venerdì 13 luglio 2018

Recensione: Real Love di Erin Watt

Ciao a tutti amici lettori.
Buon venerdì a tutti. Siete sopravvissuti al caldo?
Perchè sembra proprio che queste temperature stia diventando più difficile resistere, per fortuna ci sono sempre loro a risollevarci il morale. Come chi? Ma loro: i libri!
Ed ecco perchè oggi scavalcando un pò la scaletta del blog ho deciso di pubblicare una nuova recensione. So che ne ho pubblicata una ieri ma questa ci tenevo a dirvi subito di cosa si tratta perchè è una lettura che mi è piaciuta molto.
Sto parlando di uno degli ultimi libri editi dal duo vincente che si fa chiamare Erin Watt.
Ho conosciuto queste autrice con la saga Royal che mi è piaciuta tanto, ho avuto la possibilità di incontrarle dal vivo grazie al Rare e adesso ero molto curiosa di leggere ancora qualcosa di loro.
Ringrazio quindi Sperling per la copia cartacea omaggio perché la storia mi è piaciuta molto.

Trama

Oakley Ford è famoso, attraente, con una reputazione da bad boy e una vita sopra le righe. La sua fama di bello e dannato, però, sta pericolosamente vanificando i successi raggiunti. E se non vuole essere una meteora, Oakley deve cambiare registro. Adesso. Dire addio a feste, ragazze e amicizie sbagliate una volta per tutte e mettere la testa a posto, trovandosi una realzione - normale - con una ragazza normale, anche a costodi pagarla una cifra da capogiro.Dopo un'attenta analisi, la scelta ricade su Vaughn Bennett, la quintessenza della brava ragazza: bellezza acqua e sapone, un diploma conquistato in anticipo e un lavoro part-time come cameriera per aiutare economicamente la famiglia.Per Vaughn la proposta è semplicemente folle: una montagna di soldi per fingersi la fidanzata di qualcuno? Ma un'occasione come questa non capita tutti i giorni e lei non può negare che quei soldi le farebbero davvero comodo. Le permetterebbero di pagare il college ai fratelli, estinguere i mutui e, sì, semplicificarsi la vita. Così finisce per accettare.In un mondo pieno di filtri e finzione, per nessuno dei due sarà facile distinguere ciò che è vero, reale, da ciò che non lo è, ma i brividi di un bacio non mentono mai...
Sorvolando sui nomi di questi personaggi che ho difficoltà a scrivere, Real Love è stata una lettura davvero piacevole che ho finito più in fretta di quello che credevo.
Lo stile scorrevole e lineare delle autrici si riconferma lo stesso tuttavia non è assolutamente da paragonare alla loro saga più famosa. Qui la parola chiave è: semplicità.

giovedì 12 luglio 2018

Recensione: Per lanciarsi dalle stelle di Chiara Parenti

Ciao a tutti amici lettori.
Con questo caldo ho solo voglia di rilassarmi e basta e per fortuna manca pochissimo al fine settimana...si!!
I libri aiutano anche a non pensarci e la lettura di oggi è l'ideale per questo. Vi anticipo già che ve la stra- consiglio e usando questo termine mi sono sentita più in sintonia con un personaggio della storia.
Ringrazio la Garzanti per avermi omaggiata di una copia digitale perchè così ho potuto conoscere una storia davvero bella.

Trama

Fai almeno una volta a giorno una cosa che ti spaventi e vedrai che troverai la forza per farne altre. Sono queste le parole che Sole trova nella lettera che la sua migliore amica le ha scritto poco prima di ripartire per Parigi, subito dopo l'unico litigio della loro via. Quel litigio di cui Sole si pentirà per sempre, perchè non rivedrà mai più Stella, la persona più importante per lei. Sole non smette di guardare quel foglio perchè, anche se ha solo 25 anni, non c'è nulla di più difficile per lei che superare le proprie paure. Sa che, se la tiene stretta a sè, non c'è nulla da rischiare; il lavoro sicuro per cui ha rinunciato al sogno di fare l'università, il primo acio mai dato perchè è meno pericoloso immaginarlo tra le pagine di un libro che viverlo realmente. Ma ora Sole non può più aspettare. Lo deve alla sua amica. Così per 100 giorni affronta una paura alla volta, dal lanciarsi con il paracadute al salire sulle montagne russe, dall'attraversare un bosco sotto il cielo stellato al fare un viagigo da sola a Parigi. Giorno dopo giorno, scopre il piacere dell'imprevisto e dell'adrenalina che le fa battere il cuore. A sostenerla c'è Samantha, un'adolescente in lotta con il mondo che ha paura persino della sua immagine riflessa. Rivedendosi in lei, Sole prova  a smuovere la sua insicurezza e a insegnarle ciò che ha appena imparato: è normale avere paura, quello che serve è solo un unico, singolo, magnifico istante senza di essa. Ma c'è un unico istante che Silvia non è ancora pronta a vivere. L'istante in cui deve confessare la verità al ragazzo di cui è da sempre innamorata. Una prova più difficile di tutte le altre. Perchè anche l'amore può vestirsi d'abitudine e confondere. E per amare davvero bisogna essere pronti a mettersi in gioco. Perchè persino i sogni possono cambiare quando sono solo una favola.
Ho conosciuto quest'autrice grazie ai suoi libri self molto carini e semplici, è la prima volta che mi cimento in una storia seria e devo dire che ero molto curiosa.
Lo stile dell'autrice è quello che ricordavo: semplice e lineare, scorrevole e dall'impatto immediato. Ecco perchè entrare nel vivo della storia è stato semplice e veloce.

mercoledì 11 luglio 2018

Nuove uscite librose Luglio #2

Ciao a tutti amici lettori.
Con questo caldo sempre più asfissiante è decisamente difficile fare qualsiasi cosa, sentite anche voi quella stanchezza per le piccole cose? Il caldo a me sfianca e quindi mi stanco più facilmente, speriamo che quest'afa passerà in fretta.
L'unica cosa che non mi stanca mai è leggere e proprio per questo ci sono tante belle novità.


Cominciamo subito con Genesis Publishing

Oltre i confini

Può l’amore superare ogni ostacolo, anche quelli che si trovano dentro di te? È quello che si chiede Clara, dopo sette anni, nel ritrovare gli occhi del suo James, cresciuto e cambiato esattamente come lei. Costretta dalle circostanze a tornare a New York, si crede pronta. È una donna ormai, un’agente dell’FBI, ma è ancora segnata dal trauma della violenza subita, un marchio indelebile che sanguina e brucia nonostante il tempo trascorso. Ritornare dove tutto ha avuto fine per lei sarà dura, un colpo al cuore difficile da tollerare, ma si sa che dove c’è una fine, in quell’esatto punto, c’è anche un inizio. James, entrato in Polizia e diventato detective da poco, invece, si ritroverà a dover risolvere il caso più complesso di tutti: capire la causa di questa separazione forzata che Clara ha imposto. Non l’ha mai dimenticata. In silenzio ha atteso e sperato nel suo ritorno, ma ora che sono di nuovo vicini non sarà facile sbrogliare la fitta rete di bugie. Il passato, quello tetro che ha la forma e gli occhi Noah Price, è destinato a tornare, perché i conti sono ancora aperti e c’è chi ha intenzione di chiuderli. Una volta per tutte.


martedì 10 luglio 2018

Review Party. Recensione: Il sognatore di Laini Taylor

Ciao a tutti amici lettori.
La settimana per quanto riguarda le recensioni comincia decisamente col botto perchè partecipando a questo grande Review Party ho fatto la conoscenza di un'autrice che mi ha davvero sorpreso in positivo.


Devo subito ringraziare la mia amica Ely per avermi spinta ad accettare, senza di lei non avrei mai preso l'iniziativa, Grazia per aver organizzato l'evento e creato il banner e infine un grazie alla Fazi Editore per aver inviato una copia digitale.

Trama

In un mondo indefinito, devastato dai postumi di una guerra fra dèi e uomini, il piccolo Lazlo Strange, orfano, viene allevato da monaci arcigni che tentano con la forza di strappare il germe della fantasia dalla mente del bambino. Ma Lazlo è nato sognatore. Rimane impressionato dai racconti di un anziano monaco, che parlano di una misteriosa città, un luogo di cui si è persa la memoria ma nel quale è accaduto qualcosa di tragico, qualcosa di enorme. Conoscere questa città, chiamata Pianto, diventa il suo sogno, la sua ossessione. Anni dopo, ormai ventenne, Lazlo lavora come bibliotecario; passando tutto il suo tempo fra libri e documenti, appaga la sua sete di ricerca e di storie. Finchè un giorno arriva nientemeno che una delegazioni di guerrieri proveniente proprio dalla mitica Pianto, guidata a un comandante soprannominato il Massacratore degli Dei, il quale spiega che sta girando per tutto il territorio alla ricerca di uomini e donne in possesso di capacità intellettuali e manuali che possano servire a ricostruire la città, devastata dalla guerra. Lazlo chiede di essere arruolato e ottiene il posto. Inizia così un viaggio avventuroso verso la meta in cui ambisce fin dall'infanzia.
Piccolo appunto lo faccio subito su cover e titolo. Sono davvero perfetti entrambi, semplici eppure d'impatto rendono perfettamente l'idea della storia e li adoro davvero.
Lo sapete non sono un'amante del fantasy, temo sempre che la scrittura del fantasy sia pesante e noiosa e non è proprio il mio genere preferito.
Però Ely mi ha parlato benissimo di quest'autrice e dal momento che le nostre opinioni ogni volta coincidono, mi sono lasciata convincere.
A fine lettura, posso dire non solo di aver fatto benissimo ma che quest'autrice devo assolutamente recuperarla in altri suoi scritti.

lunedì 9 luglio 2018

Rubrica Favole #8 Prezzemolina

Ciao a tutti amici lettori e buon lunedì.
Pronti a cominciare un'altra calda settimana?
Io... beh insomma diciamo che il caldo di questo periodo rende difficile fare un pò tutto e se penso che siamo appena a luglio... beh non voglio pensarci perchè è molto meglio. Concentriamoci quindi sulle cose belle e perciò ho decido di rispolverare una vecchia rubrica che era da tanto tempo che non aggiornavo.


Ho sempre amato il mondo delle Favole eppure come dimostra il numero di post ne ho fatti davvero pochi, un vero sacrilegio non trovate? E' giunto il momento di tornare a parlarvene e lo faccio con un libro che mi è capitato recentemente tra le mani.
Sto parlando di una storia non recente che forse non tutti conoscete, quindi se siete curiosi venite a conoscere con me Prezzemolina.


Come ogni fiaba che si rispetti anche Prezzemolina comincia con C'era una volta.