venerdì 18 giugno 2021

Review Party. Recensione: Mistero Caravaggio di Costantino D'Orazio

Rieccomi amici lettori per parlarvi di uno dei più grandi autori conosciuti: Caravaggio.




Ringrazio Battello a Vapore per la copia omaggio e Esmeralda viaggi e libri per la grafica.

Trama
Caravaggio sogna di diventare pittore fin da bambino: da quando, un giorno, scopre che con la pittura è possibile fare magie, e ogni quadro nasconde un incantesimo. Da quel momento vive con due soli amici al suo fianco: il pennello e la spada. Col pennello inventa storie, fa nascere emozioni e fa apparire oggetti meravigliosi, con la spada si fa largo nel difficile mondo dell'arte del Seicento, dove bisogna guardarsi da tutti, perché il pericolo di finire in prigione è sempre dietro l'angolo. Il suo problema è che ha un carattere forte, per cui spesso si mette nei guai da solo. Non sopporta le ingiustizie e sa bene quanto vale il suo talento, ma per affermarlo deve farsi rispettare dai colleghi invidiosi e superare le sfide che gli propongono i suoi clienti. Cardinali, nobili, papi si contendono le sue opere: quei quadri straordinari dipinti tra una serata in osteria, un pomeriggio con l'amata Lena e una mattina in tribunale. Ma un giorno del 1606 commette un errore fatale, che lo costringerà a una fuga lunga ben quattro anni. Riuscirà mai a tornare sano e salvo a casa? Un romanzo che racconta l'incredibile storia vera di uno degli artisti più amati dal mondo intero e, insieme, svela tutti i segreti che hanno reso le sue opere immortali.
Penso che Caravaggio non abbia bisogno di nessuna introduzione o spiegazione perchè questo personaggio noto a tutti è ricordato ancora oggi come uno dei più grandi del passato. Leggere questo libro è stato quindi un tuffo nel passato, ma anche un modo per conoscerlo meglio.
L'autore è stato bravissimo non solo a svolgere ricerche in merito che rendessero la storia più credibile da tutti i punti di vista, ma anche a rendere questa persona più reale agli occhi di tutti.
Grazie a uno stile scorrevole e pulito, il libro si legge davvero in fretta e soprattutto è perfetto anche per i piccoli. Penso sia bellissimo far conoscere anche a loro personaggi così illustri, se poi raccontati in questa maniera così semplice e immediata è ancora meglio perchè si è invogliati alla lettura, alla conoscenza di quello che ancora non sappiamo e questo è uno dei grandi meriti di questa lettura. Credo che possa essere perfetta anche nelle scuole per dare modo agli alunni più giovani di conoscere qualcuno di così importante.    
                           



Caravaggio era un genio lo sappiamo, ma chi era prima di diventarlo? Come ha fatto a diventare un nome che ancora oggi incute solo rispetto?
Attraverso queste pagine scopriamo i retroscena, capiamo quanto talento ci fosse nelle sue mani ma vediamo anche che era una persona come tutte, irruente, impulsivo e sempre pronto a mettersi nei guai. Non era soltanto uno dei pittori più famosi, ma anche una persona semplice che desiderava soltanto dimostrare agli altri di sapercela fare davvero. Lui non si accontentava di dipingere, lui voleva fare la differenza e per un certo periodo della sua vita si sente insoddisfatto perchè sa che determinati insegnanti non gli daranno quello che lui cerca da tempo: la notorietà.
Aveva purtroppo un carattere non facile che spesso lo metteva nei guai e infatti è costretto più volte a cambiare città. Quello che però può essere interpretato come un ostacolo per la sua carriera, si trasforma invece in un'opportunità infatti proprio grazie a queste fughe conosce nuovi posti, viene ricordati in luoghi diversi da cui è vissuto e si rende conto che il suo nome comincia a vagare ovunque, proprio quello che desiderava.
Magari ci vuole tempo, ma il talento viene sempre scoperto e lui ce lo dimostra con i fatti. Poi diciamo che è stato anche parecchio fortunato ad aver trovato persone che gli volevano bene davvero aiutandolo spesso nei suoi periodi più caotici. Viene rappresentato come uno spirito libero, qualcuno che non si accontenta mai di niente perchè vuole sempre dare il massimo e ottenere in egual modo lo stesso rispetto. Eccentrico a volte, non era ammirato da tutti, ma per buona parte delle persone era qualcuno da tenere sotto osservazione perchè di certo i suoi dipinti erano unici. Mentre gli altri preferivano rappresentare cose già viste, lui scavava a fondo dell'animo umano riuscendo a trasmettere con i suoi quadri una verità reale e cosa c'è di più bello per un'artista?
Consiglio dunque questo libro agli amanti dell'arte, a coloro che vogliono conoscere meglio Caravaggio e a tutti quelli che sono incuriositi dalla sua persona.

Valutazione 4/5


                                  


                                        

4 commenti:

  1. Non lo conoscevo, ma mi hai incuriosita molto :)

    RispondiElimina
  2. interessante come libro, mi piace anche la cover

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' particolare sicuramente e fa scoprire cose nuove su un personaggio importante

      Elimina