martedì 5 febbraio 2019

Questa volta leggo. Recensione: Finchè le stelle saranno in cielo di Kristin Harmel

Ciao a tutti amici lettori.
Febbraio è appena cominciato e di norma è il mese più corto di tutti, eppure di solito proprio questo mese racchiude tante belle cose.
Cominciamo infatti con una Rubrica che adoro. Sto parlando di Questa volta leggo.


Questa Volta Leggo è una rubrica a cadenza mensile in cui dopo un sondaggio scegliamo un argomento comune e tante blogger partecipano con una recensione per tutto il mese. La rubrica è stata creata da Chiara e Dolci.

Il sondaggio vincente di questo mese riguarda un romance e ovviamente la mia presenza non poteva assolutamente mancare. La mia scelta però è ricaduta su una storia che sì ha una storia d'amore, ma c'è anche molto e tanto altro.

Trama 

Da sempre Rose, nell'attimo che precede la sera, alza lo sguardo a cercare la prima stella del crepuscolo. E' quella stella, anche ora che la sua memoria sta svanendo, a permetterle di ricordare chi è e da dove viene. La riporta alle sue vere radici, ai suoi 17 anni, in una pasticceria sulle rive della Senna. Il suo è un passato che nessuno conosce, nemmeno l'amatissima nipote Hope. Ma adesso per Rose, prima che sia troppo tardi, è venuto il tempo di dar voce a un ultimo desiderio: ritrovare la sua vera famiglia, a Parigi. E, dopo settanta lunghi anni, di mantenere una promessa. Rose affida questo compito alla giovane Hope, che non ha nulla in mano se non un elenco di nomi e una ricetta: quella dei dolci dal sapore unico e inconfondibile che da anni prepara nella pasticceria che ha ereditato da Rose a Cape Cod. Ma prima di affidarle la sua memoria e la sua promessa, Rose lascia a Hope qualcosa di inatteso confessandole le proprie origini: non è cattolica, come credeva la nipote, ma ebrea. Ed è sopravvissuta all'Olocausto. Hope è sconvolta ma determinata: conosceva l'Olocausto solo attraverso i libri, e mai avrebbe pensato che sua nonna fosse una delle vittime scampate all'eccidio. Per questo, per dare un senso anche al proprio passato, Hope parte per Parigi. Perchè è nei vicoli tra Place des Vosges, la sinagoga e la moschea che è nata la promessa di Rose, una promessa che avrà vita finchè le stelle saranno in cielo.
Questa storia è raccontata in terza persona e sebbene io prediliga la narrazione in prima persona, qui non mi ha infastidita perchè ero così presa dalla vicenda che non ci ho nemmeno fatto caso.
Questa non è la classica storia d'amore, anche se l'amore è un sentimento che privilegia in ogni pagina e ogni parola. E' una storia che racconta una storia, ma partiamo dall'inizio.


Rose è una donna anziana che lentamente si sta spegnendo, prima di farlo però è decisa a raccontare a sua nipote la verità sulle sue origini, sente il bisogno di farlo adesso che sta per lasciare questo mondo.
E' così che Hope scopre la verità sulla religione di sua nonna. Non è cattolica come aveva sempre pensato, ma è ebrea ed è sfuggita a uno dei momenti più critici, più tristi della storia. Per accontentare la nonna, si mette alla ricerca dei suoi vecchi parenti e dell'unico vero grande amore della sua vita.
Per Hope non è facile pensare che non sia suo nonno l'amore di sua nonna, ma spinta dalla curiosità e dalla voglia di fare chiarezza comincia la sua ricerca della verità.
E' una corsa contro il tempo perchè la nonna sta sempre più male e prima che succeda l'irreparabile, Hope vuole darle le risposte che cerca, desidera scoprire cosa le è realmente accaduto in quei tempi lontani.
Attraverso viaggi, ricerche e aiuti inseperati Hope scopre che resti della sua famiglia sono ancora presenti, capisce che sua nonna è stata una donna coraggiosa e caparbia e che senza di lei ora non sarebbe nemmeno viva. I racconti che scopre, le persone che conosce, le fanno capire di non aver mai davvero conosciuto sua nonna perchè lei ha tenuto custodito dentro di sè la parte in cui era libera, felice e innamorata.
Una storia che racconta come la guerra abbia cambiato le persone, come chi sopravvissuto a tanti orrori abbia deciso di voltare pagina senza tornare mai indietro perchè non è semplice dimenticare, non lo sarà mai. Attraverso questa ricerca, non solo Hope farà un favore a sua nonna ma scoprirà anche se stessa, si renderà conto che la vita è davvero ingiusta ma che quando c'è l'amore si riesce a viverla meglio.
Ho adorato il messaggio che lancia questa storia, la ricchezza di contenuti che questa storia mostra perchè certi pezzi di storia non dovremmo mai dimenticarli, fanno parte della nostra ricchezza interiore e ci aiutano a capire che oggi ci lamentiamo di cose futili mentre invece le vere persone coraggiose sono altre, sono coloro che sono ancora vivi dopo tanta sofferenza.



Una storia intensa, emozionante e ricca di sentimento. Mi ha appassionato e mi ha fatto soffrire perchè la vita durante la persecuzione degli ebrei è stata ingiusta, tremenda e la cosa peggiore è che non è romanzata, è la pura verità. E' terribile pensare a tante, tantissime persone morte senza un valido motivo, è devastante immaginare a coloro che sono sopravvissuti senza avere nessun altro al mondo a causa di una guerra senza senso.
Grazie a Rose scopriamo però che c'era anche altro, che nonostante la cattiveria e la crudeltà esisteva anche l'amore e che la forza più potente del mondo non si spegne mai se a ravvivarla c'è la fiammella della speranza.
Il titolo di questo libro è perfetto per la storia e lo promuovo a pieni voti, un finale dolce ma anche triste che ci insegna come l'amore vero esiste, Rose ne è la prova lampante. Rose è una sopravvissuta ma non solo perchè grazie a lei le generazioni future hanno nel sangue quel coraggio che rappresenta una vera e propria eredità.

Consiglio questa storia a chi cerca qualcosa di vero, a chi è pronto a commuoversi e sentir parlare di cose brutte ma anche a chi crede nell'amore come il sentimento più puro e potente del mondo. Senza l'amore il mondo non potrebbe andare avanti e questa storia lo dimostra.

Valutazione 5/5



E adesso vi lascio il calendario con le varie tappe, così non potete perderne una.





32 commenti:

  1. le tue parole mi hanno molto emozionato Susy, lo segno subito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara.
      Mi fa piacere perchè è un libro che potrebbe piacerti secondo me, è bello davvero

      Elimina
  2. ho letto questo romanzo un bel po' di tempo fa, ne ho un bel ricordo, e come spesso mi capita la parte più mi ha emozionata è quella passata di Rose.
    sono felice che questo romanzo ti sia piaciuto così tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chicca.
      Si la parte più ricca di emozioni è quella di Rose, bellissima storia davvero

      Elimina
  3. Questo libro potrebbe pure piacermi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora se lo leggi fammmi sapere Rosaria ;)

      Elimina
  4. Bello, ma soprattutto bella la tua recensione

    RispondiElimina
  5. Io ho ADORATO questo romanzo! Poi ho comprato e compro ancora, tutti gli altri titoli dell'autrice, perché è davvero bravissima. Bella recensione e sono d'accordo con ogni tua parola. Leggetelo! Non ve ne pentirete! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania.
      Felice di trovarmi d'accordo con te. E' davvero brava e questo libro merita

      Elimina
  6. Ciao Susy, di quest'autrice ho letto un altro romanzo, e ricordo che mi era piaciuto molto... anche questa storia sembra davvero molto bella :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ariel.
      Penso che sì lei sia molto brava. Questo è il suo secondo libro che leggo e mi ha conquistata per la seconda volta

      Elimina
  7. Non è del tutto un romance e forse potrebbe piacermi, inoltre la tua recensione è davvero molto bella! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si in effetti va molto oltre il romance ma io lho adorato davvero

      Elimina
  8. Questo libro l'ho adocchiato da tempo, ma non trovo mai il modo di incastrarlo con le varie letture

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che quando lo leggerai ti piacerà come è piaciuto a me

      Elimina
  9. Un libro che non ho letto anche se mi ha sempre attirata, forse a fermarmi è la tematica dell'Olocausto... ci farò un pensierino!

    RispondiElimina
  10. Complimenti per l'emozionante recensione: non ho letto il libro ma viene proprio voglia di farlo. Aggiunto in lista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tanto Maryella e spero che ti piaccia

      Elimina
  11. Questo libro mi incuriosisce molto, ma non li ho ancora dato una possibilità. Forse in futuro riuscirò a leggerlo!

    RispondiElimina
  12. L'ho letto anni fa, ma ricordo ancora la sua bellezza! Indimenticabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vero? È una di quelle storie che non si dimentica

      Elimina
  13. Questo lo voglio leggere anch'io. Grazie di averne parlato. Ciao da Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Lea. Io l'ho adorato spero che piaccia anche a te

      Elimina
  14. Devo assolutamente leggerlo! Soprattutto dopo la bella recensione!😘

    RispondiElimina
  15. Ho questo romanzo in wl da tempo, devo recuperarlo!

    RispondiElimina
  16. avevo puntato questo libro mesi fa e poi non l'ho più letto...bella la tua recensione

    RispondiElimina