mercoledì 15 luglio 2015

Recensione: Un giorno perfetto per innamorarsi di Anna Premoli



Trama

Kayla è un’amante della frenetica vita newyorkese. Ma quando il lavoro la porta in Arkansas un inaspettato regalo la attende: si chiama Grey, ed è un uomo molto, molto misterioso…

Kayla Davis è una vera donna “metropolitana”. Della Grande Mela ama tutto, anche il traffico, il caos e la folla multicolore. Nota per il suo sarcasmo e le sue RELAZIONI mordi e fuggi, nella vita vorrebbe diventare un’affermata giornalista, ma nel frattempo si accontenta di scrivere recensioni dei posti più cool della città. L’occasione di fare il salto si presenta sotto forma di trasferimento in un centro rurale dell’Arkansas, zona diventata improvvisamente famosa a causa delle controverse concessioni per i giacimenti di gas. Kayla, che è nata da quelle parti, ma sperava di non doverci più tornare, abbandona l’amata New York e ce la mette tutta per inserirsi nella vita della piccola cittadina. L’impresa, però, è molto più difficile di quanto si sarebbe aspettata e l’incarico che le hanno affidato richiederebbe la massima concentrazione e lucidità. A ingarbugliare ancora di più i fili della sua nuova vita ci si mette anche l’imprevista comparsa di un certo Grey…
Ce la farà Kayla a dimostrare quanto vale? E, soprattutto, riuscirà a non lasciare il suo cuore in Arkansas?

Un altro libro che leggo di questa brava scrittrice, ancora una volta non mi ha deluso.
Trovo questo libro molto carino, ironico, buffo, divertente che si legge con facilità e velocità.

La trama non è originale, la storia non è nuova eppure la Premoli riesce a conquistare il lettore ed è una cosa molto importante per quel che mi riguarda.

La storia è narrata dal punto di vista di Kayla una donna che ama la sua city affollata, quando per caso si trova a dover scrivere in una piccola cittadina tutto cambia perchè lì è tutto diverso, tutti conoscono tutti, nessuno approva il suo modo di vestire, le sue scarpe dal tacco altissimo e sempre tutti propensi a seguire il primo cittadino, ossia il sindaco della città: Greyson.
Kayla quando lo conosce non sa nemmeno chi lui sia e tra loro è subito nato uno scambio di dialoghi di ironia graffiante dove risulta palese quanto siano simili seppur diversi.

Kayla ha ricevuto molte delusioni amorose compresa quella di suo padre e adesso dalla vita non cerca niente di serio, solo qualcuno con cui divertirsi. Ecco perchè Greyson non fa proprio al caso suo perchè il sindaco invece vuole una donna da sposare, con cui mettere famiglia due cose che di norma farebbero fuggire a gambe levate Kayla, succede però che più tempo passa con Greyson più si rende conto che la sua volontà non sembra corrispondere alla sua mente; il suo cuore poi è così confuso che fatica a rendersi conto di quello che sta succedendo.
Anche Grayson all'inizio cerca di fingere che non ci sia attrazione ma alla fine vinto dalle circostanze ammette la verità che è anche palese a tutta la cittadina, resta solo Kayla da convincere e lei è un osso duro ma bisogna dire che il sindaco non è un tipo che demorde.

Mentre si legge questa storia semplice e carina non si può fare a meno di immedesimarsi in Kayla una ragazza come tante, che è anche autoironica, è bello vedere come non si lascia scoraggiare anche dalle brutte figure cui suo malgrado è coinvolta.
Grayson invece rappresenta esattamente l'uomo di altri tempi, un gentiluomo come ce ne sono pochi che vede in Kayla la donna perfetta con cui stare insieme anche se lei non vuole ancora ammetterlo.

Scene davvero buffe che fanno spuntare il sorriso, bella anche l'atmosfera che si crea in quella piccola cittadina dove si respira solo tranquillità e dove tutti si vogliono bene.


Piccolo off topic.
Nel libro Kayla scopre che sua zia, una divertente donna di mezza età dai capelli blu, fa parte del club della lettura che ben presto è diventato il club delle serie televisive e Kayla capita in un giorno in cui stanno guardando Outlander



Adorando tantissimo questa serie le capisco benissimo anche quando fanno tanti complimenti al marito numero due della donna bruna, lo scozzese dal bel fisico.
Ovviamente parlando di Jamie e per chi come me ha letto il libro e visto la serie capisce anche quale parte in particolare stanno guardando alla tv, quando poi dicono di aver rivisto quella puntata più di una volta... bhe direi che i fan di Jamie Fraser capiranno perfettamente.

Alla prossima.


P.S: Nel libro Finchè amore non ci separi (cliccare sul titolo per la recensione) ritroviamo seppur in minor parte questa stessa protagonista prima che conoscesse il suo grande amore infatti quella è la storia della sua migliore amica Amalia che in questo libro è una figura marginale.

Valutazione 5/5



5 commenti:

  1. Questo della Premoli ancora mi manca ma i precedenti li ho letti tutti: Ti prego lasciati odiare è sicuramente il mio preferito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo è molto carino mi è piaciuto molto

      Elimina
  2. Ciao Susy in questi giorni sono davvero di corsa.
    Grazie per avermi dato il follow-back al Rifugio ..... carinissimo il tuo blog - belli i tuoi mondi immaginari ;-)
    Ho appena votato in Net Parade per il tuo blog - spero che vorrai rendermi il voto in Net Parade per il Rifugio http://www.net-parade.it/cgi-bin/votazione.aspx?utente=maramaya
    Un saluto ed a presto, spero buon pomeriggio e migliore fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Arwen. è stato un piacere a presto

      Elimina
  3. Grazie per avermi reso il voto in Net Parade Susy buona serata ed alla prossimo giro ;-)

    RispondiElimina