lunedì 11 gennaio 2016

Recensione: Dimmi che sarai qui di Mia Sheridan



Trama

Bree Prescott si è appena trasferita nella tranquilla e isolata cittadina di Pelion, nel Maine, dove spera di ritrovare la serenità di cui ha disperatamente bisogno. Proprio il primo giorno nella sua nuova casa sul lago, tuttavia, incontra Archer Hale, un uomo affascinante e solitario. Anche lui, come Bree, nasconde dei segreti dolorosi, ferite che hanno scavato così in profondità da farlo chiudere per sempre nel silenzio. Nessuno in città può dire di conoscere davvero Archer, ma Bree vuole provarci, perché forse l’unico modo per liberarsi dalle catene del dolore e riassaporare la felicità è aiutare quell’uomo a trovare la voce che sembra aver perso per sempre…

Avevo già letto qualcosa di questa autrice, e il suo stile non mi aveva convinta del tutto perciò non ero molto motivata a leggere un'altro suo libro. 

Ho letto, però, parecchie recensioni stupende su questo libro e ho deciso di darle una seconda possibilità anche se a volte quando se ne parla troppo non è mai un bene.
Insomma sono partita abbastanza prevenuta su questo libro e non mi aspettavo granchè... e invece sorpresa delle sorprese questo libro mi è piaciuto davvero tantissimo e mi sono ricreduta quando l'ho finito.
Ma sto tergiversando adesso spiego di cosa parla.

La storia è narrata dai due punti di vista di Bree e di Archer due protagonisti alquanto diversi eppure che si somigliano per le tragedie che hanno vissuto. Bree ha ricevuto un trauma da poco e sta tentando con fatica a risollevarsi, Archer invece è uno spirito solitario più per colpa degli altri che a causa sua.
Il loro ancora è bizzarro e quasi surreale perchè Archer non dice una sola parola e questo fa porre e Bree parecchie domande, domande che poi riceveranno risposta solo quando apprenderà la verità e cioè che Archer non sa parlare.

Non voglio rovinare altre sorprese dicendo altro ma dire che Archer non può parlare è secondo me troppo importante da lasciare da parte (anche perchè se si legge la trama si scopre di questo piccolo ma significativo dettaglio) visto che è il fulcro di tutta la storia.
Archer è un personaggio bellissimo, pieno di amore di bontà sebbene nella sua vita non abbia ricevuto tantissimo amore e non conosce cosa il significato di amore nel vero senso della parola.
Tutti i concittadini non l'hanno mai aiutato abbastanza per cercare di comprenderlo meglio, l'unica che riesce ad avvicinarsi al suo mondo isolato è Bree e lei lo fa in punta di piedi, senza invadenza perchè capisce che Archer è speciale e lui lo è davvero.
Ha tanti problemi irrisolti ma è una persona con sentimenti così buoni, così puri che è impossibile non adorarlo.

Bree è una bella protagonista, combattiva, con grinta e determinazione che fanno di lei un bel personaggio. All'inizio credevo che ci fosse un classico e banale triangolo che spesso mi annoia nelle storie, invece poi si è rivelato tutt'altro e mi è piaciuto molto.

Entrare nel mondo di Archer è qualcosa di unico e speciale, reagire a quello che gli è successo non è facile e reagire senza voce è ancora più complicato.
Una storia che ci spinge alla comprensione verso persone che subiscono certi danni e che purtroppo non possono fare niente per superarli. La voce è qualcosa che diamo tutti per scontata, un mezzo di comunicazione grandissimo e non ci soffermiamo mai a pensare cosa potrebbe succedere se di colpo questo mezzo, a volte l'unico, ci venga strappato via. Come reagiremmo? Cosa faremmo?
Un tema alquanto particolare e molto delicato che attraverso Archer diventa ancora più bello perchè vedere il mondo attraverso di lui è come tornare a capire le cose banali che a volte mettiamo in secondo piano perchè meno importanti ma solo in apparenza.

Ancora una volta non ho apprezzato dell'autrice il suo modo di parlare di scene di sesso, secondo me troppo esplicita. Non voglio essere contraria a certe cose, ci sono un mucchio di libri che parlano di scene sessuali e questa autrice, aveva a mio parere, giù rovinato un libro per questo. Per fortuna qui non è successo anche se nuovamente questo dettaglio mi fa storcere il naso nuovamente, ed è riuscita a tirare fuori il meglio della loro bellissima e commovente storia d'amore che ha un finale davvero straziante e bellissimo.

Amo i lieto fine e per un attimo ho pensato che qui non ci fosse, quasi mi è venuto un colpo leggendo l'inizio dell'ultimo capitolo invece poi per fortuna si chiude tutto bene e ho finito la lettura con un gran sorriso sulle labbra.
Una storia che ci spinge a pensare a chi è meno fortunato di noi e che invoglia alla speranza perchè a quanto pare nella vita non bisogna mai perdere la speranza. Un messaggio bellissimo che forse è proprio giusto per questo inizio di nuovo anno.

Valutazione 4/5









8 commenti:

  1. Ciao Susy! Che dire, del primo non ero molto incuriosita dato che te e un'altra ragazza (Jess di The avid reader) non avevate speso belle parole, qui invece mi sento in dovere di alzare le antenne perché i libri che partono con disabilità mi fanno alzare il già alto tasso di crocerossina che abita dentro di me. Non nego che ovviamente anche io storcerò il naso nei dettagli troppo minuziosi, ma voglio dare un'opportunità a questo, l'altro proprio non voglio avvicinarmi xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jessica, si in effetti il primo libro non mi è piaciuto molto poi spinta anche dalle parole dell'altra Jessica e di un'altra blogger mi sono decisa a dargli una possibilità e adesso posso dire di aver fatto proprio bene. E' davvero molto bello, uno di quelli che colpisce

      Elimina
  2. Dopo aver letto questo libro, non posso che dare assenso ad ogni frase di questa recensione. Bellissimo romanzo, ci vedo un film, che ne dici?
    Ottima recensione, mi ha riportato indietro nelle pagine di questa meraviglia. Baci <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima!
      Si sarebbe stupendo un film chissà se ci fanno un pensierino, sarebbe bello.
      Un bel libro veramente

      Elimina
  3. Ciao Susy! Ancora una volta mi trovo in totale accordo con te. Questa storia merita davvero e mi ha stretto il cuore Archer, il modo in cui è cambiato ed è sbocciato per amore. Le scene di sesso non sono piaciute neanche a me, ma non so se è un problema di traduzione o anche in originale sono così...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mha chi lo sa sono contenta che almeno qui non abbiano rovinato una storia. Anche grazie al tuo parere l'ho letto e ho fatto bene perché è un libro che merita

      Elimina
  4. mmm la storia mi attrae me lo metto nella mia read list :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai bene perché merita. Una gran bella storia

      Elimina