lunedì 9 luglio 2018

Rubrica Favole #8 Prezzemolina

Ciao a tutti amici lettori e buon lunedì.
Pronti a cominciare un'altra calda settimana?
Io... beh insomma diciamo che il caldo di questo periodo rende difficile fare un pò tutto e se penso che siamo appena a luglio... beh non voglio pensarci perchè è molto meglio. Concentriamoci quindi sulle cose belle e perciò ho decido di rispolverare una vecchia rubrica che era da tanto tempo che non aggiornavo.


Ho sempre amato il mondo delle Favole eppure come dimostra il numero di post ne ho fatti davvero pochi, un vero sacrilegio non trovate? E' giunto il momento di tornare a parlarvene e lo faccio con un libro che mi è capitato recentemente tra le mani.
Sto parlando di una storia non recente che forse non tutti conoscete, quindi se siete curiosi venite a conoscere con me Prezzemolina.


Come ogni fiaba che si rispetti anche Prezzemolina comincia con C'era una volta.

C'era una volta una donna che aspettava un bambino. Un giorno colta da un'improvvisa voglia di prezzemolo decise di rubare quella della sua vicina.
Di certo non immaginava che la sua vicina fosse una strega nè di essere scoperta. La strega si arrabbiò molto e decise che in cambio del suo prezzemolo doveva darle la sua bambina una volta nata.
La donna temendo di morire acconsentì e non fece più ritorno in quell'orto anche se la voglia di prezzemolo aumentava. Quando nacqua la sua bambina con quella strana voglia a forma di prezzemolo, scegliere il nome fu facile: Prezzemolina
Prezzemolina cresceva felice e spensierata, giorno dopo giorno incontrava la sua vicina di casa che le chiedeva sempre di rammentare la promessa che sua madre le aveva fatto.
La mamma aveva ormai rimosso quella promessa e con molta superficialità chiese a Prezzemolina di riferire alla loro vicina che poteva prendersi anche la promessa. 
L'ingenua Prezzemolina non sapeva che dicendo quelle parole la sua vita sarebbe cambiata, perchè la strega la catturò e la rinchiuse in una torre altissima nascosta nel bosco.
Gli anni passarono e Prezzemolina restò rinchiusa in quella torre senza poter mai uscire perchè non c'era una porta. La strega entrava e usciva in casa aggrappandosi ai suoi lunghi capelli che fungevano da scala e Prezzemolina aveva ormai perso ogni gioia di vivere.

Però un giorno un Principe passando da quelle parti la udì cantare, rimase folgorato da lei e audacemente le chiese di salire a parlarle.
Si aggrappò ai suoi capelli e Prezzemolina capì in quel momento cosa volesse dire essere innamorata.
Il Principe voleva portarla via ma Prezzemolina temeva troppo la strega ed era certa che tra loro non ci sarebbe stato mai futuro, ma il Principe era caparbio e determinato quindi con astuzia e intelligenza riuscì a convincere Prezzemolina che il loro futuro era ancora tutto da scrivere.
La Strega si oppose come poteva, ma nulla potè contro l'amore e contro la sfortuna che si accanì su di lei donando a Prezzemolina il giusto lieto fine.

Questa storia scritta da Gianbattista Basile per certi versi mi ha ricordato un pò la famosa Rapunzel l'intreccio della torre targato Disney anche se ci sono alcune varianti.

C''è inoltre un'altra versione quella di Italo Calvino dove Prezzemolina è presa non da una strega, ma da tre che cercano di mangiarla. Solo l'intervento fortuito del cugino Memè salva la situazione perchè lei si innamora ricambiato della bella fanciulla.

In entrambi i casi, Prezzemolina dimostra bellezza e anche tanta furbizia ed è una cosa che in una protagonista, di un libro o di una favola, che mi piace molto.
Avete letto questa storia?
La conoscevate?
Sono curiosa di sentire i vostri pareri, vi aspetto nei commenti


8 commenti:

  1. Ciao Susy, il nome "Prezzemolina" mi diceva qualcosa, ma è stato leggendo il tuo post che ho ricordato che, in effetti, è un po' un'antenata di "Raperonzolo" :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si in effetti è più datata di Raperonzolo ma altrettanto carina

      Elimina
  2. Prezzemolina non la conoscevo, ma già il nome doveva essere graziosa la favola! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vero? E' la stessa cosa che ho pensato anch'io quando ho letto il nome

      Elimina
  3. la conoscevo ma fa sempre piacere rinfrescarsi la memoria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si soprattutto se sono così carine vero?

      Elimina
  4. Adoroooooo devo assolutamente leggerlo con la mia Ale <3

    RispondiElimina