venerdì 18 ottobre 2019

Rubrica 5 cose che... # 5 libri tratti da storie vere

Ciao a tutti amici lettori e buon venerdì.
Passata una buona settimana? Pronti per il meritato week di riposo o avete programmi particolare per questo fine settimana?
Io mi godrò un meritato relax, ma intanto ho deciso che oggi era tempo di rispolverare una vecchia rubrica a cui per forza di cose non riesco a partecipare attivamente come vorrei.
Sto parlando di 5 cose che...

La Rubrica 5 cose che è una rubrica inventata dal blog Twins Books Lovers in cui ogni settimana si propone un argomento comune del quale parlare. Per sapere di più sull'iniziativa cliccare QUI e vi ricordo che l'iscrizione è sempre aperta.

L'argomento di oggi è 5 libri tratti da storie vere e quindi dopo un'attenta riflessione ecco le mie scelte.

giovedì 17 ottobre 2019

Recensione: Ego Maniac di Vi Keeland

Ciao a tutti amici lettori e buon venerdì.
Passata una buona settimana?
Pronti al riposo del week end? Io non vedo l'ora, ma ormai credo lo sappiate visto che vi dico sempre quando adori il venerdì.
Oggi poi ancora di più perché c'è un libro carinissimo che non vedevo l'ora di leggere.

Grazie alla Sperling per la copia omaggio.

Trama
Drew Jagger è un affascinante avvocato divorzista di successo, con uno studio da sogno affacciato su Park Avenue. Di ritorno da una vacanza alle Hawaii la sera di Capodanno, trova però il suo ufficio occupato da Emerie, una terapista di coppia che si è fatta truffare da un finto agente immobiliare. Dopo lo sconcerto inziiale, per la prima volta in vita sua, Drew, egocentrico e arrogante sciupafemmine, rimane intrigato da una donna che non ha nulla a che vedere con quelle che ha sempre frequentato. Emerie lo disarma. Con la sua ingenua schiettezza, la sua gentilezza, la sua vulnerabilità... e un lato B da capogiro. I due non hanno nulla in comune se non l'ufficio, ma col passare del tempo la convivenza forzata sfocia in una proficua collaborazione professionale e in un'attrazione irresistibile. Mentre cercano di controllare i loro impulsi, Drew dovrà affrontare il suo passato e imparare ad accettare una dura verità che riguarda suo figlio. E capirà che la dolcezza di Emerie è ciò di cui ha sempre avuto bisogno. E che il vero amore arriva quando meno te lo aspetti.
Ho avuto il piacere di incontrare quest'autrice al Rare, una persona davvero gentile e disponibile. Ho letto molti suoi libri che mi hanno sempre colpita per come unisce leggerezza e temi importanti. Ero quindi curiosa di leggere il suo ultimo libro che sono riuscita a farmi autografare.

mercoledì 16 ottobre 2019

Sanditon di Jane Austen. Recensione Serie tv

Ciao a tutti amici lettori.
Il post di oggi è un po' particolare perché non parlerò soltanto di libri, ma di una serie tv che mi ha praticamente conquistata.
Sto parlando di Sanditon e devo ringraziare la mia amica Silvia per avermela fatta scoprire.

Per chi non lo sapesse Sanditon è un romanzo incompiuto della mitica e unica Jane Austen.
La nostra Jane non riuscì a completarlo perché cominciò a star male e quello stesso anno, il 1817, morì.
I suoi eredi l'hanno poi successivamente pubblicata decidendo di dare questo nome sebbene il manoscritto fosse senza titolo.
Ormai sapete quanto ami Jane Austen e quindi non sarete sorpresi se dico che ho letto questo libro a suo tempo, essendo una storia incompiuta è come leggere qualcosa a metà, ma lo stile della Austen è sempre unico e inimitabile e quindi leggerlo è sempre un piacere.
Confesso di essermi sempre chiesta cosa sarebbe successo all'eroina che c'era in queste prime pagine. 
Non è il primo testo incompiuto che ho letto di quest'autrice, ma questo che forse fu il suo ultimo mi ha sempre suscitato curiosità. Ecco perchè quando ho saputo della rappresentazione in tv, non stavo nella pelle sebbene sapessi fin da subito che a parte l'inizio che dà una specie di prologo all'intera vicenda, il resto è tutto frutto della mente di Andrew Davis.

Lui è già sceneggiatore di "Orgoglio e Pregiudizio" del 1995 e di "Ragione e sentimento" del 2016, ho pensato che doveva per forza aver scritto qualcosa di bello e quindi mi sono lanciata piena di aspettative. Certo il timore che avrebbe rovinato qualcosa della mitica Jane c'era, però è più forte di me ogni volta che vedo qualcosa che la riguarda devo guardare con i miei occhi - o leggerlo a seconda dei casi - se si tratta di qualcosa di buono e quindi anche questa volta l'ho fatto. Penso sempre che farsi un'idea propria su qualcosa che si vede tante volte in giro sia la cosa migliore e anche stavolta ho seguito l'istinto.
Il risultato?
Bellissimo. Ebbene sì, mi sono gustata questi otto episodi nei ritagli di tempo desiderando di saperne di più e l'ho adorato. Voglio però subito dire una cosa per chi vorrebbe cimentarsi in quest'avventura: il finale! Oh mamma mia quel finale, che colpo al cuore!
Non so se si farà una seconda stagione, io lo spero vivamente perché di certo la nostra zia Jane non avrebbe terminato un libro così, non spezzando tutti i nostri cuori in questo modo.
Spero davvero che viste le proteste di molti fan, i produttori decidano di regalare una seconda parte a questa storia davvero, davvero bella.

martedì 15 ottobre 2019

Review Party. Recensione I love shopping a Natale di Sophie Kinsella

Ciao a tutti amici lettori.
Oggi giornata importante e non solo perchè è il compleanno del mio papà, ma perchè in libreria ritroviamo lei, la mitica e unica: Sophie Kinsella.
Non è soltanto un semplice ritorno, perchè oggi lei riporta l'indimenticabile Beckey, ecco perchè con entusiasmo ho accettato di partecipare a questo Review Party.


Grazie a Mondadori per l'invio della copia e a Sonia di Esmeralda viaggi e libri per la grafica


Trama
Becky Bloomwood adora il Natale. Il rito è identico ogni anno: l'invito a casa dei suoi genitori, le canzoni tradizionali ripetute fino allo sfinimento, la mamma che finge di aver fatto lei il pudding e i vicini di casa che puntalmente si ripresentano con i loro orrendi maglioni a tema per bere insieme un bicchiere di sherry.Ma stavolta lo scenario cambia: i genitori di Becky si sono temporaneamente trasferiti a Shoreditch, il quartiere londinese più mondaiolo del momento, e le chiedono di organizzare il Natale a casa sua. In fondo qual è il problema? Sarà sicurametne in grado di farlo, figuriamoci!Ora Becky vive in campagna con Luke e la piccola Minnie, vicino alla sua amica Suze, e lavora nel negozio annesso alla sua splendida e antica residenza di famiglia.Anche se non rinuncia alle scorribande nei nogozi londinesi, lo shopping on line è la sua nuova frontiera e sapere di poter fare acquisti da casa in ogni momento, semplicemente con un clic, è per lei molto rassicurante. Poco importa se deve procurarsi un tacchino vegano per la sorella Jess, se vuole a ogni costo trovare regali personalizzati per tutti o se il vestito che ha scelto le è troppo stretto: Becky coglie questa occasione come una vera e propria missione.
La Kinsella ormai è sinonimo di leggerezza, di allegria e soprattutto di sicura tranquillità. Quando leggo quest'autrice, già so che passerò dei momenti sereni e divertenti, ma leggere di Becky Brandon (nata Bloonwood) è stato come ritornare a casa.

lunedì 14 ottobre 2019

Recensione: L'amore nuoce gravamente alla salute di Denise Aronica

Ciao a tutti amici lettori e buon lunedì.
Passato un buon week end?
Io sono stata molto felice di passarlo nel modo che più adoro: leggere. Quale modo migliore per rilassarsi prima di intraprendere una nuova settimana?
Ecco perché stamattina mi sento più rilassata e posso parlarvi di un libro che ho letto di recente e che ho trovato davvero carino.
Oltre a trovare la recensione qui, nelle storie Instagram QUI del mio profilo troverete anche un review particolare.
  #l'amorenuoceigtour



Trama
Gaia, ventisei anni, un monolocale sottosopra, il sorriso contagioso e la risposta sempre pronta, è convinta che la sfortuna sia una questione di punti di vista. Poco importa che il suo fidanzato storico l'abbia lasciata o che non riesca mai a ottenere gli impieghi per cui fa domanda per via della sua inesperienza. Tra un corso di aggiornamento e un'infinita serie di colloquio, passa i suoi fine settimana facendo la barista in un pub nel cuore di Firenze e per arrotondare si dedica alla più insolita delle attività: il riordino degli spazi altrui.Nonostante la sua vita non stia andando proprio come aveva progettato, Gaia è convinto di potercela fare e piangersi addosso è la cosa che le piace meno al mondo, ma quando i suoi vecchi compagni di liceo la invitano a cena per una rimpatriata, sente il bisogno di correre ai ripari. Per una sera soltanto reciterà la parte della Dottoressa Gaia Borlotti, laureata con lode e assistente personale dei dirigente di un'azienda fiorentina di spicco.Jacopo Casadei, il ragazzo bello e impossibile che un tempo era il più ambito della classe e dell'intera scuola, invece non ha nessun bisogno di fingere. Grazie alla prestigiosa laurea ottenuta alla Bocconi, ricopre una posizione davvero invidiabile, abita in centro e guida un'auto che farebbe gola a chiunque. Dopo un incontro molto ravvicinato quasi finito in tragedia, sarà proprio Jacopo che Gaia si troverà di fronte, pronto a esaminarla nel giorno del colloquio più importante della sua vita.
E' la prima volta che leggo quest'autrice, devo ringraziare la mia amica Chiara per avermi convinta a a partecipare a questa lettura e gliene sono molto grata perché ho scoperto un'autrice che meritava di essere letta.