mercoledì 2 dicembre 2015

Recensione: Se non torni sto male di Mia Sheridan



Trama

Evie e Leo si sono incontrati all’orfanotrofio quando avevano dieci e undici anni e nel tempo sono diventati amici per la pelle. Man mano che sono cresciuti, il loro legame è diventato sempre più forte fino a trasformarsi in qualcosa di più vicino a una relazione sentimentale: si sono promessi amore eterno e una vita insieme una volta liberi di decidere del loro futuro. Quando Leo viene adottato e si trasferisce in un’altra città, promette a Evie che si terrà sempre in contatto con lei e che tornerà appena maggiorenne a riprenderla. Ma non si farà mai più sentire e per Evie la sua perdita sarà un dolore incontrollabile.
Otto anni dopo, a dispetto di ogni previsione, Evie si è costruita una vita abbastanza tranquilla con un lavoro e degli amici affettuosi. Un giorno, di punto in bianco, si presenta uno sconosciuto sostenendo che il suo amore a lungo perduto, Leo, l’ha mandato a cercarla. L’attrazione tra i due è immediata. Ma Evie è confusa… si può fidare delle parole di questo ragazzo mai visto prima? E che ruolo ha Leo in tutto questo e perché non è venuto lui stesso a cercarla?

Una storia che giudico dolce e bella allo stesso tempo.

La protagonista è Evie ed è anche la voce narrante della storia, la sua infanzia non è stata facile, ha vissuto per tanto tempo in una casa famiglia e i suoi genitori non hanno saputo prendersi cura di lei. Eppure questo, non ha intaccato il suo lato dolce e generosa che l'ha contraddistinta anche una volta diventata adulta.
Nel centro conosce Leo un ragazzo di un anno più grande e subito diventano inseparabili, tra di loro si crea un legame così speciale che ben presto va oltre l'amicizia.
Purtroppo però sono costretti a separarsi perchè Leo deve partire con la sua nuova famiglia adottiva ma si promettono di rivedersi quando Evie compirà diciotto anni.
E' sicura che lui verrà, si fida di lui, del suo coraggioso leone, del suo Leo.
Solo che Leo non verrà ed Evie vedrà distrutto un sogno.
Non può in alcun modo contattarlo e capisce che il suo primo vero amore non tornerà mai più da lei.

Otto anni dopo incontra Jake un amico di Leo e con lui sembra scoprire cosa vuol dire essere innamorata, essere felice davvero. Con Jake si crea un'alchimia forte da subito, tra di loro c'è comprensione, c'è complicità e c'è tanta attrazione.
Evie è così felice che le sembra di viaggiare sulle nuvole ma c'è una verità ad attenderla dietro l'angolo che la lascerà basita.

Ora non voglio rivelare questa sorpresa anche se, a essere sincera l'avevo già intuita da un pò, e questo ha reso tutto molto dolce e perfetto.
Una storia che mescola gioia e amore in un susseguirsi di emozioni molto forti.

La narrazione si alterna tra passato e presente per farci capire meglio la storia di Evie e ho trovato quella del passato bellissima, struggente, vera e dolcissima. Quella del presente per quanto sia stata comunque bella in alcuni tratti mi ha fatto un pò storcere il naso.
Ormai si leggono spesso libro hot e quindi questa non è stata sorpresa nè penso di essere così vecchio stile da non leggere certo scene di sesso, solo che avrei preferito che fossero meno evidenti.
Trovo che questo ha rovinato un pò la magia e l'atmosfera del libro e mi ha lasciata un pò spiazzata perchè non me l'aspettavo.

Nel complesso è una lettura che mi è piaciuta a parte questa particolarità ma è un giudizio personale e sicuramente ci sarà chi la pensa diversamente da me, per quel che mi riguarda non gli darei un giudizio pieno proprio perchè mi ha guastato il libro che credevo di leggere all'inizio.

Valutazione 3/5





6 commenti:

  1. Ciao Susy! La penso proprio come te, non mi ha convinta del tutto, ma dato che avevo sentito molto parlare della serie grazie al libro di Archer appena uscito, penso proprio che lo leggerò sperando sia migliore di questo =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, a me ha deluso perchè la storia è bella e c'è tanta dolcezza nella trama peccato che poi sia stato un pò rovinato, un vero peccato

      Elimina
  2. Ero molto indecisa su leggerlo e come te non faccio i salti di gioia quando vengono descritte per filo e per segno le scene di sesso, cioè non mi piace la censura ma i minimi particolari secondo per secondo lo trovo un po eccessivo.
    Lo lascio sempre in forse e poi magari in futuro vedrò se leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno a me piace la censura infatti non è questo che contesto, quanto il fatto che una storia partita bene dalla trama molto bella, dolce e romantica poi venga inondata da scene troppo spinte che non centrano nulla con la storia originale.
      Se lo leggi passerò a vedere cosa ne pensi

      Elimina
  3. Questo libro mi incuriosisce! Ci farò un pensierino ;)

    RispondiElimina