lunedì 8 ottobre 2018

Recensione: Farò di tutto per tornare da te di Kristin Harmel

Ciao a tutti amici lettori e buon lunedì.
Passata una buona settimana?
Io non posso lamentarmi soprattutto perchè mi sono riposata. Quindi torno sul blog bella carica, perchè voglio cominciare la settimana parlandovi di un libro che mi ha colpita moltissimo. Una storia che mi ha toccato nel profondo e che sono felicissima di aver letto. Già so che scrivere la recensione sarà difficile perchè rendere omaggio a questo gioiellino non sarà facile.
Voglio ringraziare subito la Garzanti per la copia digitale omaggio.

Trama

Per le strade illuminate di Parigi, Ruby si erai immaginata una vita piena di fascino e magia. Ma nulla è andato come sperava. Ormai non è più il tempo di scambiarsi confidenza e sogni con Charlotte, la bimba ebrea che vive nel suo palazzo, mentre ammirano Nostre-Dame e il lento scorrere della Senna. Perchè l'eco minaccioso della guerra si fa sentire sempre più v icino e Charlotte è presto costretta a indosare la stella di David, un simbolo che per lei significa molto e che ora le appare all'improvviso incomprensibile. Niente intorno a Ruby è più lo stesso. Tutto le fa paura. Fino al giorno in cui un uomo ferito bussa alla sua porta: è Thomas, un pilota della Raf in cerca di aiuto per non cadere nelle mani naziste. Grazie a lui, Ruby scopre l'esistenza di una rete nascosta di uomini e donne pronti a rischiare la propria vita per salvare gli altri. Le basta un attimo per decidere di unirsi a loro. Vuole prendersi cura di Thomas. Ma non solo: la famiglia di Charlotte è stata deportata in un campo di concentramento, insieme a migliaia di altri ebrei. Ora Ruby deve fare di tutto per proteggerala. In un mondo sconvolto, giorno dopo giorno, Ruby e Thomas si avvicinano sempre di più e aprono il loro cuore, per permettere all'amore di vincere. Ma in quei quei tempi bui non c'è spazio per le emozioni. C'è spazio solo per l'orrore. E Ruby si trova davanti a scelte difficili: salvare Charlotte o rinunciare alla propria felicità perdendo Thomas per sempre. Scelte che lasciano sul cuore una cicatrice che forse non scomparirà mai.
Appena ho letto la trama, appena ho visto la cover ho capito che questa storia doveva essere letta.
Adoro le storie che raccontano qualcosa di vero e che lasciano un profondo significato ma di certo non mi aspettavo che questa storia mi coinvolgesse a tal punto da rendermi impossibile staccarmi.

Raccontare di un periodo storico delicato e particolare come la guerra non è mai facile, ci sono innumerevoli libri che trattano quest'argomento ed è importante non diventare troppo minuziosi nei dettagli per non annoiare. L'autrice qui è riuscita non solo a parlare degli ebrei, della persecuzione e dei tedeschi che invadono la Francia con sapiente dedizione, ma ha anche saputo dare alla storia quel tono crudo e dolce nello stesso momento.


Ruby è un'americana approdata a Parigi per amore, stringe amicizia in fretta con la sua piccola vicina di casa Charlotte una bambina ebrea e la sua vita subirà scossoni così forti che mai avrebbe immaginato. Ruby dimostrerà a se stessa e a tutti gli altri che le donne sono importanti, che anche in un momento difficile e ricco di pericolo come la guerra, anche le donne possono fare la propria parte per aiutare. Anche le donne sono di utilità per liberare il proprio paese.
Ruby è una donna che mi è piaciuta subito. Un personaggio vero, con degli ideali e con la voglia di ribalta. La sua vita non è stata facile, per molto tempo ha pensato di essere sola poi però la sua vita si arricchisce di Charlotte e di Thomas e tutto cambia perchè loro rappresentano la sua famiglia.
Ho amato il suo coraggio, la sua voglia di prendersi cura degli altri e la sua sconfinata fiducia nel prossimo nonostante fosse consapevole degli orrori dell'animo umano. La sua storia mi ha toccata e commossa perchè nonostante i momenti non belli, lei ha trovato l'amore ed è riuscita a trovare quel pò di felicità che altri non hanno mai sperimentato per colpa della morte improvvisa e senza motivo.



Ruby però non è la sola protagonista perchè un grande spazio è dato a Charlotte, quella bambina che è cresciuta in fretta e che diventa una giovane donna capace di seguire le orme della sua amica. Il legame tra Charlotte e Ruby è bellissimo, cresce lentamente fino a diventare qualcosa di più perchè a volte i legami di sangue contano poco quando c'è l'affetto e il rispetto reciproco.
Charlotte deciderà che vuole rendersi utile come Ruby, lei le è stata d'esempio d'altronde e non si tirerà mai indietro sebbene rischi la sua stessa vita. Vuole lottare per un futuro migliore perchè essere ebrei non è qualcosa di cui vergognarsi, è solo un vanto di cui essere orgogliosi.
Charlotte è decisamente una co- protagonista coi fiocchi e se all'inizio non lo credevo perchè la reputavo ancora una bambina, dopo anche lei mi ha conquistato col suo coraggio e la sua caparbietà.

Una storia ricca di emozione, di sentimento e di amore. Sì, perchè nemmeno le morti di persone innocenti senza alcun motivo sono riuscite a evitare che l'amore sbocciasse, che un sentimento così puro nascesse fino a diventare solido e indelebile.
Thomas e Ruby hanno avuto pochi momenti insieme, la guerra era alle porte ma hanno capito di essere perfetti l'uno per l'altra anche se si erano incontrati nel momento poco opportuno. Ma cosa conta il momento se poi c'è l'amore?
Anche Thomas mi è piaciuto subito, la sua lealtà e la generosità lo rendono un personaggio maschile di tutto rispetto. Lui e Ruby sono decisamente la coppia perfetta, quella che è sempre un piacere leggere e non annoia mai.

Lo stile scorrevole, preciso e delicato dell'autrice ci mostra un pezzo di storia dove l'animo umano può cambiare. Sul suo cammino Ruby incontrerà anche persone buone che l'aiuteranno nonostante  perchè anche se si è tedeschi, ebrei, americani o francesi quando una persona è buona lo è sempre a discapito di chi si trova di fronte. Attraverso la storia di Ruby scopriamo che l'uomo non è sempre cattivo. Quando riesce a ragionare con il cuore, è capace anche di azioni che mai t'immagineresti perchè quando il cuore motiva le nostre scelte niente è mai sbagliato.

E cosa dire del finale? Fino alla fine l'autrice è brava a lasciarti in sospeso, col cuore in gola e poi termina tutto con quella sensazione di dolcemaro che mi ha lasciato per un attimo basita almeno finchè mi sono resa conto che infondo è così che doveva andare.
Consiglio sicuramente questa storia a chi cerca qualcosa di impegnativo, di profondo e anche forte che faccia davvero riflettere sull'animo umano.

Valutazione 5/5





14 commenti:

  1. Ciao Susy! Questo romanzo sembra decisamente il mio genere, e poi, a quanto leggo, ti è proprio piaciuto! Lo terrò in considerazione :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come si vede l'ho adorato anche se la storia è triste, ma è scritot benissimo

      Elimina
  2. Ciao Susy, di quest'autrice avevo letto un romanzo, e ricordo che mi era piaciuto!

    RispondiElimina
  3. Immaginavo si sarebbe rivelata una lettura molto bella. Anch'io lo possiedo, e lo leggerò non appena smaltiró qualche lettura ☺☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benissimo Gresi, fammi sapere se ti è piaciuto allora ;)

      Elimina
  4. non conoscevo questo titolo ma segno!

    RispondiElimina
  5. Da leggere di sicuro.. ora dopo la tua recensione non ho più dubbi!! ❤️

    RispondiElimina
  6. Garzanti questo mese ha pubblicato un sacco di cose che mi ispirano..e a me viene da piangere perchè mi sento sempre indietro su tutto

    RispondiElimina
  7. Avevo già pensato che questo libro fosse una perla di rara bellezza, leggendo, quando era il momento di segnalarlo sul blog, la sua sinossi da urlo... La tua recensione, infatti, non ha smentito ciò che credevo... Tuttavia, ho davvero timore a leggerlo... Non vorrei che mi coinvolgesse così tanto da non farmi più elucubrare su altro ahahah E capita spesso a me, una persona capace di emozionarsi con un niente e senza preavviso... Se però mi dici che vale la pena, potrei azzardarmi ad affrontarlo XD ahahah Che dici? Sopravvivrò? XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa storia è stupenda ma profonda tanto, triste, commovente. Io ci ho pensato e ripensato anche giorni dopo perchè ti lascia un vuoto dentro davvero grande e non esagero. Se scegli di leggerlo devi trovarti nello spirito adatto e prepararti tanto, non ti voglio spaventare ma solo preparare. Credo che storie del genere bisogna trovare il momento giusto altrimenti non si gustano bene oppure non riesci più ad uscirne

      Elimina