martedì 22 marzo 2016

Rubrica Miti e Leggende #12: Amore e Psiche


Nuovo appuntamento con la Rubrica Miti e Leggende.
Come avevo promesso nel precedente post in cui tratto questo argomento, voglio dare maggiore spazio a questa rubrica perchè mi affascina sempre tanto parlare di questo genere di cose.

Oggi voglio parlare di Amore e Psiche. Forse non tutti conoscono la loro storia e mi sembra giusto rinfrescare la memoria a chi la conosce, e farla conoscere a chi non ne ha mai sentito parlare.



Si narra che Psiche non riuscisse a trovare marito nonostante la sua enorme bellezza. Da molti era chiamata addirittura Venere tanto era grande la sua bellezza ma questo non andò bene alla Dea.
Non voleva che nessuno osasse anche solo per sbaglio usare il suo nome e così decise di punirla. Inviò suo figlio Eros (o Cupido o Amore) perchè la facesse innamorare dell'uomo più brutto della terra.
Il dio però sbaglio freccia colpendo il suo stesso piede e finendo con l'innamorarsi della bellissima fanciulla.



Senza sapere chi sia Psiche convola a nozze con un uomo per lei sconosciuto e va a vivere con lui nel suo palazzo. 
Eros fa in modo che sua moglie non veda mai il suo volto e lentamente anche Psiche comincia a nutrire per lui sentimenti profondi. Ogni notte nel buio consumano la loro passione come se non avessero mai abbastanza.
Una notte, Psiche decide che vuole vedere il volto dell'uomo che sta cominciando ad amare commettendo l'errore di credere a dicerie che dicono che il suo amante tema la luce perchè possiede una natura malvagia.
Adesso che ha scoperto la sua identità però i due devono lasciarsi perchè così impone Venere e allora Psiche decide di andare alla ricerca di suo marito vagando di città in città.
Venere la sottoporrà a diverse prove per rendersi conto se può essere la compagna di suo figlio. Psiche le supera tutte senza mai lamentarsi finchè arriva all'ultima. Dovrà scendere negli Inferi a prendere a Persefone un pò della sua bellezza. 


Non sa che Persefone le ha donato il sonno profondo e non l'ampolla con la bellezza. Avrebbe dormito chissà per quanto se Eros non fosse accorso in suo aiuto.
A quel punto è Zeus (o Giove) a intervenire e fa in modo che i due amanti si riuniscano potendo vivere liberamente il loro amore.
Si dice che dalla loro unione nacque una figlia Piacere o Voluttà.



Ci sono numerose sculture dedicate a questo mito, tanti libri che trattano di questa leggenda che sembra quasi una fiaba e anche tanti video su youtube che trattano della storia di questi giovani.
Amore e Psiche sono conosciuti anche come Eros e Psiche o anche come Cupido e Psiche a seconda di come si decida di chiamare il dio dell'Amore.
A me la loro storia piace. La perseveranza di Psiche è lodevole nel voler trovare il suo amato anche se è stata lei a rompere le regole volendo vedere il suo volto.
Poi amando il lieto fine, mi piace pensare che dopo tante peripezie anche loro hanno trovato la loro felicità sebbene, la loro storia non fosse iniziata nel migliore dei modi.

Conoscevate questa leggenda? Vi piace?
A me affascina molto.





6 commenti:

  1. Questa leggenda mi piace davvero molto... e amo anche come i greci abbiano voluto passare il messaggio che solo quando si incontrano l'anima e il corpo allora nasce il vero piacere! Credo sia una cosa molto profonda :)

    RispondiElimina
  2. Ciao susy! Questa leggenda la conoscevo, e a dire il vero è anche la mia preferita! Meravigliosa la statua che ritrae i due amanti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erin,
      una bella leggenda vero? Si la statua è proprio bella

      Elimina
  3. Ciao Susy, adoro questo mito, è uno dei miei preferiti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jess!
      Ne sono contenta. Piace molto anche a me :-)

      Elimina