lunedì 21 dicembre 2020

Rubrica Questa volta leggo. Recensione: Lo Schiaccianoci di Ernst T. A. Hoffmann

Ciao a tutti amici lettori e buon lunedì.
Il momento tanto attesa si avvicina😍 sarà senza dubbio un Natale diverso ma pur sempre Natale e nonostante tutto, la gioia di questo giorno per me è sempre tanta. E' lo stesso per voi?
Prima di salutarci e augurarci buone feste però c'è ancora tempo per una rubrica a cui partecipo sempre con grande piacere: Questa volta leggo.

                         

Questa volta leggo è una rubrica ideata da Chiara La lettrice sulle nuvole e Dolci Le mie ossessioni librose (a cui va il merito anche della grafica) a cadenza mensile dove, attraverso un argomento comune, le blogger partecipanti decidono di parlare di un libro che rispecchia la tematica.

Quella di questo mese riguardava il Natale e secondo voi potevo mai rifiutare un richiamo così importante?
Ho scelto di leggere questo libro che mi ha caldamente consigliato Lara che avevo comprato e sostava nella mia libreria in attesa del momento giusto che finalmente è arrivato.


Trama
Scritto nel 1816, ripreso da Dumas e trasformato in musica dal genio di Cajkovskij, "Lo Schiaccianoci" di Hoffmann da due secoli continua ad affascinare grandi e piccini. Fritz e Marie, come tutti i bambini, vivono con gioia i giorni del Natale.
Un amico di famiglia regala loro uno Schiaccianoci di legno: un oggetto all'apparenza innocuo, ma che darà vita alle più incredibili avventure che i due fratelli abbiano mai vissuto.
Durante la notte, in camera di Marie appare infatti lo spietato re dei topi, con sette teste e sette corone, alla guida di un esercito di roditori; Schiaccianoci prende vita e, divenuto generale dei soldatini, dei tamburini e dei pupazzi di marzapane, lo affronta. I due bambini vengono così trasportati in un mondo popolato da topi, fate, soldati, principi e principesse, dove sogno e realtà si legano indissolubilmente.
Una favola senza tempo in un'edizione unica, impreziosita dalle originali, caleidoscopiche e coloratissime illustrazioni dell'artista e designer Sanna Annukka, che accompagnano il lettore tra animate battaglie e meravigliose peripezie.

Adoro le letture a tema, è il periodo giusto per leggere una storia del genere e sono contenta di averlo fatto. Lo Schiaccianoci forse non ha bisogno di nessuna presentazioni, bene o male tutti lo conosciamo eppure entrare nella magia di questa storia è qualcosa di unico e speciale che non annoia mai.
La particolarità di questa edizione sono le immagini che accompagnano la lettura e che rendono tutto ancora più vivido e intenso. Ho adorato passare dalla parte scritta a quella disegnata soprattutto perché i disegni sono particolari, originali e molto curiosi. Mi hanno permesso di entrare ancora meglio dentro la storia riuscendo a coinvolgermi sempre di più.
Conoscevo già la storia dello sfortunato ragazzo diventato poi uno schiaccianoci, rileggere questa storia è stato come rispolverare un po' la memoria e mi ha ricordato perché amassi tanto questa storia. Sì, come da titolo è lui il protagonista principale ma senza la piccola Marie non avrebbe avuto un lieto fine coi fiocchi. In altri libri il nome Marie è sostituito con Clara, ma l'effetto finale resta lo stesso perchè resta sempre lei la grande piccola protagonista dal cuore d'oro.
Quella bambina così caparbia, sognatrice e determinata ha contribuito a renderlo un personaggio ancora più importante e l'ha fatto senza avere secondi fini, ma solo spinta dal suo buon cuore. Prende subito in simpatia quel grazioso schiaccianoci che un giorno nota quasi per caso, ma sarà grazie alla storia del suo padrino Drosselmeir che comprenderà quanto sia importante quel piccolo personaggio.




Finzione e realtà combaciano così bene da diventare un'unica cosa, i grandi non lo capiscono, non comprendono la sottile linea che unisce i due mondi mentre Marie ha una visione più ampia. Lei riesce a vedere, a sentire e a capire cosa fare per aiutare il suo piccolo amico che diventa ogni minuto che passa più importante. Il lettore a un certo punto si domanda, ma è reale quello che sta succedendo o è tutto frutto della fantasia di Marie?
L'autore è stato bravissimo a creare questa aspettativa in che legge rendendo la lettura sempre più coinvolgente perchè vuoi saperne di più, capire come tutto si conclude e alla fine non resti deluso anzi, quello che ti aspettavi è ancora più entusiasmante e interessante di ciò che credevi.
Mi è piaciuto anche come ha delinato bene i personaggi secondari rendendo tutto ancora più completo. Magia, cattiveria, bontà e coraggio sono gli ingredienti principali di questo libro che è senza tempo e che regala tantissime emozioni che partono dallo stupore alla felicità, dalla rabbia alla gioia, dal risentimento al sollievo in un'altalena infinita di sensazioni tutte da scoprire.
Di questa storia sono stati realizzati fumetti, storie brevi, cartoni animati e anche film e per quanto la storia sia sempre la stessa, come dicevo prima conserva quella magia di cui è impossibile non restarne avvolti. L'ho davvero adorata e, complice il periodo natalizio, apprezzata ancora di più. Ecco perché la consiglio a chi vuole fare qualche lettura a tema e ama le favole a lieto fine.
Marie e il leale Schiaccianoci diventano quasi degli amici che è triste dover salutare. Ci insegnano l'arte della pazienza, la determinazione e dimostrano un coraggio che è solo da ammirare. Sono due grandi personaggi da cui trarre esempio e che sarebbe bene conoscere almeno una volta nella vita. E' una lettura adatta a grandi e piccoli e se non la conoscete ancora, penso proprio che sia arrivato il momento di scoprirli non pensate?

Valutazione 5/5

                                          
L'avete letto? Lo conoscete? Amate questa storia quanto me?
Vi aspetto nei commenti, ma prima vi lascio il calendario dove potete recuperare le altre tappe di questa bella rubrica





12 commenti:

  1. Questa versione mi affascina molto. Ne parlano tutti benissimo e mi viene proprio voglia di regalarmela. Non ho mai letto lo schiaccianoci ma prima o poi mi piacerebbe farlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo Chicca perché secondo me questa è una lettura (a prescindere dall'edizione) che merita davvero tanto

      Elimina
  2. Ciao Susy! Io adoro il balletto dello Schiaccianoci, ma non ho mai letto il libro... dovrei recuperare!

    RispondiElimina
  3. Anche se il mio fisico oggi dice tutt’altro, ho un passato da ballerina classica. Lo Schiaccianoci da parte della mia anima, in qualunque forma decida di presentarsi! Grazie per questa versione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che bello non lo sapevo e bravissima! Questo libro è davvero una chicca librosa a mio parere, assolutamente da leggere

      Elimina
  4. Mi hai fatto venire voglia di leggerlo! Adoro questa storia

    RispondiElimina
  5. Confesso di non aver mai letto la versione librosa dello Schiaccianoci, dovrò recuperare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi Dolci perchè è una vera chicca natalizia

      Elimina
  6. Sono così contenta che ti sia piaciuto, Susyyyyyyy <3 Questa piccola storia merita davvero tantissimi lettori che, come te, sono in grado di apprezzarla dall'inizio alla fine :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ancora per avermela consigliata, l'ho proprio adorata :)

      Elimina