domenica 1 marzo 2015

Recensione: La casa sull'orlo della notte di Lucie Whitehouse


Trama

Una splendida villa nella campagna inglese: questa l'eredità che il trentenne Lucas riceve dall'amatissimo zio Patrick, potente mercante d'arte, morto suicida. Il posto ideale dove trascorrere lunghi fine settimana con gli amici, gli ex compagni di università di Oxford, e in particolare con Joanna, la ragazza di cui è da sempre innamorato.
Ma proprio lei sente subito che c'è qualcosa di strano, in quella casa.
E' vero, i fantasmi non esistono, Le maledizioni sono solo una sciocca superstizione. Però quelle meravigliose stanze splendidamente arredate sembrano sussurrare maligne e nascondere torbidi segreti del passato..

Non si tratta di un libro horror anche se si chiama La casa come quel film famoso ma resta comunque nell'ambito di argomenti che fanno paura.
Tutto comincia quando Lucas riceve in eredità da suo zio Patrick una grande casa isolata in campagna.

Lucas fa parte di una comitiva di ragazzi e decide che anche loro devono considerare quella casa come la loro e quindi ogni fine settimana si riuniscono lì per stare insieme, divertirsi e passare il tempo.
Conosciamo quindi Danny il migliore amico di Lucas, quello che mette brio in ogni situazione, adora essere al centro dell'attenzione e col suo fascino conquista tutti.
Joanna la migliore amica di Lucas, lei e Danny si detestano e si contendono in molte occasioni Lucas che invece sceglie sempre entrambi.
Martha la migliore amica di Joanna, cadrà vittima del fascino di Danny ma saprà risollevarsi a testa alta.
Michael il gay del gruppo, nessuno l'ha mai giudicato quando ha detto la verità sulla sua sessualità ed è molto amico soprattutto di Joanna e di Martha, Anche lui cadrà vittima del fascino di Danny ma come Martha sarà in grado di risollevarsi per bene.
Rachel è la ragazza più alla moda del gruppo, si intende di abiti e vestiti e ha fatto di questo il suo lavoro, un lavoro che va a gonfie vele.
E poi c'è Greg il ragazzo di Rachel, lui è l'unico estraneo alla comitiva che si conosce dai tempi dell'università o anche più, è l'ultimo arrivato e come compagno di Rachel è bene accetto dal gruppo che lo fa sentire in breve tempo uno di loro.

Il libro è raccontato da Joanna, per tutti Jo, vediamo quindi il susseguirsi degli eventi raccontato in prima persona.
Lucas è sempre stato innamorato di Jo e lei per un certo periodo avrebbe voluto che succedesse qualcosa ma il momento sembra passato da un pezzo, hanno un'amicizia bellissima che lei non vorrebbe mai rompere eppure l'atmosfera della casa fa si che Lucas acquisisca più sicurezza e tra loro nasce qualcosa.
Jo è felice almeno all'inizio perchè ben presto si rende conto che essere la ragazza non era quello che desiderava, le manca essere amica di Lucas ma le sembra ingiusto non provarci e così tenta di far funzionare il loro rapporto.
Danny perde il lavoro e propone a Lucas di vivere nella casa in pianta stabile insieme, siccome Patrick gli ha lasciato un mucchio di soldi e Lucas è un ragazzo generoso accetta l'idea che si rivelerà essere poi devastante per entrambi.
Nessuno se ne accorge a parte Joanna ma quella casa ha qualcosa nell'atmosfera, che fa uscire fuori il peggio di tutti compresa lei che capendo che lei e Lucas non potranno mai stare insieme come coppia capisce anche di essersi invaghita di Greg.
La cosa è contraccambiata e i due si baciano, Rachel li scopre e tronca ogni rapporto con il gruppo.
Joanna è esclusa dal gruppo e si ritrova sola piena di sensi di colpa, i suoi amici erano tutta la sua vita e improvvisamente sa di essere sola, la cosa la spaventa parecchio ma c'è una nota positiva: Greg perchè per lui non è stato un capriccio vuole davvero far funzionare le cose con lei e anche se gli dispiace per Rachel iniziano a frequentarsi.
Passato un pò di tempo anche gli altri amici hanno sbollito la rabbia nei suoi confronti e Jo torna a far parte del gruppo, anche Lucas sembra aver accettato la cosa e invita entrambi nuovamente alla casa dove però Joanna nota che è cambiato.
Comincia a bere molto, non è la stessa persona gentile, buona che conosceva ma si irrita facilmente, spende troppo e vive tutto il giorno chiuso in casa a guardare vecchi filmini di famiglia con la sola compagnia di Danny, una compagnia che non sempre gli fa bene.
Jo sentendosi ancora in colpa cerca di parlargli ma è tutto fiato sprecato e solo quando le cose andranno veramente bene Lucas capirà che non solo Joanna aveva avuto ragione su Danny ma sulla casa stessa che emana una sorta di cattiveria, un male che era appartenuto al suo vecchio proprietario Patrick.
Lucas scoprirà notizie sconvolgenti sulla storia della sua famiglia che lo faranno cadere in un baratro sempre più profondo da cui non riuscirà più a risalire e per Joanna sarà troppo tardi aiutarlo a trovare la giusta via.

Una storia che decisamente cattura.
Sono solo sensazioni quelle che Joanna sente fin dalla prima volta che entra in casa eppure sono sensazioni giusti, quella casa ha provocato tanto male prima alla famiglia di Lucas e poi a Lucas stesso, un male a cui non si può porre rimedio e che porta a un'unica inesorabile fine.
Mi piace il personaggio di Lucas e provo molta pena per lui, per tutto quello che ha passato e che continua a passare dopo la rottura con Joanna un rapporto in cui credeva parecchio.
Trovo ingiusto che nessuno sia stato in grado di aiutarlo visto che erano tanto amici e trovo ingiusto il modo in cui Joanna si è comportata con lui.
Quando ha capito che tra loro non c'era futuro sarebbe stato più corretto parlargliene invece è restata in silenzio troppo e le cose sono nettamente precipitate.
Mi piace insieme a Greg, trovo che loro sia una bella coppia ed era evidente dall'inizio che invece verso Lucas provava solo un affetto sincero eppure ha sbagliato il modo in cui ha cominciato tutto. Non mi è piaciuto nemmeno che avvicinandosi a Greg abbia allontanato Lucas, un amico fedele che le è sempre stato vicino e che rappresentava per lui un punto solido, un comportamento decisamente brutto da vedere per un'amicizia che sembrava solida e duratura.
Pessimo e brutto il personaggio di Danny che per quanto voglia apparire come l'ancora di salvezza di Lucas aiuterà a contribuire alla sua follia.
Agli angoli restano Michael e Martha due personaggi molto belli e positivi che restano comunque in contatto con Rachel sebbene lei, giustamente non si faccia più vedere in casa per evitare di incontrare Greg e Joanna.

Un finale che lascia con l'amaro in bocca e che ci fa capire che niente è come sembra, una storia scritta bene, scorrevole e senza mai diventare noiosa, in alcuni casi triste in altre scatena (almeno in me) arrabbiature verso i personaggi senza andare mai nella banalità ma che invece regala colpi di scena.

Valutazione 3/5










Nessun commento:

Posta un commento