venerdì 18 gennaio 2019

Recensione: La forchetta, la strega e il drago di Christopher Paolini

Ciao a tutti amici lettori e buon venerdì.
Questa settimana è stata più lunga del solito, con un fine settimana impegnativo e un lunedì ancor più pieno mi è sembrata più ricca del solito. Tornare alle attività quotidiane ancor più dura, ma per fortuna il fine settimana è arrivato e quindi relax assoluto.
Prima però di augurarvi buon week end, voglio parlarvi della mia ultima lettura.
Ringrazio la Rizzoli per la copia cartacea omaggio. 
Questo libro uscirà il 22 gennaio e appena ne ho letto notizia ho subito deciso che dovevo leggerlo. Sebbene nel blog non abbia mai avuto modo di parlarvene, io ho adorato la saga Eragon e questa lettura non poteva proprio mancare.

Trama

È passato un anno da quando Eragon ha lasciato Alagaësia in cerca del luogo perfetto in cui addestrare una nuova generazione di Cavalieri dei Draghi. È alle prese con una lista lunghissima di compiti e doveri: costruire una fortezza a misura di drago, discutere con i fornitori, vegliare le uova dei futuri draghi e tenere a bada i belligeranti Urgali e gli altezzosi Elfi. Poi una visione degli Eldunarí, una visita inaspettata e un'appassionante leggenda degli Urgali gli offrono la distrazione di cui ha tanto bisogno e gli mostrano le cose sotto un'altra prospettiva.Tre storie inedite ambientate ad Alagaësia, un assaggio della nuova vita di Eragon e un estratto dalle memorie di Angela l'erborista - di cui è autrice Angela Paolini, che ha ispirato il personaggio della strega - per tornare a immergersi nell'affascinante e antico mondo del Ciclo dell'Eredità.
E' giusto avvisare che la lettura di questo libro non può essere fatta se prima non si sono letti i libri precedenti, ma sicuramente per gli appassionati come me sarà un piacere tornare a leggere di questi due fantastici personaggi. Sono racconti breve ma belli e interessanti.

giovedì 17 gennaio 2019

L'angolo Vintage 2.0 Recensione: Ogni respiro di Nicholas Sparks

Ciao a tutti amici lettori.
Il fine settimana si avvicina e non potrei che esserne più contenta. Un pò di meritato riposo ci vuole, soprattutto se accompagnato da piacevoli letture come per esempio quella di oggi.
Oggi però non vi parlo solo di letture bensì di una rubrica che mi piace molto  L'angolo Vintage 2.0

Nato da un'idea della vulcanica Chiara La lettrice sulle nuvole ogni mese tutte le blog partecipanti sceglieranno un libro da leggere a piacere nella loro libreria. Libri che spesso vengono dimenticati una volta comprati perchè ci si concentra sulle letture nuove.
Adoro quest'idea perchè mi capita spessissimo di ritrovarmi con libri che vorrei leggere, ma che poi rimando perchè mi concentra sull'uscita del momento rischiando a volte di perdermi un bellissima lettura.

La mia scelta di oggi è caduta su un libro che non è recente ma che aspettava pazientemente nella mia libreria di essere sfogliato e finalmente ne ho avuto l'opportunità.

Trama 

Tru Walls non è mai stato in North Carolina. Lui è nato e cresciuto in Africa, dove fa la guida nei safari. Si ritrova a Sunset Beach dopo aver ricevuto una lettera da un uomo che sostiene di essere suo padre, e spera finalmente di sciogliere il mistero che ha sempre circondato la sua vita. E quaella della madre, perduta insieme ai suoi ricordi nell'incendio che l'ha portata via tanti anni fa. Hope Anderson è a un punto cruciale della vita: ha sempre immaginato un futuro diverso, ma è fidanzata da sei anni con un eterno bambino e non si aspetta più una proposta di matrimonio. Dopo l'ennesima pausa di riflessione, Hope decide di visitare per l'ultima volta il cottage di famiglia a Sunset Beach, dove ha passato le meravigliose estati della sua infanzia. Quando Hope e Tru s'incontrano, tra loro nasce un'intesa immediata, qualcosa di forte e disarmante, come se si fossero riconosciuti oltre il tempo e lo spazio. Come se si fossero sempre amati in attesa di trovarsi. Ma la realtà presenta presto il conto e ognuno deve fare una scelta: tra amore e dovere, tra passato e presente, tra rimpianti e felicità.
Ormai compro i libri di Sparks a scatola chiusa, con un'occhiata veloce alla trama già so che ogni suo nuovo libro finirà nella mia libreria. È successa la stessa cosa quando ho scoperto che la Sperling avrebbe pubblicato un altro suo libro. L'ho comprato e aggiunto alla mia collezione di cartacei perché Sparks per me è garanzia.

mercoledì 16 gennaio 2019

Rubrica Favole #9 Il melo incantato

Ciao a tutti amici lettori.
Come procede la vostra settimana?
La mia è cominciata piuttosto frenetica, il ritorno a Napoli dopo il viaggio è stato caotico ma sto riacquistando pian piano il ritmo quotidiano e quindi tutto tornerà presto alla normalità.
Oggi ho deciso di parlare di uno dei miei argomenti preferite: Le Favole e riprendere in mano una vecchia Rubrica.

Adoro le Favole e ogni tanto mi piace immergermi in questi scenari magici dove tutto è possibile. Quella di cui vi voglio raccontare oggi si chiama Il melo incantato e anche se si tratta di Fiaba è bella comunque a mio parere.
La conoscete? Se sì allora spero vi farà piacere riscoprirla insieme a me, in caso contrario non vedo l'ora di sapere se vi è piaciuta come a me.

Anche se si tratta di una fiaba polacca anche questa comincia con il classico C'era una volta.

martedì 15 gennaio 2019

Review party. Recensione: La lettera perduta di Jillian Cantor

Ciao a tutti amici lettori.
Questa settimana la comincio di martedì perchè ho vissuto un fine settimana piuttosto intenso che non mi ha permesso di occuparmi prima del blog. Comincio però col botto parlandovi di un libro in uscita proprio oggi: La lettera perduta.
Appena ho letto questa trama, ho subito capito che questa storia faceva per me e ne avevo pienamente ragione, adesso posso affermarlo con sicurezza.
Oggi non sarò la sola a parlarvi di questa bellissima storia, ma insieme ad altre blogger vi racconteremo il viaggio meraviglioso che possono fare le parole. Ricordatevi quindi di passare anche da loro per conoscere il pensiero di questa storia che, lo ammetto, mi ha conquistata.


Ringrazio la Sperling per la copia omaggio e Francesca di Libri, libretti, libracci per la splendida grafica.

Trama

Austria, 1939. Kristoff, giovane orfano viennese, diventa apprendista presso Frederick Faber, mastro incisore, specializzato nella realizzazione di francobolli. Quando il suo mentore, ebreo, scompare durante le devastazioni della terribile Notte dei Cristalli, Kristoff è costretto a mandare avanti la bottega al servizio dei nazisti. Ma la figlia di Faber, Elena, scampata alla cattura e collaboratrice della Resistenza, lo convince a unirsi alla causa, falsificando documenti e inviando messaggi in codice. Per lei, di cui è perdutamente innamorato, Kristoff farebbe qualsiasi cosa, a costo della sua stessa vita. Los Angeles, 1989. Da bambina, Katie amava accompagnare al mercato delle pulci suo padre, che era sempre alla ricerca di francobolli rari. Ora che l'Alzheimer gli sta togliendo passioni e ricordi, Katie spera di fargli un regalo gradito facendo stimare tutta la sua collezione. L'esperto di filatelia cui si rivolge, Benjamin Grossman, vi scopre una lettera la cui affrancatura, risalente all'inizio del secolo, sembra nascondere un messaggio segreto. Con l'aiuto di Benjamin, Katie decide di svelarne il mistero. Non sa ancora che la ricerca li condurrà a ritroso nel tempo, alla scoperta di una giovane coppia che si era giurata amore eterno, e poi nel presente esaltante di una Berlino che sta cambiando il mondo con la caduta del Muro. Non sa ancora che spetterà a lei, ora, rendere giustizia a quell'amore e a quella promessa. 
Non appena ho finito di leggere questa storia la sensazione che ho provato è stata di pace. Sì perchè dopo tante avversità, un finale così dolce mi ha reso enormemente soddisfatta. Finalmente tutto è andato al suo posto così come doveva essere, la felicità è arrivata.

venerdì 11 gennaio 2019

Blogtour Siamo solamente noi di Azzurra Sichera 5 motivi per leggere il libro

Ciao a tutti amici lettori e buon venerdì.
Come sempre sono felice per il fine settimana, ma ancor di più perchè oggi non sono a Napoli bensì in viaggio. Grazie alla fantastica invenzione della programmazione di blogger, mentre voi mi leggerete (spero) io sarò in viaggio a trovare mio fratello.
Non potevo però abbandonare il blog senza rispettare la mia tappa del Blogtour dedicato al libro di Azzurra Sichera.

Ringrazio subito la Harper Collins per la copia digitale, Chiara La lettrice sulle nuvole e Azzurra Silenzio sto leggendo per avermi inclusa in questo bel progetto.

Un tormentato artista che vive seguendo le regole del nessun compromesso. Una giovane donna che desidera costruirsi un futuro. Si tratta di fare una scelta: mediare o rinunciare. Insicura e ancora alla ricerca della propria strada nella vita e nell'amore, Carlotta sta cercando un lavoro che riesca a corrisponderle ed è impantanata in un sentimento mai dichiarato per Riccardo, il miglior amico di suo fratello. Riccardo, diversamente, la sua strada l'ha trovata, almeno in apparenza: ha un bell'appartaento, un lavoro come architetto nello studio del padre e un innegabile fascino che sfodera davanti alla prescelta di turno. La vita di Carlotta esce dall'impasse quando riesce a trovare un incarico presso una galleria d'arte. Proprio lì, durante il vernissage di una mostra di pittori esordienti, incontra Riccardo che decide di condividere con lei un segreto molto intimo: i suoi dipinti. Da quella sera, le loro strade si incrociano sempre più spesso e i due scoprono che attraverso gli occhi dell'altro lavorare sulle proprie fragilità è più facile. Imparano a comunicare in modo nuovo e si lasciano andare a emozioni cui faticano a dare un nome. Da soli, e poi insieme, cercano di realizzare i loro sogni più importanti, ma le cose che contano sono sempre le più difficili da ottenere.

Ero molto curiosa di conoscere questo libro nato dalla penna di una blogger che ha vinto il concorso Elove Talent e ho partecipato con piacere a questo blogtour.



Come vedete dal calendario la mia tappa prevede di parlare di 5 motivi per cui si debba leggere questo libro.
Cominciamo subito che dite?