lunedì 18 gennaio 2016

Recensione: L'amore non è mai una cosa semplice di Anna Premoli



Trama

E se per ottenere un buon voto all’università dovessi fare amicizia con qualcuno che proprio non ti piace? Lavinia pensava che nella vita avrebbe insegnato e invece, dopo la maturità, si è lasciata convincere dai genitori a iscriversi a Economia. È ormai al suo quinto anno alla Bocconi, quando si trova coinvolta in un insolito progetto: uno scambio con degli ingegneri informatici del Politecnico. Lo scopo? Creare una squadra con uno studente mai visto prima, proprio come potrebbe capitare in un ambiente di lavoro. Peccato che Lavinia non abbia alcun interesse per il progetto. E che, per sua sfortuna, si trovi a far coppia con un certo Sebastiano, ancor meno intenzionato di lei a partecipare all’iniziativa. E così, quando la fase operativa ha inizio e le sue amiche cominciano a lavorare in tandem, Lavinia è sola. Ma come si permette quel tipo assurdo – a detta di tutti un fuoriclasse dell’informatica – di piantarla in asso, per giunta senza spiegazioni? Lavinia non ha scelta: non lo sopporta proprio, ma se vuole ottenere i suoi crediti all’esame, dovrà inventarsi un modo per convincerlo a collaborare… Ma quale? Una nuova commedia romantica dalla regina del romanzo femminile italiano.

Mi piacciono molto i romanzi della Premoli e questo in particolare l'ho apprezzato più di tutti.
Di solito tratta di personaggi più adulti, questa volta invece siamo alle presi con due laureandi che come sempre nei romanzi della Premoli si detestano al primo incontro.

Lavinia e Sebastiano non potrebbero essere più diversi, appartengono a due facoltà universitarie diverse lui ingegneria lei economia. Sono costretti a collaborare perchè le rispettive università hanno indetto questa fase di collaborazioni tra sedi per avere crediti aggiuntivi.
Inizialmente Sebastiano per gli amici Seb non vuole avere niente a che fare con questa iniziativa, mette subito in chiaro che non parteciperà e lascia Lavinia di stucco per il modo in cui si comporta.
Lei è sempre andata daccordo con tutti e non capisce perchè lui invece si ostina a trattarla con sufficienza quando nemmeno la conosce. Spronata dalla sua migliore amica Giada decide di forzare la mano e di seguirlo per obbligarlo a partecipare a questa collaborazione che potrebbe essere fruttuosa per entrambi.
Seb resta basito dalla sua insistenza e alla fine è costretto a cedere e cominciano a collaborare insieme.

Due menti diversi e due personalità completamente opposte che si ritrovano insieme e scoprono quanto sia vero il detto gli opposti si attraggono.
Un romanzo davvero bello che mescola umorismo, comicità con quella nota di storia d'amore che rende il tutto ancora migliore.

La storia è raccontata dal punto di vista di Lavinia anche se ammetto che in certi momenti avrei preferito tanto sapere cosa passasse per la mente di Sebastiano.
Mi sono piaciuti entrambi i protagonisti così veri, sinceri, schietti e perfetti per stare insieme.
Sono convinti entrambi di essere felici della propria esistenza almeno finchè le loro vite non si scontrano perchè, solo a quel punto capiranno che insieme sono felici mentre prima lo immaginavano soltanto.

Sebastiano è un personaggio molto introverso, intelligente fino allo sfinimento, ha un modo di fare tutto particolare, si definisce strano e lo è in più di un'occasione ma è uno strano in senso buono perchè dietro quella corazza dura si nasconde un cuore d'oro.
Da quando Lavinia è entrata nella sua vita si ritrova a dover mettere in discussioni certi suoi atteggiamenti, come la banale risposta a un messaggio a una chat o ridere in compagnia di qualcuno che non capisce per la maggior parte del tempo quello che lui dice quando parla di informatica.
E' bello vedere il suo cambiamento man mano quando le ali dell'amore planano direttamente nel suo cuore.

Lavinia è invece un'indecisa cronica come lei stessa si definisce, cerca sempre di piacere a tutti e infatti va daccordo con tutti. Con Sebastiano capisce che il suo essere sempre sorridente e pacata non funziona e con lui riesce ad essere una persona diversa, la vera se stessa che non tutti conoscono perchè lei fatica a farla uscire. Con Seb si sente libera di poterlo essere fino in fondo, sempre, ed è una cosa molto bella perchè ci fa comprendere quanto sia importante vivere la vita senza compiacere gli altri ma solo vivendo in pace con noi stessi.

Belli i personaggi di contorno, la famiglia di Seb che adoro e le amiche di Lavinia tra cui Giada che sarà la prossima protagonista del futuro libro della Premoli e che mi auguro di leggere presto.

Forse è scontato dire che i due opposti si attraggono però in questo libro questo detto funziona alla perfezione, i due protagonisti non si sono cercati, nè si sono trovati, si sono semplicemente scontrati e da quel momento le loro vite non sono più state uguali.
Entrambi hanno faticato ad ammettere a loro stessi quanto questa conoscenza li stesse cambiando profondamente ma quando hanno capito che fingere e negare era inutile, è stato tutto molto meglio perchè hanno capito che a volte l'amore può essere qualcosa di veramente meraviglioso anche se niente è semplice.
Troppa semplicità infondo annoia no?

Col suo stile umoristico l'autrice è riuscita nel suo intento, almeno a mio parere, di catturare la mia attenzione dall'inizio alla fine.
Una storia davvero bello che oltre a far sorridere in più di un'occasione ci da spunti di riflessione.
A volte le apparenze ingannano, Seb può sembrare solo troppo intelligente e quindi antipatico ma in realtà c'è altro e molto spesso si giudicano le persone senza nemmeno conoscerle. Una verità concreta e sempre attuale.
E' importante anche la scelta della carriera universitaria perchè con quella si entra davvero nel mondo degli adulti e una volta finita si deciderà cosa fare davvero "da grandi". Una scelta che non deve essere presa alla leggera perchè è importante per il futuro e non è giusto che certe scelte le prendano i genitori come nel caso di Lavinia perchè deve essere personale e giusta per la persona in questione.

Molto carino che a ogni inizio capitolo ci sia una piccola frase di un libro che amo molto Il piccolo principe che spiana un pò la strada per quello che sarà la prossima lettura.

Un dolce epilogo che mette in evidenza quanto con perseveranza e tanto amore anche le cose più insormontabili possono riuscire ad avverarsi e che a volte i sogni si avverano davvero.

Se ancora non si fosse capito ho apprezzato tantissimo questo libro e ne consiglio vivamente la lettura.


Valutazione 5/5









La storia di Giada è L'importanza di chiamarti amore (cliccare sul titolo per la recensione)

16 commenti:

  1. Dovrò leggerlo prima o poi :3 mi ispira molto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio vivamente perchè è molto bello davvero

      Elimina
  2. Bellissima recensione: ho letto tutti i romanzi della Premoli tranne questo (ma lo farò a breve) e, tra questi, ho apprezzato tantissimo i primi due, ovvero "Ti prego lasciati odiare" e "Come inciampare nel principe azzurro".
    P.s. carino i cursore con il pupazzo di neve ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ariel benvenuta!
      Si anch'io li ho letti tutti e questo insieme, la Premoli è davvero brava. Ti consiglio questo perchè merita davvero

      Elimina
  3. Bella nuova grafica con tanto di neve cadente! Anche a me è piaciuto molto. Certo, non da 5 stelline come te ma ho apprezzato la lettura e come hai menzionato, mi ha anche permesso di esplorare un po' de Il piccolo principe. No, non l'ho mai letto ma conto di farlo al più presto :)
    L'impressione di Seb è stato proprio come quello di Lavinia, antipatico ma si sa che nel profondo del cuore di questi (noi) nerd c'è molto di più! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il piccolo principe è molto bello te lo consiglio.
      Per il resto la penso come te

      Elimina
  4. Anch'io ho amato questo libro. Bellissimo... Poi ho un debole per i nerd, quindi... *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Impossibile non simpatizzare per Sebastiano :D

      Elimina
  5. Ciao Susy! Ho amato letteralmente questo libro *-* Vorrei tanto qualcuno mi regalasse un Seb LOL

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D Ti capisco benissimo
      Un bel libro davvero

      Elimina
  6. Gli hai dato il massimo del punteggio!! dev'essere proprio bello!
    Continuo a sentire pareri molto positivi su questo libro, mi sa che alla fine lo leggerò! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me il massimo lo merita sebbene non abbia mai dato il massimo a quelli della Premoli eppure questo mi ha conquistato.
      Se lo leggi fammi sapere :K

      Elimina
  7. Mai letto nulla di questa autrice bella la storia e la tua recensione come sempre è molto precisa.. Spero di leggerlo un giorno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Veronica :)
      La Premoli è bravissima, se ti piacciono le commedie romantiche allora lei fa per te. Questo libro mi è piaciuto davvero tanto, al momento è uno dei miei preferiti dei suoi scritti che ho letto tutti.

      Elimina
  8. Ciao Susy, ancora una volta il nostro pensiero è simile. Mi fa piacere che questa storia ti sia piaciuta, la Premoli ha uno stile super giovane e fresco e i suoi romanzi sono davvero carini e coinvolgenti. Anche a me sarebbe piaciuto leggere qualche capitolo dal pov di Seb, deve essere interessante essere dentro la testolina di un nerd! Aspetto con ansia la storia di Giada!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Frency!
      Si ancora una volta siamo in sintonia "librosa". Questo libro mi è piaciuto davvero tanto, la Premoli decisamente non sbaglia un colpo. Sarà interessante leggere di Giada che già qui sembra un bel personaggio

      Elimina