mercoledì 10 novembre 2021

Recensione: Il segreto di Artica di Viola Marchesi

Ciao a tutti amici lettori.
Oggi vi trasporto  in un mondo magico e in uno tecnologico e se pensate che queste due cose non possano coesistere allora vi suggerisco di leggere fino in fondo perchè in questa storia ce n'è per tutti i gusti.

Ringrazio la Einaudi per la copia omaggio.


Trama
Nordica è una città-stato ipertecnologica. I suoi abitanti portano un bracciale che li assiste in ogni aspetto della vita e li mantiene sempre connessi alla rete Pandora. Tutto è perfettamente controllato e scandito, e i cittadini devono solo preoccuparsi di migliorare il proprio punteggio-vita per ottenere ricompense da colui che governa Nordica, l’Onnipresente, un uomo che ha rinunciato al proprio corpo per vivere all’interno della rete. Per Lena tutto sembra andare per il verso giusto: è una ragazza felice, è il capitano di una forte squadra di hockey e sta per entrare in una prestigiosa scuola. La sua vita, però, viene sconvolta quando scopre di avere l’aura, un’energia che ostacola Pandora e che l’Onnipresente vuole a tutti i costi eliminare. Ma prima di arrivare all’Istituto Speciale dove le verrà tolta, Lena viene salvata da una volpe bianca e portata su Artica, un’isola che gli abitanti di Nordica credono disabitata e che invece ospita un insieme di popoli resi straordinari dalla loro diversità, capaci, proprio grazie all’aura, di vivere in armonia con la natura e di sfruttare poteri unici. La scoperta stravolge le convinzioni di Lena, ma si tratta solo dell’inizio di una grande e inaspettata avventura. Con l’aiuto del coraggioso Kit, sarà coinvolta in una lotta contro il tempo per fermare l’implacabile Spettro che minaccia la sua vita e l’esistenza stessa di Artica. Una storia avvincente che, come nelle migliori opere fantasy, rispecchia con lucidità e passione i problemi e le sfide della società contemporanea.

Questo arrivo è stato una graditissima sorpresa che ho letto non appena ho potuto e, devo ammettere, che una volta cominciata la lettura è stato molto difficile smettere.
La prima cosa che mi ha colpito è stata la copertina, non è stupenda? E l'interno grafico poi è ancora più bello, penso che già questo sia un biglietto da visita perfetto se si vuole catturare l'attenzione del lettore, se poi si aggiunge che la trama è scritta così bene e la storia spicca per originalità allora bisogna solo dire bravissima autrice (in questo caso autrici visto che si sono unite per con uno psuedomino) e bravissima casa editrice.
Come dicevo all'inzio si mescola fantasy e tecnologia in un modo davvero insolito e del tutto perfetto perchè, se ci ragioniamo con attenzione, scopriamo che ha tutto un senso.
La protagonista è Lena, una ragazzina che di colpo vede la sua vita completamente stravolta e tutto perchè possiede un'aura. Nel mondo in cui vive è sinonimo di debolezza, di diversità e deve essere eliminata, ecco perchè viene mandata a una scuola speciale ma non metterà mai piede in quella struttura perché grazie a una volpe parlante, a una balena che cavalcherà e ad amici incredibili comprenderà molte più cose di qualsiasi altro essere vivente.



Questa è una storia magica che permette tanto di riflettere sui pregiudizi, su quello che crediamo perchè spinti dalla corrente comune senza utilizzare la nostra testa e i nostri pensieri. Non sempre quello che ci dicono di fare è giusto, non sempre quello che siamo costretti a fare va bene perchè a volte bisogna soffermarsi a riflettere con la propria testa e Lena capisce che quello in cui ha sempre creduto non è la pura verità, ma soltanto una parte.
La sua intraprendenza, la voglia di riscatto, di giustizia sono da esempio per protagoniste più adulte di lei che invece hanno paura di rischiare, di mettersi in gioco. Lei mi è piaciuta molto perchè non esita a mettersi in primo piano per salvaguardare un mondo corrotto e del tutto fasullo, un mondo dove non vuole più vivere.
Scoprirà una realtà diversa, una in cui non è costretta a fingere di essere qualcuna che non è nascondendosi in quella che tutti considerano diversità, mentre in realtà c'è solo il suo essere speciale.
Ammetto che a un certo punto, durante la lettura, avevo immaginato che ci fosse qualcosa sotto dietro il suo essere speciale e non sono rimasta sorpresa dalla rivelazione finale però mi è piaciuto come le autrici abbiano chiarito bene i punti non lasciando niente al caso rendendo tutto incastrato alla perfezione.
Un altro aspetto importante è la tecnologia, oggi è diventata parte integrante della nostra esistenza e direi delle nostre intere giornate. Se pensiamo che prima non sapevamo nemmeno cosa fosse internet e oggi ne siamo schiavi vediamo quanta differenza c'è stata, ma se dipendessimo soltanto da questo progresso fidandoci ciecamente delle macchine? Il pensiero umano è ancora importante, è giusto e dobbiamo ricordarlo prima di ricorrere unicamente a una macchina per capire cosa dobbiamo fare o cosa dobbiamo dire. Penso che questo sia uno spunto di riflessione molto importante soprattutto per i più giovani che a volte ne sono troppo asseufatti.
Altro personaggio importante è Annika, la migliore amica di Lena. Mi è piaciuto che sia dato ampio spazio anche a lei, anzi credo che ci sia ancora molto da dire su questo personaggio che ha tutte le carte in regola per diventare sempre più importante.
L'epilogo lascia un punto in sospeso, una domanda non ancora risolta ma intanto il resto è sistemato, siamo alla fine di qualcosa di conclusivo e nello stesso tempo che apre le porte ad altro.
Cosa succederà adesso ad Artica? Sono molto curiosa di scoprirlo e spero che il seguito venga pubblicato a breve. Nel frattempo posso dire di aver apprezzato molto questa lettura e di essere davvero contenta di averla letta.
La consiglio a chi cerca qualcosa di originale, a chi ama la magia e soprattutto le piccole protagoniste.

Valutazione 4/5

                                   

                                                   

4 commenti:

  1. non lo conoscevo ma mi ispira un casino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me ti piacerà molto, spero pubblichino presto il seguito

      Elimina
  2. Mi ero persa questo titolo, sembra molto interessante!

    RispondiElimina