giovedì 26 luglio 2018

Recensione: E' qui che volevo stare di Monica Brizzi

Ciao a tutti amici lettori.
Ho sempre considerato luglio migliore di agosto come mese per andare in vacanza, meno caos, più sole e il tempo più stabile. Purtroppo però a luglio bisogna lavorare e quindi niente vacanza, ma tanto caldo😧
Verrebbe solo voglia di stare a casa con il ventilatore (si sono vecchio stile io uso il ventilatore e non il condizionatore) e invece...
Quando leggo però caldo e voglia di vacanza spariscono perché la lettura infondo è un anche un modo per viaggiare no?
E il libro di cui voglio parlarvi oggi denota un pò questo periodo estivo.

Ringrazio la Butterfly Editore per la copia digitale.

Trama

Una promessa fatta dieci anni prima. Tornare in Grecia, ancora una volta, tutti insieme. E' questa l'idea che spinge un gruppo di trentenni a ripetere la gita dell'ultimo anno di scuola. Peccato che Sofia, così rossa e piena di lentiggini da essersi meritata il soprannome di Gnomo, non sia pronta a ritrovare tutti, soprattutto Michele, l'ex da cui cerca di scappare. Ma anche Tommaso, l'amico di sempre, per cui prova una segreta attrazione. I sentimenti taciuti da anni rischiano di scoppiare da un momento all'altro e di rovinare la loro amicizia, ma i due sono legati da uno strano rapporto per cui non riescono a stare lontani a lungo. In una notte stellata, tra la spensieratezza del viaggio e le risate degli amici, ci scappa un bacio e la situazione diventa più complicata del previsto.
E' la prima volta che leggo un libro di quest'autrice italiana, devo ammettere che mi incuriosiva da un pò quindi sono felice di aver approfittato dell'occasione una volta arrivata.

Lo stile di Monica è semplice, fluido e la storia scorre che è una meraviglia forse anche grazie alla
lunghezza non eccessiva di pagine.
Narrato in prima persona, racconta la storia di Sofia una ragazza che si ritrova a visitare la Grecia insieme al gruppo di amici di una volta per una sorta di rimpatriata.
L'idea è molto carina e le permette di rivedere anche persone che non vedeva da anni, peccato però che a questa gita partecipino anche due persone che lei sperava di non vedere. Michele il suo ex e Tommaso il ragazzo per il quale ha sempre avuto un debole.
Sembra che la vacanza sia quindi predestinata ad essere un vero disastro, invece sarà proprio questa vacanza e la vicinanza dei due ragazzi a far sì che Sofia acquisti quella chiarezza che le serviva per aprire finalmente del tutto il suo cuore.



Una storia dolce, delicata e tanto carina. Ammetto che quando ho letto i nomi dei due ragazzi ho subito pensato a un triangolo amoroso e un pò ne ero preoccupata, tuttavia non c'è niente di simile quindi su questo fronte sono stata salvata e mi fa piacere perché proprio non li sopporto.
Sofia sa benissimo chi vuole e non è indecisa tra due ragazzi, il suo cuore è sempre stato suo. Gli anni, la distanza, il fatto che siano tutti cresciuti non è servito a cancellare quel sentimento che Sofia cova nel suo cuore da tanto, troppo tempo.
Può una vacanza risolvere così una faccenda di cuore tenuta in sospeso per anni? Sembra assurdo invece la risposta è sì, questa vacanza però non aiuterò solo Sofia ma anche altri personaggi che girano intorno a lei e che scoprono la bellezza di essere cresciuti e di essere dopotutto ancora insieme.

Una lettura che ci mostra come a volta la paura ci faccia compiere gesti avventati, come la non chiarezza possa sfociare in qualcosa che non volevamo, come le cose non dette possano portare a conseguenze senza rimedio. E' una lettura però, che ci insegna anche come l'amore ancora una volta vinca su tutto, come quando due persone destinate a stare insieme lo saranno comunque a prescindere da tutto e da tutti.
Decisamente una storia adatta a chi ama il lieto fine, a chi crede nel primo amore e che tutti i sogni possano realizzarsi perché infondo, quando leggiamo abbiamo bisogno di credere nelle favole giusto?

Ammetto che avrei preferito qualche approfondimento in più, la brevità della storia mi è dispiaciuta perché avrei preferito una storia più lunga, tuttavia l'intensità di queste poche pagine mi ha fatto scoprire un'autrice che di certo leggerò ancora appena se ne presenterà l'occasione.

Valutazione 3/5




8 commenti:

  1. Ciao Susy, avevo letto questo romanzo quando era in versione self e l'avevo trovato una piacevole lettura :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vero, una romantica storia leggera

      Elimina
  2. Non è il mio genere, ma sembra davvero molto carino. Da leggere in queste vacanze quando si cerca qualcosa di leggero **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente Emanuela qualcosa di leggero per staccare la spina in quel caso va benissimo questa storia

      Elimina
  3. Sono contenta tu l'abbia letto <3 A me era piaciuto moltissimo all'epoca <3 L'ho trovato spensierato e simpatico :D

    Di questa autrice ti consiglio "Ogni singola cosa" <3 Ok, devo ancora recensirlo... È uno dei tanti "parti" in arretrato :P Ma, davvero, merita <3

    RispondiElimina
  4. Ciao Susy, questo libro lo aspettavo, ma mi ero persa l'uscita!! Adoro Monica Brizzi e questo libro sembra essere proprio la tipica storia che sono solita amare. L'aggiungo subito il lista!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che a te piacerà molto Frency, poi fammi sapere ;)

      Elimina