giovedì 21 gennaio 2016

Recensione: Troppo bello per dire di no di Jessica Clare



Trama

Il magnate immobiliare Hunter Buchanan ha un passato oscuro, di cui porta ancora addosso le cicatrici. Per questo vive come un recluso nella sontuosa tenuta di famiglia. Hunter era disposto a rinunciare ai sentimenti, fino a quando non ha visto una donna dai lunghi capelli rossi e dalla bellezza enigmatica e ha deciso di architettare un piano per conoscerla. Gretchen Petty ha bisogno di uno stipendio e di dare una svolta alla sua vita. Così, quando le si presenta un’occasione di lavoro in una ricca tenuta a New York, la coglie al volo. Ma se può trascurare le stranezze del nuovo incarico, non le riesce invece di ignorare l’aspetto attraente del nuovo capo e il suo temperamento imprevedibile. Hunter teme che il suo piano possa fallire prima ancora di essere messo in atto, ma Gretchen gli dimostrerà che la vita può essere piena di sorprese...

Secondo libro che fa parte della saga del club di miliardari.
Il primo libro vedeva protagonisti Logan e Brontè in Scommessa indecente (cliccare sul titolo per la recensione).

Se non si è letto il primo libro però si può leggere questo tranquillamente da solo perchè ci sono nuovi personaggi e solo vaghi accenni al precedente volume.
L'altro libro mi aveva convinta poco ma ho deciso di dargli un'altra possibilità perchè mi affascinava il personaggio di Hunter che si è solo intravisto nell'altro libro e a fine lettura, devo dire di aver apprezzato di più questo libro.

Una storia dove ci sono scene spinte e molto hot ma che non sono il fulcro principale infatti a me ha colpito il resto perchè la storia è altra.
Mostra, infatti, un messaggio chiave quello di guardare oltre le apparenze.
Una storia che mi ricorda un pò quella della Bella e La bestia dove vediamo la protagonista guardare oltre l'aspetto fisico del signore del castello apprezzando la sua sensibilità e la sua premura nel voler dedicarsi soltanto a lei.

La scrittura è in terza persona e quindi conosciamo i pensieri di entrambi. Due spiriti liberi e completamente differenti. Gretchen è spigliata, diretta, ironica e spumeggiante, una ragazza con tante doti che è difficile non apprezzare.
La sua vivacità mostra una ventata d'aria fresca verso protagoniste che invece si fanno mille problemi e che sono sempre depresse, lei invece irradia forza e solarità e mi piace molto.
Svolge un lavoro che non le da grandi soddisfazioni eppure lo svolge perchè è l'unico mezzo per pagarsi le bollette, anche questo è diverso perchè di solito abbiamo sempre personaggi affermati o donne in carriera. Gretchen invece non ha ancora trovato la sua strada ed è facile immedesimarsi nei suoi panni.

Hunter invece è una persona solitaria, taciturna e molto timida sebbene possieda un impero di miliardi che governa nella sua tenuta immensa.
Non è arrogante come i tuoi amici miliardari tra cui Logan il suo amico di vecchia data, non ostenta modi antipatici ma si rifugia nella sua casa immensa per un solo motivo: il suo aspetto.
Da piccolo è stato orrendamente sfigurato e questo l'ha portato a vivere con costante apprensione, tutti non riescono a guardarlo senza restare orripilati e lui stesso è sicuro che nessuno riuscirà mai ad apprezzarlo per quello che è.
Con i suoi amici si sente a suo agio eppure c'è sempre qualcosa che lo frena, sa di non poter mai trovare qualcuno che stia al suo fianco senza provare disgusto e quella consapevolezza gli rende difficile approcciare con gli altri.
Quando vede Gretchen per la prima volta ne resta ammaliato, vuole conoscerla e per farlo architetta un piano che la faccia restare nella sua casa per un mese. Una piccola bugia per poterla conoscere meglio e vivere della sua compagnia effervescente.
Non si aspettava certo di innamorarsi perdutamente di quella ragazza ai suoi occhi perfetta che lo stuzzica di continuo.
Hunter non è mai stato innamorato nè ha mai avuto una storia seria, con Gretchen è tutto nuovo e questo lo porta a commettere degli errori ma non scalfisce minimamente il suo amore per lei.

Gretchen è solo sorpresa da quel volto, dalle sue cicatrici ma mai disgustata. Vuole conoscere a fondo quell'uomo che coltiva le rose, che è sempre premuroso con lei anche se si ostina a pensare di non essere abbastanza a causa del suo aspetto fisico.
Ne è attratta nonostante tutto e userà tutte le armi femminili di cui dispone per farlo sciogliere un pò.

E' molto difficile per Hunter credere che una donna come Gretchen voglia proprio lui, per tutta la vita ha visto tutti mostrargli disgusto e ribrezzo e nonostante ci sia abituato questo non significa che non ci resti male. Un uomo con un impero ai suoi piedi soffre di insicurezza e questo lo rende molto umano. Di solito i protagonisti maschili sono pieni di se e mentre Hunter fatica a mostrare fiducia nel prossimo e per questo decide di vivere isolato per non dover affrontare gli sguardi degli altri.
Grazie a Gretchen capirà che non deve sentirsi inferiore rispetto agli altri solo perchè ha un aspetto diverso e imparerà anche a volersi un pò più bene. Per la prima volta una donna lo guarda come deve essere guardato ogni uomo e questo riempie il suo cuore di una gioia mai provata.

Una storia che mi ha colpito molto e che mette in evidenza i sentimenti più vulnerabili di una persona, quando amiamo ci rendiamo infatti più vulnerabili e mettiamo a rischio il nostro cuore, i nostri sentimenti. Hunter l'ha fatto anche se aveva paura di perdere, paura che lei scappasse via una volta scoperto del tutto il suo corpo e si sbagliava. Lei non solo è rimasta al suo fianco perdonandogli le sue bugie, ma l'ha anche guarito rendendogli più piacevole la vista del mondo.

Una lettura che consiglio per chi vuole guardare oltre le apparenze e non si lascia scoraggiare tanto facilmente, è un bel messaggio che mi sento di apprezzare in fondo.

Valutazione 4/5











6 commenti:

  1. Ciao Susy, ho letto con piacere la tua recensione perchè vorrei leggerlo anche io, poichè m'intrigava proprio per gli aspetti che hai evidenziato. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonietta.
      Allora se lo leggi fammi sapere cosa ne pensi, a me piace proprio perchè a parte la parte erotica c'è molto altro e mi è piaciuto come è stato scritto.

      Elimina
  2. Ciao Susy! Ho finito pochi giorni fa questo romanzo e presto posterò la recensione, ma intanto ne approfitto per accordarmi al tuo pensiero.Il libro mi è piaciuto, sia il messaggio che questa sorta di rivisitazione de La bella e la bestia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jess!
      Ah bene allora leggerò con piacere il tuo parere, mi fa piacere sapere che anche questa volta la pensiamo allo stesso modo ;)
      A me è piaciuto molto

      Elimina
  3. Ciao Susy, vedo che alla fine lo hai letto! Mi fa piacere che hai apprezzato il libro! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice.
      Si, mi è piaciuto davvero molto

      Elimina