venerdì 13 luglio 2018

Recensione: Real Love di Erin Watt

Ciao a tutti amici lettori.
Buon venerdì a tutti. Siete sopravvissuti al caldo?
Perchè sembra proprio che queste temperature stia diventando più difficile resistere, per fortuna ci sono sempre loro a risollevarci il morale. Come chi? Ma loro: i libri!
Ed ecco perchè oggi scavalcando un pò la scaletta del blog ho deciso di pubblicare una nuova recensione. So che ne ho pubblicata una ieri ma questa ci tenevo a dirvi subito di cosa si tratta perchè è una lettura che mi è piaciuta molto.
Sto parlando di uno degli ultimi libri editi dal duo vincente che si fa chiamare Erin Watt.
Ho conosciuto queste autrice con la saga Royal che mi è piaciuta tanto, ho avuto la possibilità di incontrarle dal vivo grazie al Rare e adesso ero molto curiosa di leggere ancora qualcosa di loro.
Ringrazio quindi Sperling per la copia cartacea omaggio perché la storia mi è piaciuta molto.

Trama

Oakley Ford è famoso, attraente, con una reputazione da bad boy e una vita sopra le righe. La sua fama di bello e dannato, però, sta pericolosamente vanificando i successi raggiunti. E se non vuole essere una meteora, Oakley deve cambiare registro. Adesso. Dire addio a feste, ragazze e amicizie sbagliate una volta per tutte e mettere la testa a posto, trovandosi una realzione - normale - con una ragazza normale, anche a costodi pagarla una cifra da capogiro.Dopo un'attenta analisi, la scelta ricade su Vaughn Bennett, la quintessenza della brava ragazza: bellezza acqua e sapone, un diploma conquistato in anticipo e un lavoro part-time come cameriera per aiutare economicamente la famiglia.Per Vaughn la proposta è semplicemente folle: una montagna di soldi per fingersi la fidanzata di qualcuno? Ma un'occasione come questa non capita tutti i giorni e lei non può negare che quei soldi le farebbero davvero comodo. Le permetterebbero di pagare il college ai fratelli, estinguere i mutui e, sì, semplicificarsi la vita. Così finisce per accettare.In un mondo pieno di filtri e finzione, per nessuno dei due sarà facile distinguere ciò che è vero, reale, da ciò che non lo è, ma i brividi di un bacio non mentono mai...
Sorvolando sui nomi di questi personaggi che ho difficoltà a scrivere, Real Love è stata una lettura davvero piacevole che ho finito più in fretta di quello che credevo.
Lo stile scorrevole e lineare delle autrici si riconferma lo stesso tuttavia non è assolutamente da paragonare alla loro saga più famosa. Qui la parola chiave è: semplicità.

Abbiamo il pov alternato e ammetto che è una scelta che mi piace sempre, perchè riesco a entrare in sintonia più facilmente con i protagonisti.
Da un lato abbiamo Vaught una ragazza semplice, legata alla sua famiglia e con la testa ben piantata sulle spalle. Dall'altro abbiamo Oakley un divo sulla cresta dell'onda, un ragazzino che ha tutto dalla vita, fama, successo soldi e che spesso si caccia in brutti guai. Un binomio del tutto sbagliato, una storia impossibile perché sono troppo diversi. Ma cosa succede quando due persone così diverse passano tanto tempo insieme? Scatta la scintilla ovviamente perché si sa, gli opposti si attraggono.
Sembrerebbe una storia già raccontata e già vista vero? Invece no, perchè ho trovato molte cose diverse, prima di tutto non c'è l'instant love, non si sono buttati l'uno tra le braccia dell'altro non appena restano soli e questa cosa mi è piaciuta. Il loro sentimento diventa qualcosa di serio lentamente, passando del tempo insieme, conoscendosi e rendendosi conto di essere davvero perfetti insieme.


Come dicevo prima, questa è una storia davvero semplice, non ci sono colpi di scena, rilevazioni importanti o eventi particolarmente importanti; ci sono solo due ragazzi che per puro caso si incontrano e capiscono che è arrivato il momento di dare uno scossone alle loro vite. Capiscono che possono aiutarsi reciprocamente e lo fanno anche quasi senza renderse conto.
Se Vaught lo aiuta a diventare una persona più responsabile, diversa che piace prima di tutto a se stessa, Oakley dal canto suo le fa capire cosa vuol dire essere innamorati sul serio. Quello che provano l'uno per l'altra non è finzione a beneficio dei riflettori, non è un lavoro ben pagato ma è qualcos altro ed è bello che insieme lo scoprano pian piano.
Il loro lento avvicinarsi, la paura di non essere corrisposto, il dubbio se quello che provano sia reale finzione rende la storia autentica e ricca di sentimento.
Le autrici ci mostrano dietro cosa c'è dietro le quinte di una persona famosa, cosa ci cela dietro tanta celebrità perchè non è solo cantare, non è solo apparire in televisione sorridente. Dietro questo c'è un mondo totalmente diverso fatto di apparenza, di meschinità, di inganno e di false amicizie. Questa storia ci mostra anche l'altra faccia della medaglia, quella che a volte dimentichiamo ma che esiste soprattutto nel mondo di oggi dove, attraverso i social è tutto più immediato e si ha quasi paura di fare un passo senza essere avvistati.

Un perfetto young adult che sicuramente adoreranno di più le ragazzine, io che non lo sono più da tanto ormai però posso dire che mi ha trasmesso tanta serenità. Anche se è una storia dove il lieto fine era scontato, è sempre bello sognare.
Poi diciamolo, ognuna di noi ha attraversato una fase in cui era cotta di una star della televisione e chiunque avrebbe voluto essere al posto di Vaught, scelta tra il mucchio e stare insieme a un cantante famoso, bello e anche ricco. Se poi questo star si dimostra anche bello dentro allora la favola può dichiararsi completa.

Se quindi eravate preoccupati ad approcciarvi alla lettura di queste due autrici e amate invece la semplicità e gli young adult allora vi suggerisco senza dubbio questa storia.

E se proprio volete conoscere un'altra idea su questo duo, oggi la mia amica Ely del blog Il regno dei libri recensirà Rebel Love che è un'altra storia autoconclusiva firmata da queste due autrici. Io volo da lei, fatelo anche voi e intanto vi aspetto nei commenti.


Valutazione 4/5









14 commenti:

  1. Ciao Susy! Ho sentito parlare di questa autrice ma non la conosco. Comunque questo libro mi sembra una buona lettura estiva!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Silvia hai ragione è una storia così tenera che si può tranquillamente leggere in estate

      Elimina
  2. Ciao Susy, anche questa volta siamo perfettamente d'accordo ;)
    bella recensione ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Frency ci siamo trovate daccordo su questa bella storia che è molto dolce

      Elimina
  3. Ciao Susy, non è il mio genere ma mi è piaciuto il fatto che questo libro ti abbia trasmesso tanta serenità. E' importante che una lettura ci lasci qualcosa di bello e positivo, anche se si tratta di una storia semplice e senza tanti colpi di scena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si esatto Maria.
      A volte troppi colpi di scena esagerati servono a poco invece la semplicità va premiata sempre

      Elimina
  4. Ciao Susy, ho avuto la tua stessa impressione leggendo il libro: una storia che punta sulla semplicità ma che non per questo è meno piacevole! Sui nomi quanto ti capisco, alla fine chiamavo lui Oak e lei V così nella mia mente non mi incasinavo ahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quei nomi assurdi vero ah ah non so come è venuto in mente di chiamarli così e ho avuto difficoltà anche a scriverli pensa ^_^ però la storia è stata davvero, davvero carina

      Elimina
  5. Eh penso di aver sbagliato ad iniziare da Rebel Love allora :/ bella recensione Susy se lo leggerò real love sarà solo per le tue parole ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un vero peccato che ti sia capitato un libro sbagliato, questo di certo ti sarebbe piaciuto

      Elimina
  6. volevo snobbarlo e niente mi fai venire voglia di leggerlo

    RispondiElimina
  7. Oh <3 Adoro le storie in cui ci sono la celebrità e la persona comune che si conoscono, sanno apprezzarsi l'un l'altro e si innamorano :D Potrei anche comprare questo libro <3

    P.S.: Se ti piacciono i titoli su questa falsa riga, ti consiglio "Innamorarsi di una stella" di Tina Reber (Il secondo volume della sua duologia si chiama "Una stella nel mio cielo", ma, ammetto, ha perso un pochino dal suo precedente, a mio avviso). Ti avviso che sembro essere l'unica ad averlo davvero apprezzato... Però, magari, anche tu mi fai compagnia ;) Viva le mosche bianche <3 ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh grazie me li devo proprio segnarr

      Elimina