giovedì 27 aprile 2017

Recensione: Il profumo dei fiori di ciliegio di Chiara Trabalza

Ciao a tutti amici lettori.
Oggi voglio parlarvi di un libro di un'autrice italiana che ho avuto già modo di leggere. Il suo stile mi è piaciuto la scorsa volta e quindi ero molto curiosa di leggere questo suo ultimo libro.

Trama

Alice ha trent'anni, meravigliosi occhi verdi pieni di segreti e un passato doloroso che le ha lasciato molte cicatrici. Quando il dolore diventa troppo grande da sopportare, scappa via dalla sua casa e dalla sua vita, per rifugiarsi nella piccola Positano, dove vive sua nonna. E qui, dove l'aria è intrisa del profumo dei glicini e dei limoni e dove il mare parla al suo animo inquieto, Alice incontra Luca, un uomo schivo e solitario che sembra volerla evitare e tenere alla larga. Ma anche Luca nasconde un segreto doloroso, perseguitato dai fantasmi di un passato che si rifiuta di affrontare, ha chiuso le porte delle sue emoioni, per proteggersi da ferite nascoste che ancora sanguinano. Solo Alice riesce a toccargli il cuore. Quando lui la guarda incontra gli occhi più belli che abbia mai visto in tutta la sua vita, occhi profondi che sembrano capaci di carpire i suoi tormenti. Occhi in grado di farlo innamorare. Ma, per ricominciare ad amare, Luca e Alice dovranno affrontare le loro paure, lasciarsi il passato alle spalle e imparare a guardare di nuovo l'amore negli occhi, prima di rischiare di perdersi. Una storia di dolore e speranza, di ferite e promesse, di fragilità e forza, di sofferenza e rinascita. Una storia d'amore romantica, dolce e intensa. Perchè anche dalle cicatrici possono nascere un paio di ali per ricominciare a volare. Bisogna attraversare la tempesta per tornare a vedere le stelle.
La cover mi ha attirato subito e anche la trama mi ha incuriosita quindi tuffarmi nella lettura non è stato per niente difficile. Per un'amante del rosa come me, era un invinto troppo gustoso da ignorare e poi anche il titolo lo trovo molto bello e adattissimo alla storia.



La storia è raccontata in terza persona. Alice e Luca sono i protagonisti che per puro caso o forse, sarebbe più corretto dire, grazie al destino, si sono incontrati sulle spiagge di Positano.
Entrambi hanno alle spalle un passato doloroso che faticano a dimenticare, le loro ferite sono aperte e sanguinanti, incontrano numerose difficoltà per andare avanti. A modo diverso, entrambi sono vittime di marchi indelebili di infelicità che si portano dietro sperando di non restarne schiacciati.
Quando si dice che il tempo guarisce ogni cosa, sembra che sia solo una frase fatta ma invece è la pura verità. Su questo posso testimoniare in prima persona e quindi ci credo fortemente. Il dolore che provano Alice e Luca passa col tempo, se all'inizio li opprime, li fa sentire come gusci vuoti, lentamente diventa un dolore sempre più piccolo e pian piano comincia a sparire.

Una storia molto, molto dolce che racconta come nella vita si abbia bisogno di qualcuno che ci comprende, ci aiuti a superare i momenti di difficoltà e ci sproni a lottare. La vita è un bene troppo prezioso perchè vada sprecata, anche quando tutto ci sembra nero, nonostante ogni brutta cosa: la vita va vissuta. E' questo il messaggio di questa storia e io l'ho trovato bellissimo.

Per motivazioni diverse che non dirò per non svelare troppo della storia, Alice e Luca hanno difficoltà ad aprirsi con gli altri, ma quando sono insieme è come se quel muro che hanno faticosamente eretto si sfasciasse senza che loro possano farci niente. Il loro rapporto comincia con lenta pazienza, con tanta dolcezza e con un grandissimo trasporto. Ho apprezzato che il loro avvicinamento fosse graduale e non immediato altrimenti mi sarebbe sembrato troppo assurdo visti i loro precedenti.
Loro sono due anime vuote, che solitarie si sono incrociate senza mai più dividere il loro cammino. Infondo solo due anime che hanno veramente sperimentato il dolore sulla propria pelle, possono capire perfettamente cosa si prova.



Alice è una giovane donna che cerca di mostrarsi forte, ma non è facile. Si lascia spesso andare alle lacrime, ma nello stesso tempo dimostra una forza di rialzarsi che non tutti hanno. Grazie all'amorevole cura della sua amata donna e della presenza costante di Luca, lei sembra rinascere. Il suo personaggio è complesso e non facile e porta con se sempre quella ventata di malinconia che suscita molta tenerezza.
Luca invece appare inizialmente come una persona schiva e troppo sulle sue, ma è solo apparenza perchè immediatamente appare per quello che è in realtà: un uomo solo che cerca di leccarsi le ferite da un passato ingombrante e pesante da sopportare da solo.
Si dimostra in più di un'occasione il cavaliere dalla scintillante armatura che deve proteggere la sua principessa. Il suo personaggio forte e sensibile allo stesso tempo rende più ricca la sua storia, il suo modo di essere ed è impossibile non affezionarsi a lui e alla sua storia con Alice.
Il loro lieto fine non è scontato, è particolare e dolcissimo dove niente è lasciato in sospeso e tutto trova la giusta direzione.

Lo stile dell'autrice è scorrevole e delicato come ricordavo. In questa storia c'è stata però una bella dose di "zucchero" in più che mi ha fatto sorridere in più di un'occasione. Quindi per le amanti del rosa non c'è più storia più mielosa di questa, fatta di dolcissime parole e momenti teneri insieme.
Ma un personaggio che risalta maggiormente a volte più dei due protagonisti principali c'è. Non posso non citare infatti, la cara nonna Ester. Una donna saggia, dal cuore d'oro che aiuta i due giovani in più occasioni e dispensa sagge parole di cui fare tesoro. Una nonna del genere la vorremmo avere tutti.

Ringrazio l'autrice per avermi permesso di leggere il libro.

Valutazione 4/5





10 commenti:

  1. Risposte
    1. Ciao Alessia,
      si è stata una lettura molto dolce

      Elimina
  2. Mi hai davvero incuriosita e del tuo parere come sai mi fido al 100%! un abbraccione cara susy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely,
      questa è una lettura che potrebbe proprio piacerti conoscendo un pò i tuoi gusti

      Elimina
  3. Non conoscevo l'autrice e con la tua recensione hai alimentato la mia curiosità!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CIao Sara,
      mi fa molto piacere :)

      Elimina
  4. Ciao Susy!
    Che bella recensione! Sembra davvero una storia che merita di esser letta 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CIao Jasmine,
      a me è piaciuta molto poi è una storia rosa così dolce...

      Elimina
  5. lo devo leggere anche io e le tue parole mi fanno molto ben sperare, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara,
      Curiosa di sapere il tuo parere allora :)

      Elimina