lunedì 14 dicembre 2015

Recensione: After 5 Amore infinito di Anna Todd



Trama

La storia tra Tessa e Hardin non è mai stata semplice. Ma ogni sfida che hanno affrontato insieme ha rafforzato l'amore e reso sempre più solido il legame tra loro. E ora niente è più come prima. Tessa non è più la dolce, semplice, brava ragazza che era quando ha incontrato Hardin; né lui è più il ragazzo crudele e lunatico di cui si è innamorata. O quasi. Perché una verità tanto scomoda quanto scioccante è pronta a emergere dal passato di Hardin e travolgere tutto. Ancora una volta. E mentre lui, sconvolto dalla nuova rivelazione, respinge con sempre più forza chiunque cerchi di stargli vicino, compresa Tessa, lei inizia a dubitare di poterlo salvare davvero, senza sacrificare se stessa. Eppure si rifiuta di mollare senza lottare. Perché è questo che fai quando ami qualcuno, no? Lotti per lui, lo rincorri quando sai che ha bisogno di te. Lo aiuti a combattere contro se stesso e non ti arrendi mai, neppure quando si arrende lui. Oppure sei tu a dover fare un passo indietro e sei soltanto una stupida se continui a provarci?

Dopo AfterAfter 2 Un cuore in mille pezziAfter 3 Come mondi lontaniAfter 4 Anime perdute (cliccare su ogni titolo per la rispettiva recensione), ultimo - finalmente - libro di questa saga famosissima e ormai sulla bocca di tutti.

E' un libro che vedo ovunque, se ne parla ovunque e non importa se si parla bene o male perchè se ne parla lo stesso e il successo aumenta.
Il passaparola è un fenomeno davvero eclatante se si pensa, che grazie a questo il libro in questione è così conosciuto.
Non tutti lo amano e come ho già detto in precedente, io rientro nella categoria in cui non lo amo ma nemmeno lo odio, con la conclusione che ho letto tutti i libri e non tutti mi sono piaciuti.

Per quanto riguarda questo libro devo dire che è forse stato l'unico che ho apprezzato davvero.
Finalmente e vorrei dire finalmente sottolineato mille volte, i due protagonisti crescono. Non sono più insicuri, immaturi e questo rende molto più piacevole la lettura.
Il modo che hanno di affrontare le cose non è più infantile ma è dettato da uno spirito di saggezza che è entrato a far breccia nei loro cuori.
Un passo avanti davvero enorme se si pensa all'inizio.

Ancora una volta il libro è raccontato dal punto di vista di entrambi i protagonisti e quindi abbiamo modo di vedere il percorso di crescita che tutti e due hanno fatto nel corso degli anni.
La loro storia è stata costellata da un tira e molla incredibile, si prendono e si lasciano in maniera assoluta. Sono la classica coppia che non può stare separata ma nello stesso tempo, non può stare nemmeno insieme. O almeno non possono farlo finchè non fanno i conti con loro stessi.

A tratti i due personaggi mi hanno fatto davvero arrabbiare, a volte Hardin a volte Tessa ed è bello leggere che finalmente sono entrambi consapevoli dei loro sbagli e del loro modo assurdo di vivere la loro storia.
Hardin prima di tutto ha fatto un duro lavoro su se stesso, con pazienza e tempo è riuscito a diventare quella persona che Tessa ha sempre visto in lui ma che faticava a far uscire fuori.
Il personaggio di Hardin è complesso e complicato, per stargli accanto ci vuole soltanto una persona come Tessa in grado di perdonare ogni singola stupidaggine che compie.
Per quanto sia giustificato per la sua storia familiare, non posso giustificarlo in molti gesti e fatti che ha compiuto e quindi non è per me un protagonista ideale. La sua redenzione è stata però bella e la scrittrice ci ha fatto capire quanto, a volte un personaggio se spronato può cambiare in meglio.

Tessa, invece che appare all'inizio come un personaggio perfetto si scopre non essere perfetta come credeva. La maggiore sicurezza che acquista di se, la sua fragilità e la sua emotività la portano a diventare solo alla fine una donna forte e determinata.

Questo racchiude un pò l'essenza della loro storia, un capitolo conclusivo della loro travagliata storia raccontando il modo in cui sono riusciti a far funzionare quel legame in cui tutti, compresi loro stessi, hanno faticato a credere.

La scrittura è scorrevole come sempre, non mi è piaciuto il modo in cui alla fine fosse tutto accellerato per far vedere quanto la vita sia andata avanti. Avrei preferito maggiore calma nel descrivere certi eventi che non sono meno importanti di altri.
Non voglio scrivere spoiler quindi mi limiterò a dire che verso la fine avrei preferito dettagli in più e qualche cosa diversa invece di un frettoloso commiato dopo cinque libri.
Come sempre in questa saga ci sono un pò di ripetizioni e certe volte mi sembra di leggere la stessa cosa senza arrivare a un punto di incontro ma per fortuna, almeno in questo libro, la sensazione è poca perchè ci sono altre cose di cui tener conto come la grande scoperta di Hardin e la voglia di Tessa di rimettere insieme i cocci della sua vita ormai distrutta dopo quello che le succede.

Belli i personaggi di contorno che hanno vissuto sulla loro pelle tutta la storia di Tessa e Hardin, a cominciare da Landon che considero un bellissimo protagonista minore.
Kate e Ken e anche Kimberly che con la sua allegria e la sua generosità ha dimostrato quanto nell'amore non serve solo l'amore ma anche una grande forza.

L'antagonista per eccellenza Zed è invece, un personaggio che man mano che veniva descritto ho detestato immensamente.
La scena più bella di questo libro è stata quando Hardin fa finalmente capire a Tessa quanto Zed sia falso e orrendo.
Lo so non volevo scrivere di spoiler ma questa scena mi è piaciuta tanto. Non apprezzo i metodi di Hardin però in questa occasione ho adorato tanto il suo modo di dimostrare quanto quel personaggio sia viscido e irritante. Ha finalmente aperto gli occhi a Tessa che, certe vote, è troppo buona per accorgersi di certe cose.

Alcune scelte di Tessa e Hardin continuo a non condividerle ma la loro storia è vera nella sua imperfezioni e forse è proprio per questo che rende così tanto.

Valutazione 4/5












7 commenti:

  1. Ho paura a leggerlo, e forse sarò costretto XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah.
      Forse non è proprio il tuo genere

      Elimina
    2. Capita sempre più spesso XD

      Elimina
  2. Ho visto questa serie davvero ovunque, ma non l'ho mai neppure preso in mano per leggerne la trama. Non è il mio genere, ma mai dire mai :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho cominciata per curiosità. Per quanto non sia la mia preferita;è sicuramente una storia che prende.

      Elimina
  3. La saga di After, mi piace molto, sto leggendo il terzo, poi passerò a leggere la tua recensione. Questa storia ti prende davvero tanto.
    Ciao. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora aspetto il tuo parere, si effettivamente è una storia che prende

      Elimina