martedì 9 gennaio 2018

Recensione: Non mentirmi di Sagara Lux

Ciao a tutti amici lettori.
In questo periodo di feste ho letto molto e scritto anche tanto, quindi mi considero davvero fortunata perchè è un periodo particolare in cui mi sento ispirata e per fortuna incontro belle letture. Speriamo che duri perchè così inizio l'anno proprio col piede giusto.
Oggi voglio parlarvi di un libro particolare che, non credevo, mi è piaciuto.

Trama

Nathan Blair nasconde un segreto. A Miranda basta un semplice sguardo per percepire in lui qualcosa di affascinante e spaventoso al tempo stesso; qualcosa che l'attira al punto da farle mettere da parte la carriera di violinista e investire tutta se stessa nella ricerca della verità.Miranda De Luca possiede un talento. Il suono del suo violino riesce a penetrare le barriere della mente di Nathan. Risveglia le ombre del suo passato e riporta alla luce qualcosa che credeva di avere sepolto per sempre.Miranda è la stessa che brilla sul palcoscenico.Nathan è il mostro che la osserva nell'ombra.Uno dei due mente, l'altro vuole scoprire la verità. E' per questo che scedono a un patto pericoloso e sensuale, che li costringerò a rivelarsi per quello che sono e legherà per sempre le loro vite, i loro corpi... E i loro segreti.
Secondo libro che leggo di quest'autrice. Mi è era piaciuto molto il suo stile nel romanzo breve e autoconclusivo Fai il tuo gioco (cliccare sul titolo per la recensione) e così dopo tanti tentennamenti mi sono decisa a tuffarmi in un'altra sua storia.

Perchè ho tentennato? Bhe pensavo che una serie dark romance non facesse per me, ma complice altre blogger entusiaste ho decido di dare una possibilità a questo libro e devo dire che ho fatto benissimo.
Se nell'altro libro mi aveva subito coinvolto lo stile dell'autrice nonostante fosse un romanzo breve, qui è stato ancora meglio perchè è stato faticoso staccarsi dalle pagine. Volevo conoscere cosa sarebbe successo dopo e infatti ho finito questo libro davvero in fretta.
Nathan e Miranda sono i protagonisti della storia, attraverso i pov alternati conosciamo i loro pensieri e se quelli di Nathan sono complicati da decifrare perchè è uomo che nasconde mille segreti, quelli di Miranda sono più facili e di impatto.
Se per Nathan è bastato sentirla suonare al violino, per Miranda è servito guardarlo negli occhi. In entrambi in casi nessuno dei due ha avuto scampo: il loro destino era già scritto.

Ammetto che all'inizio non ho molto approvato i comportamenti di Miranda, accetta di tutto per un uomo che nemmeno conosce, annulla ogni sua convinzione per lui senza conoscere niente e si fa guidare solo dall'istinto di attrazione. Ho pensato che fosse una donna con poco cervello e solo tanta voglia di provare qualcosa di forte, invece poi pagina dopo pagina mi sono ricreduta perchè la sua ferrea determinazione ad avere Nathan nella sua vita non è mai vacillata. Se all'inizio poteva sembrare solo una banale attrazione, poi è diventato evidente che c'era molto altro. Quando hanno cominciato ad entrare in gioco i sentimenti, niente è stato come prima.


Mi è piaciuto inoltre che se lui è descritto come il bellissimo della situazione (ovviamente tanto per cambiare) lei viene descritta come una bellezza classica, non esaltante ma normale e questa diversità ha cambiato un pò le carte in regola. La sua determinazione e la sua bellezza acqua e sapone me l'hanno fatta rivalutare molto e alla fine si è dimostrata una bella protagonista.
Grazie a lei Nathan è riuscito di nuovo ad amare e non era compito da poco considerato tutto quello che ha passato.
E che dire di Nathan? Un personaggio complesso, ricco di sfaccettature e decisamente interessante da scoprire. Sente di provare qualcosa di forte per Miranda e cerca in tutti i modi di starle lontano, ma senza successo perchè quando il cuore decide è difficile fargli cambiare idea, è complicato resistere al richiamo del proprio organo vitale che ci indica una sola direzione da prendere.
Anche lui un gran bel personaggio descritto perfettamente con i suoi pregi e i suoi difetti che ce lo fanno apparire più umano e non irrangiungibile anche se l'immagine iniziale che dà di lui è proprio questo.
E che dire dell'epilogo finale? Adoro quando gli autori e le autrici scrivono l'epilogo, l'ho sempre detto e lo ribadisco ancora perchè dà quel tocco alla storia ancora più importante e anche in questo caso mi è piaciuta molto.
Anche perfetto è il titolo che descrive perfettamente tutta la storia con quelle due parole: Non mentirmi.

Una lettura davvero coinvolgente, la mia attenzione non è mai scemata ed è rimasta forte e desiderosa di scoprire cosa succedeva fino alla fine.
Si, è vero ci sono molte scene calde e per quanto non ami molto quando ci si addentra troppo in questo genere di cose non è stato niente di esagerato come credevo. La storia poi così ben scritta mi ha fatto dimenticare tutto il resto e la mia valutazione è senz altro positiva.

Valutazione 4/5




5 commenti:

  1. Sono contenta che ti sia piaciutooo!

    RispondiElimina
  2. Sono contenta che ti sia piaciutooo!

    RispondiElimina
  3. sono sempre più curiosa ora. Ho letto altro di questa autrice e mi piace il suo stile ma come te sui dark ho sempre timore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti avevo timore anch'io e invece è stata una bella sorpresa

      Elimina