venerdì 25 maggio 2018

Review Party. Recensione: Il Veterano di Katy Regnery

Buon venerdì a tutti amici lettori.
Oggi sono molto contenta di poter parlare di un libro che avevo finito di leggere da un pò in occasione del mega evento organizzato. Una storia che prende spunto dalla famosissima favola La Bella e la Bestia.
Non appena la mia amica Lara mi ha fatto notare l'uscita di questo libro, non ho potuto fare a meno di partecipare.
Come sapete amo le favole in tutte le sue forme e  non potevo lasciarmi sfuggire quest'occasione.
Avevo già letto un libro che mi ricordava molto la storia della Bella e la Bestia Troppo bello per dire nodi Jessica Clare e quindi ho voluto dare un'occasione anche a questo retelling. Posso già anticiparvi che ho fatto benissimo, perchè la storia mi è piaciuta molto.
Ringrazio la Quixote Edizioni per avermi inviato una copia digitale del libro 
Angela del blog Insaziabili letture per avermi permesso di partecipare a questo evento.

Trama

Savannah Carmichael, tradita da una fonte inaffidabile, che ha irremediabilmente distrutto la sua carriera di giornalista, torna a Danvers, Virginia, la sua città natale.L'opportunità di rimettere insieme i pezzi della sua carriera si present quando deve scrivere un pezzo di interesse patriottico e umanistico sull'eremita della cittadina, Asher Lee, un veterano ferito che è tornato a Danvers otto anni prima, e che nessuno ha più visto da allora.Dopo l'esplosione di una bomba su strada in Afganistan, che lgi ha portavo via una mano e sfigurato metà viso, Asher si ritira a vivere in tranquillità nella periferia di Danvers, dove i suoi concittadini hanno sempre rispettato la sua privacy... fino a quando Savannah Carmichael si presenta da lui con un piatto di brownie fatti in casa.
Il Veterano è una di quelle storie che ti cattura fin da subito, le analogie alla famosissima fiaba La Bella e la Bestia sono tantissime e non parlo solo della cosa più ovvia, l'aspetto fisico dei protagonisti ma di tanto altro. C'è l'amore per i libri, l'affinità che li lega, l'ignoranza di coloro che non conoscono e giudicano, la fedele governante e la bontà d'animo dei protagonisti che ci dimostra come nelle persone a volte non c'è solo cattiveria.

Asher è uno di quei protagonisti burberi, di poche parole e incline al dialogo che difficilmente trovi simpatico subito. Nello stesso tempo però, è una di quelle persone di cui subito vuoi scoprire di più perché è chiaro che nasconde tante cose dietro quell'atteggiamento ostile.
Asher ha deciso volontariamente di isolarsi dal mondo esterno dopo che un bruttissimo incidente l'ha sfigurato e l'ha privato di arti del corpo. Come mostrare alla gente il mostro che è diventato?
Non sopporta di vedere il disgusto negli sguardi degli altri e ancor di più, non sopporta la compassione e la pietà che legge negli sguardi della gente quando lo osservano. E' per questo che casa sua è diventata il suo mondo, i suoi libri sono diventati la sua oasi di pace e se fatta eccezione per la sua fedele governante, la signora Potts lui è felice di non avere più contatti col mondo esterno.
Ecco però, che in un caldo pomeriggio di sole la sua vita verrà completamente stravolta dall'arrivo di Savannah.
Savannah è una giornalista intenzionata a far riabilitare il suo nome grazie a un articolo su un veterano di guerra, sceglie di intervistare proprio Asher perché lui è una di quelle persone inavvicinabili. Di certo non immaginava di essere così coinvolta da lui, non credeva che passare quel tempo insieme la spingesse a considerare un futuro diverso. Di sicuro non immaginava che il suo cuore restasse così invischiato con un uomo che per tanti anni è rimasto chiuso al mondo esterno.
Eppure è quello che è succede. Savannah e Asher scoprono che le loro anime sono compatibili, che hanno tantissimo in comune e che i loro cuori ormai battono all'unisono come se non vedessero altra soluzione se non stare insieme per sempre.
Cosa c'è quindi male se decidono di vivere la loro storia? Forse niente, ma forse tutto perchè la fiducia verrà minata e messa duramente alla prova.



Una storia molto bella che ci mostra come l'animo umano a volte sia davvero crudele, come l'apparenza sia la cosa più importante e come sia difficile emergere in un mondo dove l'aspetto fisico diventa l'unica mezzo per emergere.
Savannah è riuscita ad andare oltre l'aspetto fisico di Asher, è riuscita a guardare oltre le apparenze e trovare un uomo buono e generoso che non chiedeva altro di essere amato. Oggettivamente non è facile, anche se siamo le persone più comprensive e generose del mondo non possiamo evitare di restare per un attimo interdetti quando ci troviamo di fronte qualcosa del genere. Una menomazione fisica, un volto sfigurato suscitano in chiunque una reazione di compassione, di tristezza e nella peggiore delle ipotesi di disgusto. Andare oltre non significa solo dimostrare intelligenza ma anche coraggio perché scegliamo di vedere quella persona senza in realtà guardare il suo aspetto fisico e non è da tutti,
Savannah mi è piaciuta anche per questo, dopo l'iniziale attimo di sbigottimento, lei non ha guardato più l'uomo di cui tutti stavano alla larga perchè sfigurato, ma soltanto Asher l'uomo di cui si stava innamorando.
E cosa dire di Asher? Lui è un personaggio così bello che è impossibile non affezionarsi a lui e alla sua bontà d'animo. Quello che ha passato renderebbe ostile chiunque, grazie a Savannah riprende a vivere perché essere finalmente apprezzati da qualcuno gli da una carica immensa. Essere capito, amato, gli fa vedere la vita sotto un'altra luce e lo porterà a scegliere prima di tutto di volersi bene di più. Sembra una cosa scontata, ma volere bene a noi stessi è il primo passo da fare se vogliamo davvero piacere agli altri. Asher decide di volersi bene e da quel momento acquisterà una forza interiore che gli permetterà di affrontare qualsiasi cosa.

Storie come queste, che lasciano un messaggio così positivo mi piacciono tantissimo perché anche a fine lettura mi lascia con un senso di pace e di speranza per il futuro, Quindi decisamente lo consiglio a chiunque voglia una storia che insegni qualcosa e che dimostri come a volte la bontà venga premiata.
Unico appunto: secondo me la cover centra poco con la storia e fa perdere un pò il senso del libro, a parte ciò nulla ridire anzi sicuramente consigliatissimo.

Valutazione 4/5


Spero di avervi incuriosito e prima di leggervi nei commenti, vi ricordo di leggere anche le altre recensioni di tutti i blog che hanno aderito a questo evento.





6 commenti:

  1. Asher è stato uno dei personaggi maschili più belli di cui io abbia mai letto <3 Ho ancora gli occhi a cuoricino per lui :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daccordissimo con te te. Asher è un bellissimo personaggio *_*

      Elimina
  2. Ma sai che a me la cover invece piace? Mi ricorda la scena della trasformazione del cartone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici?
      Non lo so io la vedo poco pertinente con la storia...

      Elimina
  3. sono molto curiosa su questo libro, ne sto sentendo parlare benissimo da tutti e amo i rimandi alle fiabe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anch'io Chiara *_* forse potrebbe piacerti

      Elimina