martedì 20 luglio 2021

Recensione: Mad Love di Jenny Anastan

Ciao a tutti amici lettori.
Oggi per il Self Publishing è una giornata importante visto che torna la penna di Jenny Anastan.
Qui nel blog non è una novità parlare di lei, mi sono approcciata a quest'autrice conosciuta per caso e mi è piaciuta subito. Poi l'ho vista dal vivo (sempre grazie Rare) e mi ha confermato la persona piena di vita che ho imparato a leggere sui social, penso che sia sempre bello quando un'autrice ti fa una bella impressione sia dal vivo che dietro un libro e lei lo è sicuramente.

Ringrazio l'autrice per la copia omaggio.


Trama

Una vita in incognito per ripartire da zero e cancellare gli incubi del passato sembra per Angie l’unico modo per continuare a respirare. Non vuole legami, non desidera amici, non cerca relazioni, perché amare porta sofferenza e lei è stanca di superare prove e ostacoli. Soprattutto, non ha più alcun pezzo di anima per farlo. Per questo è fuggita, per questo ha cercato un rifugio dove poter vivere con suo figlio. Dove poter essere di nuovo felice.
Ciò che Angie non ha messo in conto è il ritorno in città dell’uomo più famoso di Dustville, Connor Davis, e non appena si imbatte in lui ogni certezza crolla. Perché Connor è tutto ciò da cui dovrebbe restare lontana e la sola cosa a cui desidera avvicinarsi.
Eppure lei lo sa bene: guardare troppo il sole senza alcuna protezione può essere molto pericoloso…

Tra i suoi libri che ho letto - e non sono ancora tutti - ho amato Stranded (cliccare sul titolo per la recensione) tanto che ho deciso di comprarmi dopo il cartaceo. 
Penso che lei sia bravissima ad entrare nella psicologia dei personaggi facendoli apparire così realistici che sembrano veri e ci è riuscita anche con Mad Love.
Attraverso i due pov alternati conosciamo Angie e Connor due persone completamente diverse ma accumunate da un unico desiderio: ricominciare.
Si sceglie di voltare pagina tornano in posti che hai amato e che reputi familiari come nel caso di Conor o si decide di andare lontano dove nessuno ti conoscere per iniziare da zero come nel caso di Angie. Trovarsi in un ambiente che ci fa stare sicuramente aiuta a vedere le cose in modo diverso.
Connor deve mettere ordine nella sua vita e non solo quella professionale perchè anche la privata è alquanto complicata.
Angie invece è sicura della sua scelta di concentrarsi solo su suo figlio, non pensa minimamente a legarsi a un altro uomo. Entrambi sicuri, entrambi convinti, poi si vedono e tutto cambia.
Si potrebbe pensare a un colpo di fulmine, ma in realtà andiamo molto oltre. C'è un'affinità, un unione di anime, un legame che va oltre il lato fisico e all'inizio ne sono tutti e due inconsapevoli. Si avvicinano senza sapere bene perchè, negano l'evidenza ma quando c'è qualcosa di così potente e magico che unisce due persone c'è solo un motivo: l'amore.

                        

Una storia che parla di sofferenza, di paura, di sbagli e anche di seconde possibilità.
Come dicevo prima, Jenny Anastan è brava a spiegare i sentimenti dei protagonisti portando il lettore non solo a comprenderli, ma anche a considerarli tuoi pari. Sì, perchè i personaggi perfetti non esistono, le imperfezioni sono ciò che li rende reali e in questa storia ci sono tanti errori che si sarebbero potuti evitare, eppure quel percorso è stato giusto e veritierio da diventare ancora più realistico.
Ammetto che avrei volentieri scrollato Connor per farlo ragionare, possibile che un uomo bello - parecchio - sia anche così cieco quando si tratta d'amore? Era così evidente quale fosse la scelta giusta da fare e invece lui ha tergiversato, si sentiva confuso ed era convinto di essere dalla parte della ragione, ma quando il cuore ti spinge in un posto diverso allora la strada del torto e vicina e anche quella della felicità.
L'eterna lotta tra mente e cuore è destabilizzante, è inevitabile sbagliare visto che non si sa bene quale direzione prendere ma alla fine chi vince? Il cuore, sempre. Con lui non sbagli mai, anche se all'inizio può sembrare e questa storia ce lo insegna.
Angie segue il suo cuore quando ha scelto di avere suo figlio, segue il cuore quando sceglie Connor e lo segue ancora una volta quando decide di raccontargli la sua storia.
Connor è un tantino meno veloce di comprendonio, ma capiamolo dopotutto è un uomo, all'inizio incerto poi decide di scegliere il cuore e non sbaglia. No perché, l'amore non sbaglia mai.
Una storia di rinascita, di speranza, di amore, di un pazzo amore e il mondo ne ha sempre bisogno, non basta mai.
Scorrevole e piacevole, questa lettura seppur trattando argomenti importanti e delicati non è mai risultata pesante. L'ho trovata invece molto gradevole e la consiglio a tutti coloro che cercano qualcosa di nuovo da leggere quest'estate, d'altronde in estate si legge di più no?

Valutazione 3/5

                                 

                                                       

2 commenti:

  1. autrice che mi piace, di cui però devo ancora recuperare molto, ma ce la farò

    RispondiElimina