lunedì 17 gennaio 2022

Rubrica L'angolo Vintage 2.0 Recensione: La lettera nascosta di Ruth Saberton

Buon lunedì amici lettori.
Oggi con grande piacere ritorna sul blog una Rubrica che mi permette di leggere libri che avevo accantonato per storie più recenti e proprio per questo è ancora più bello partecipare. Ovviamente sto parlando de  L'angolo Vintage 2.0
Nato da un'idea di Chiara La lettrice sulle nuvole ogni mese tutte le blog partecipanti sceglieranno un libro da leggere a piacere nella loro libreria. Libri che spesso vengono dimenticati una volta comprati perchè ci si concentra sulle letture nuove. Un grazie a Dolci per la creazione del banner e del calendario che trovate a fine post.

La mia scelta è ricaduta su un libro che ho comprato perché ispirata dalla trama e, a lettura ultimata, posso dire di aver fatto bene a sceglierlo a scatola chiusa.


Trama

Alla vigilia della prima guerra mondiale, Kit Rivers, un giovanissimo aspirante poeta, ha davanti a sé un brillante futuro. Rampollo di un’ottima famiglia, è destinato a occuparsi del maniero che erediterà e, seppur a malincuore, non ha intenzione di sottrarsi ai suoi doveri. Ma quando viene travolto da una passione improvvisa per una ragazza di umili origini, Kit decide che non permetterà ai genitori di rovinare l’estate più magica della sua vita. Sarà però la guerra a sconvolgere qualsiasi piano, minacciando ciò che il ragazzo ha di più caro.
Un secolo dopo, Chloe Pencarrow, rimasta vedova, lascia Londra alla volta della Cornovaglia: una casa isolata sulla costa potrà senz’altro offrirle la tranquillità che cerca. Ossessionata dai ricordi che la perseguitano, Chloe prova a distrarsi facendo ricerche su un poeta di guerra, Kit Rivers, e su quello che gli accadde durante la prima guerra mondiale. Chloe scopre così il vecchio diario di una giovane donna di nome Daisy, e capisce che Daisy e Kit hanno condiviso un oscuro segreto: un segreto che 
potrebbe cambiare la vita della stessa Chloe…
Ho comprato questo libro perchè adoro leggere le storie in cui passato e presente hanno un filo conduttore, possono apparire ripetitive e invece per me sono belle ogni volta.
Non avevo mai letto quest'autrice quindi sono partita a istinto e ha funzionato perchè è stata una bella lettura che sono contenta di aver fatto.
Conosciamo Chloe una giovane donna che cerca di rifarsi una vita dopo un lutto terribile che ha praticamente sconvolto la sua vita. Perdere un marito che rappresenta anche il tuo migliore amico è qualcosa di così doloroso che è difficile capirlo se non ci sei passato davvero.
Chloe capisce che non può ripartire da zero se prima non si allontana da quei ricordi che per lei rappresentano una fonte inesauribile di sofferenza e così parte per la Cornovoglia luogo in cui suo marito ha passato la propria infanzia.
La decisione di prendere in mano la propria vita è da ammirare, il desiderio di ricominciare nonostante si senta in colpa per sorridere è comprensibile e sinceramente mi ha fatto provare subito empatia per lei.
Si imbatte per caso nella scoperta di un poeta d'altri tempi, Kit Rivers e quella ricerca della verità la porterà a distrarsi dal suo dolore e a comrpendere quanto l'amore abbia vie intricate ma sempre bellissime da seguire.
In contemporanea scopriamo la storia di Kit e di Margaret attraverso i diari di quest'ultima e insieme a Chloe conosciamo un amore fiero, potente ma tormentato che sembra non avere fine.


                                 

Come avrete capito Chloe mi è piaciuta molto, ho ammirato il suo coraggio e la voglia di ricominciare. Ho anche compreso il suo senso di colpa perchè quando le persone care ci lasciano, ci sentiamo in diritto di essere sempre tristi come un piccolo movimento di allegria possa contaminare il ricordo di chi amiamo. E' un riflesso incondizionato, un senso di colpa senza in realtà alcun fondamento perchè, se ci ragioniamo ci rendiamo conto che la persona che abbiamo amato non avrebbe voluto vederci tristi mai, ma a volte è difficile essere razionali quando si soffre così tanto.
La ricerca che all'inizio appariva soltanto come un modo per distrarsi, riesce a farle aprire numerose prospettive prima tra tutti quella di comprendere che l'amore non è un sentimento che si spegne a comando e lo capisce attraverso la storia di Margaret.
Lei è davvero stata sfortunata, ma ne ho ammirato la perseveranza, la determinazione a credere in qualcosa che tutti non erano in grado di controllare. Ha sempre avuto ragione ad essere così decisa in quelle credenze e alla fine, almeno in un certo senso, è riuscita ad avere quella consolazione che aspettava.
Mi è piaciuto il finale per nulla scontato che l'autrice ha dato alla storia, mi sono sentita coinvolta come Chloe nella storia di Margaret e come lei volevo saperne di più, è stata una lettura coinvolgente perchè ho avvertito lo stesso desiderio della protagonista di rendere giustizia a una coppia così innamorata eppure così sfortunata e sono rimasta soddisfatta per quel finale così originale ma nello stesso tempo perfetto.
E' stata una lettura che mi ha tenuto compagnia in un momento particolare e forse anche per questo l'ho apprezzata maggiormente, penso che i libri si adattino sempre all'umore della persona e spesso riusciamo ad apprezzarle meno o di più a seconda dei momenti. Per quanto mi riguarda era quello che mi serviva e per questo sono contenta di averlo letto.
Lo consiglio a chi innanzitutto ama i romanzi su due archi temporali, agli storici e a chi crede che l'amore alla fine riesce a spuntarla sempre.

Valutazione 4/5

                               

Vi aspetto nei commenti, ma prima vi lascio il banner per recuperare anche le recensioni delle altre blogger che partecipano a questa bella rubrica



                                                    

10 commenti:

  1. Non lo conoscevo ma anche a me piacciono le storie che includono diari o vecchie lettere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me potresti apprezzarlo tanto Dolci

      Elimina
  2. Sembra una bella lettura, lo prenderò in considerazione

    RispondiElimina
  3. Ciao Susy! Gli historical romance mi piacciono molto quindi credo proprio che apprezzerei questo libro!

    RispondiElimina
  4. Mi ispira tantissimo già dalla copertina, e poi le tue parole mi hanno definitivamente convinta. Dritto dritto in tbr!😁

    RispondiElimina
  5. non credo faccia per me, ma sono proprio contenta che ti sia piaciuto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, credo che anch'io che non sia il titolo che ti possa interessare

      Elimina