martedì 17 aprile 2018

Rubrica: Questa volta leggo. Recensione Lost Mi sono persa il fidanzato di Carina Rissi

Ciao a tutti amici lettori.
Oggi torna sul blog un appuntamento mensile che mi piace molto. Questa volta leggo è un modo diverso e bello di parlare di libri che mi interessano ma soprattutto si scoprono sempre letture interessanti grazie ai tanti blog che partecipano.


Questa Volta Leggo è una rubrica a cadenza mensile in cui dopo un sondaggio scegliamo un argomento comune e tante blogger partecipano con una recensione per tutto il mese. La rubrica è stata creata da ChiaraDolci e Laura.
Il sondaggio in questione ha visto diventare vincitore  un libro pubblicato nel 2018 e la mia scelta è ricaduta su un libro carinissimo. 
Ringrazio Rizzoli per avermi inviato una copia cartacea del libro. 

Trama

Tu cosa faresti, se una sera, in un bar, perdessi il tuo prezioso e insostituibile amico: il cellulare? La prima che fa Sofia - 24 anni, brasiliana, con una vita mediamente monotona fatta di un lavoro che non le piae, il mattino dopo, in minigonna e All Star, per andare a comprare un cellulare nuovo. Ma la città è deserta, e vuoto è anceh il negozio dove mette piede; qui, una commessa le affido uno strano telefono. A Sofia basterà accenderlo e d'un tratto la sua vita conoscerà una commessa le affida uno strano telefono. A Sofia basterà accenderlo e d'un tratto la sua vita conoscerà un memorabile contraccolpo: accecata da una forte luce bianca, quando riapre gli occhi si ritrova in un mondo completamente sconsociuto. Inoltro a lei sono spariti i palazzi, le strade, le piazze della sua città. E' ancora confusa, quando in lontananza vede avvicinarsi un giovane in abiti d'epoca e in sella a un cavallo... Un bel problema. Tanto più che, di lì a poco, Sofia scorpirà di essere catapultata indietro nel tempo, nel lontano 1830.
Da quando ho letto Outlander i viaggi nel tempo mi incuriosiscono sempre e poi questo romanzo ammetto che mi ha ispirata dalla prima volta che l'ho visto.

Voce narrante è Sofia una ragazza che come tante è un pò schiava della tecnologia e sebbene non svolga il lavoro dei suoi sogni, sta aspettando l'occasione giusta per spiccare il volo e svolgere quello che le piace.
Quando però un giorno il suo cellulare si rompe, capisce che prima di ogni altra cosa deve comprarsi un nuovo cellulare. Nel mondo di oggi, nessuno sa stare senza cellulare e non tanto per le chiamate che si possono effettuare ma per le numerose app che ci permettono di comunicare col mondo.
Ammetto di non essere una di quelle persone schiave del telefono però confesso che con il cellulare si possono fare tantissime cose soprattutto quando non si è casa quindi la fretta di Sofia l'ho capita benissimo.
Il suo nuovo cellulare è davvero bello e decide di provarlo subito prima di arrivare a casa, anche questa un'azione comprensibile no?
Eppure non si aspettava di certo che una volta acceso il suo nuovo acquisto, si ritrovasse catapultata in un tempo lontano dove il telefono non è mai stato nemmeno inventato.
Cosa fare? Come tornare a casa? Perchè ci sarà per forza un modo per tornare e lei non può stare lontana dalla sua vita, dal suo mondo perchè qui è tutto più complicato. Le giovane donne nubili come lei non possono andare in giro senza un accompagnatore, non possono lavorare, non possono rivolgersi a un uomo usando il nome di battesimo e per una femminista convinta come Sofia è un tempo davvero orribile in cui vivere. Per fortuna che in quello strano e lontano mondo conosce Elisa e Ian, fratello e sorella Clarke che si dimostrano da subito gentili con lei soprattutto Ian che infondo è anche un bel vedere... l'ha persino soccorsa in sella di un cavallo come i principi delle favole. Ma da tempo Sofia non crede alle favole a meno che....e se le favole esistessero?



Una storia davvero carina, ironica, attuale e molto divertente.
Ho adorato lo stile fresco, diretto e così scorrevole che ho finito la lettura di questo libro davvero in fretta. E' una lettura semplice, ma in questa semplicità ho sorriso tanto e a volte è importante anche questo perchè semplice non vuol dire brutto, ma l'esatto contrario.

Mi è piaciuta tanto Sofia e il suo modo di fare diretto e spiccio, la sua allegria contagiosa e il suo adattamento, nonostante tutto, a una vita che non le appartiene.
Ian è invece il classico principe di altri tempi. Garbato, generoso, gentile e profondamente affezionato alla sua sorella minore. Un personaggio che è impossibile non apprezzare.
La sua storia d'amore con Sofia è stata dolce, delicata e davvero carina da leggere.
Mi sono piaciute anche le descrizioni dei luoghi dove si trova Sofia e non sarebbe per niente male andare a fargli una visita, perchè si è vero che è un mondo del tutto lontano dal nostro però prima avevamo anche tanti vantaggi che oggi si sono persi, come quelli di apprezzare quello che abbiamo intorno.
Oggi viviamo in un mondo dove corriamo sempre da un impegno all'altro, invece come Sofia impara sulla sua pelle è bene vivere con calma assaporando ogni momento facendo in modo che diventi speciale.
Leggendo questa storia non ho potuto fare a meno di fare paragoni con altri libri che hanno affrontato questo stesso argomento, ma posso dire che questo è risultato così simpatico che ne è uscito vincitore.
Mi ritengo anche soddisfatta della spiegazione sul perchè proprio Sofia abbia viaggiato indietro nel tempo, una spiegazione che forse agli scettici o chi non ama i romanzi rosa non accetterà subito ma a me è piaciuta e l'ho trovata anche credibile.
Alcune cose sono un pò assurde, alcune situazioni quasi impossibili ma mi sono divertita molto nella lettura di questo libro e lo consiglio a chi cerca qualcosa di divertente, leggero e senza troppe pretese.

Valutazione 4/5


Prima di leggere i vostri commenti, vi ricordo il calendario della rubrica per non perdervi nessuna recensione.





26 commenti:

  1. avevo visto questo titolo in giro. sono felice che ti sia piaciuto. me lo segno perché un libro che parla di salti temporali mi serve per una challenge a cui partecipo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so come tu faccia a destreggiarti tra mille challange ah ah ma se può servirti felice di esserti stata utile

      Elimina
  2. Mi sembra simpatico!!!! Posso farci un pensierino. :-)
    Lea

    RispondiElimina
  3. I libri con i viaggi nel tempo mi piacciono ma continuo a pensare che ce siano davvero pochi davvero belli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono daccordo infatti quelli che ho letto non mi hanno soddisfatta del tutto. Questo però è molto divertente

      Elimina
  4. Sembra simpatico Susy, poi i viaggi nel tempo mi hanno sempre affascinata, me lo segno per quando avrò una TBR meno fitta!!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono certa che piacerà anche a te Ely ^_^ ma no parliamo di TBR...

      Elimina
  5. Ciao Susy, sembra molto carino e l' aggiungo in WL =)!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere aver stuzzicato la tua curiosità Ella

      Elimina
  6. Leggo molti pareri positivi su questo libro, ne sono incuriosita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E'molto carino Dolci, spero ti possa piacere

      Elimina
  7. Deve essere molto carino. Prendo nota perché la tua recensione mi ha fatto venire voglia di leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono contentissima Laura *_* a me ha divertito molto

      Elimina
  8. Inizio a sentirmi ripetitiva, ma... passo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah l'ho fatto anch'io con molti thriller che non sono il mio genere

      Elimina
  9. Io l’ho letto e l’ho trovato molto carino. Una bella favola...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si brava Manuela, hai detto la parola giusta: favola. E' stata molto carina leggerla

      Elimina
  10. Questo non l'avevo notato ma ora me lo segno, grazie Susy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una lettura leggera ogni tanto ci vuole quindi felice di averti aiutata Chiara :)

      Elimina
  11. Non ho ben capito l'attinenza del titolo con la trama... credo sia colpa, come spesso accade, della traduzione italiana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti confesso la verità Lisse all'inizio nemmeno io l'avevo capita poi però quando viene spiegato perché Sofia è andata nel passato io ho inteso quella spiegazione nel titolo del libro e in effetti calza a pennello

      Elimina
  12. Sembra una storia davvero tenerissima! Magari lo segno :) Anche se temo il finale XD Ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il finale è bello quindi non preoccuparti :D
      Una bella favola moderna l'ho adorata

      Elimina