lettori.
Prima recensione della settimana e stavolta tocca a un libro che volevo leggere grazie alla sua autrice perchè presente al Rare.

Ringrazio la Hope Edizioni per la copia omaggio

Trama

La scrittrice di romanzi rosa Kate Smith, colta da improvviso blocco dello scrittore, farebbe di tutto per tornare a scrivere mentre sta cominciando l'ultimo volume della serie erotica best seller Bed'n Breakfast. Persino entrare di nascosto nella sala d'attesa del Tire Depot, perchè lì le parole fluiscono come il caffè gratis, dolci e caldissime. Riesce a passare inosservata fino a quando Miles Hudson, affascinante meccanico, nota la strana rossa che entra ed esce dall'ingresso dei dipendenti. Ma la ragazza è troppo intrigante perchè lui faccia la spia. Collaudare l'idea della rossa per un nuovo libro sembra un'alternativa decisamente migliore.

Conoscere nuove autrici del Rare comincia a diventare faticoso perchè le sto vedendo ovunque, ma anche bellissimo perchè mi permette di conoscere scrittrici nuove che sono curiosissima di incontrare. Sembra ancora lontano settembre, ma ce la farò a conoscere qualcuna in più rispetto a quelle che già ho visto ne sono più che sicura.