lunedì 5 gennaio 2015

Recensione: Un amore al mirtillo di Mary Simses


Trama

Quando Ruth, la sua adorata nonna, le chiede di realizzare il suo ultimo desiderio prima di morire, Ellen Bandford, giovane avvocato in carriera di New York, non esita un solo istante ad accettare e si mette subito in viaggio per esaudirlo: deve recapitare una lettera di Ruth al suo primo amore nella cittadina di Beacon, nel Maine, patria dei campi di mirtilli. Il giorno del suo arrivo, Ellen cade in acqua mentre sta facendo delle foto su un pontile e viene salvata da Roy, un affascinante sconosciuto che lei, presa dall'enfasi del momento, ringrazia baciandolo con passione.
Il giorno dopo, le foto del bacio è sulle pagine di tutti i quotidiani del posto ed Ellen diventa una piccola celebrità locale. Lei, che tra l'altro è a un passo dal matrimonio con Hayden, un giovane di ottima famiglia, non sa che pesci pigliare, e tutte le sue certezze e la sua vita preordinata cominciano a vacillare. La gentilezza degli abitanti del luogo, i ritmi piacevoli della provincia e il delizioso cibo le fanno ben presto dimenticare la vita fatta di apparenze che conduce a New York. Quando Hayden si presenta a Beacon, Ellen non pul più mentire a se stessa e deve affrontare l'attrazione sempre più forte che prova per Roy e capire cosa vuole veramente per se.

In questa storia vediamo Ellen  un'avvocatessa di successo di New York che vede la sua vita cambiare da un giorno all'altro a causa di una promessa.
La storia è raccontata in prima persona, da Ellen appunto è il suo personaggio all'inizio si mostra come la classica donna di città schiava del computer, dell'iPhone, del satellitare, della stampante e invece nel.a cittadina dove arriva e' tutto sconosciuto.
Sua nonna in punto di morte le ha fatto promettere di consegnare una lettera a Chet il suo primo amore e Ellen che era molto legata a sua nonna si appresta ad accontentare la donna che è stata tanto importante per lei.

Consegnare la lettera e tornare a casa da un fidanzato che l'aspetta è una cosa semplice ma per una serie di imprevisti, buffe circostanze ed equivoci a ruota Ellen non riesce a finire il suo incarico in tempo breve come vorrebbe.
Scopre che sua nonna era una persona completamente diversa da come credeva, Man mano che scava più a fondo scopre che sua nonna era una bravissima pittrice è solo adesso si rende conto che la sua passione per la fotografia e i suoi insegnamenti da bambina erano dettati da una donna piena di esperienza.
Non riesce a contattare Chet ma conosce suo nipote Roy un uomo verso cui prova sentimenti contrastanti si se te attratta da lui ma nello stesso tempo la irrita la sua presenza che sembra seguirla ovunque vada.
La sua è una ricerca nella vita di gioventù di sua nonna, scopre la casa dov'era cresciuta, conosce una sua vecchia amica di scuola e vede con i suoi occhi i quadri che denotano un talento che purtroppo la nonna non ha coltivato e di cui non ha fatto parola a nessuno.
I suoi due giorni a Beacon cominciano ad accavallarsi e Ellen si se te conquistata da quella cittadina pacifica e serena sentendo quasi sua nonna vicina soprattutto quando mangia i mirtilli un frutto che sua nonna sapeva cucinare buone con torte e biscotti.
Ben presto sua madre e il suo fidanzato Hayden la raggiungono cercando di capire come mai non si ancora tornata a casa e una volta che sono vicini Roy e Hayden, Ellen li mette a confronto e si sente sempre più confusa come lo era stata sua nonna quando ha lasciato Chet perché ha incontrato suo nonno Henry.

Una bellissima storia d'amore che. Ed è protagonista non solo Ellen ma Ruth sua nonna che nonostante si sia felicemente sposata, abbia avuto dei figli e dei nipoti non ha mai smesso di pensare a Chet il suo primo amore.
Un vero peccato che i due non si sono più riusciti a chiarirsi e questa è l'unica cosa triste del libro, anche se grazie a Ellen e Roy almeno sono riusciti a ricostruire le cose e hanno cercato di dare un po' di pace a entrambi che non si sono mai dimenticati sebbene abbiano vissuto vite appagate e siano passati ormai tantissimi anni.

Il triangolo amoroso in cui si trova Ellen sembra lo stesso di sua nonna e come in quel caso entrambe le parti sono delle brave persone. Si perché di solito l'antagonista di turno e' sempre antipatico o non adatto alla protagonista invece in questo caso Hayden si dimostra una bella persona, mi piace come si comporta per tutto il libro anche quando deve incassare notizie che non lo rendono felice e un po mi dispiace per lui.
Roy e' il classico uomo di provincia a volte un po' prevenuto ma dal cuore gentile he fa immediatamente breccia nel cuore di Ellen che trova in lui un principe azzurro che non sapeva di cercare e di volere con tutto il cuore.
Comico e divertente il loro primo incontro in acqua cui faranno riferimento molte volte associando il nome di Ellen a quello di Nuotatrice.

Bella la descrizione della cittadina di Beaconj con la sua caratteristica particolare dove tutto è semplice, dove la gente si conosce e anche se i pettegolezzi volano a velocità supersonica c'è molta pace, una serenità che Ellen capisce di volere nella sua caotica vita di città.
Un finale dolce e a lieto fine dove vediamo una Ellen completamente cambiata rispetto all'inizio, compie una scelta dettata dal cuore e non solo quella di scegliere l'uomo che vuole al suo fianco ma anche quella di ambito lavorativo.
Una bella storia. Ne consiglio di leggere.

Valutazione 4/5











3 commenti:

  1. Ciao, innanzitutto complimenti per il tuo blog. È veramente bello. A questo proposito volevo chiederti una cosa, scusa se ti scrivo qui sotto, ma non sapevo dove altro scriverti.
    Anche io come te amo leggere e scrivere, e vorrei ingrandre il mio blog per renderlo più visibile, pubblicizzare i miei ebook, e aumentare i visitatori. Ti andrebbe di darmi due consigli su come fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti sono appena passata nel tuo blog

      Elimina