mercoledì 10 dicembre 2014

Rubrica Miti e Leggende #5:Tristano e Isotta



La storia di Tristano e Isotta è una delle più tristi ma più belle che mi ha sempre affascinata.
Il mito dice che Tristano è stato cresciuto dallo zio, re Marco di Cornovaglia un uomo a cui vuole molto bene e che decide di rendere orgoglioso uccidendo il fratello del re d'Irlanda per far si che suo zio non debba più pagare tributi.
Qualcosa però va storto, dopo aver ucciso Moroldo, Tristano viene ferito con una spada avvelenata e non può tornare a casa  Viene però soccorso da una ragazza, Isotta che lo cura.
Tra loro si instaura un legame forte e profondo e sebbene non si conoscano per niente i loro cuori sembrano uniti come se si conoscessero da sempre.

A questo punto più di una versione dice come continua la storia.
C'è chi dice che re Marco aveva già scelto la sua futura sposa per placare gli animi dei regni in guerra e aveva scelto proprio Isotta e Tristano deve restare in silenzio amando la donna che sposerà sua zio.
Altri dicono che Tristano torna indietro in Irlando quando suo zio Marco annuncia di volersi sposare ma prima di raggiungerla deve sconfiggere un grosso drago e quando arriva da lei, Isotta ha accettato la proposta di matrimonio di Marco perchè le è stato ordinato.
Isotta si imbarca quindi con Tristano per andare dal suo futuro marito, Marco e durante la traversata per errore Tristano beve un filtro magico che offre anche a Isotta originariamente destinato al futuro sposo di Isotta e da questo momento i due si innamorano perdutamente l'uno dell'altra.


Non riescono a soffocare i loro sentimenti nonostante ci provino. Isotta sposa comunque Marco ma vede in segreto Tristano.
Quando vengono scoperti dal Re, Tristano decide di partire per dimenticarla e in Bretagna sposa Isotta dalle Bianche Mani. Nonostante lei sia buona con lui, però Tristano non riesce ad amarla nè a consumare il loro  matrimonio.
Un giorno viene ferito durante una spedizione e manda a chiamare la sua Isotta ma sua moglie gelosa con l'inganno gli fa credere che Isotta non verrà mai e così Tristano credendosi abbandonato si lascerà morire.
Isotta non riesce ad arrivare in tempo che il suo amato è morto e a quel punto muore anche lei tra le sue braccia.
C'è chi dice che fu per volere di Isotta dalle Bianche Mani e chi per volere del re Marco ma in entrambi i casi i due corpi furono sepolti in Cornovaglia insieme e dalla tomba di Tristano nasce un rovo che si estende fino al sepolcro di Isotta.


Una storia triste è vero di due sfortunati innamorati che non sono riusciti ad avere una felicità duratura ma che almeno nella morte sono insieme.
Sebbene il loro amore sembra essere nato a causa di un filtro magico, a me piace pensare che nei loro cuori già era nato un sentimento forte e profondo che il filtro non ha fatto altro che aumentare e che è cresciuto anche nel corso degli anni quando erano separati e non potevano stare insieme.

Sono stati fatti molti film a riguardo, le foto del post sono infatti tratte da film e anche i libri ne parlano molto, anche per questo la storia la trovo molto bella.


Nessun commento:

Posta un commento