giovedì 20 ottobre 2016

Recensione: Mia nonna saluta e chiede scusa di Fredrik Backman

Buondì amici lettori.
Oggi si può dire che la giornata è cominciata bene. Ho ricevuto una bella notizia per quanto riguarda la mia scrittura di cui ve ne parlerò a tempo debito, il blog adesso collabora con altre CE e in più tra poco inizierà una nuova rubrica in collaborazione. In questi casi si dice Stay Tuned giusto?
Comunque per adesso, concentramoci su altro, su un libro particolare che mi è piaciuto molto.



Trama

Elsa ha sette anni, ma non le riesce granchè bene avere sette anni. A scuola dicono che è "molto matura per la sua età" e lei sa che significa "parecchio disturbata per la sua età". Sua nonna ha settantasette anni, e neanche a lei riesce granchè bene avere la sua età. Dicono che è "arzilla", ma Elsa che vogliono dire "pazza". La nonna è anche il suo miglior amico, il solo, e insieme loro due hanno inventato un mondo alternativo dove non ci sono genitori che si separano, compagni di classe che fanno scherzi cattivi, un luogo dove tutti possono essere diversi e non c'è bisogno di essere normali.
Ma un rivolgimento del destino sorprende Elsa lasciandola da sola con una lunga serie di lettere in cui la nonna chiede scusa a molte persone della sua vita. Elsa ha un compito, consegnare ciascuna lettera al suo destinatario. E' l'inizio di una grande avventura: lettera dopo lettera, facendo la conoscenza di vicini di casa alcolizzati e vecchietti innamorati e cani isterici, Elsa conoscerà la vera (e sorprendente) vita di sua nonna.

Ringrazio la Mondadori per avermi inviato la copia digitale del libro. 
Una storia, come ho detto, particolare, atipica sicuramente che proprio perchè si differenzia dalle altre è riuscita a catturare il mio interesse.

Una storia molto dolce raccontata da una bambina di sette anni, Elsa. L'ingenuità, la schiettezza di una bambina di quell'età non ce l'ha un adulto e quindi leggere questo libro è stata una ventata d'aria fresca. 

Elsa non è una bambina come tutte le altre, lei consulta Wikipedia per ogni cosa e adora da impazzire Harry Potter. E' molto intelligente per la sua età e spesso non viene capita, a volte viene isolata dai suoi compagni per il suo modo diverso di essere e di porsi.
Sembra che nessuno riesca a comprenderla veramente, eccetto sua nonna. La mamma è occupata col suo lavoro in ospedale e in più è incinta di Metà. Elsa così chiama questo bambino di cui non sanno ancora il sesso, e poi c'è George il nuovo compagno della mamma con cui non ha un vero e proprio legame. In più c'è suo padre, un uomo insicuro e taciturno con cui Elsa fatica a comunicare.

Alcune volte si sente sola, ma per fortuna con lei c'è sua nonna. Una donna di una certa età che però combina disastri e provoca il terrore in chiunque la incontri. Ha un caratterino bello tosto e Elsa con lei non si annoia mai.
La nonna l'ha sempre capita e incoraggiata nei suoi sogni e Elsa le vuole un bene che a volte è anche difficile da spiegare a parole.

Ho adorato il rapporto di Elsa con sua nonna. Un rapporto unico e raro che diventa di vitale importanza per una bambina come Elsa spesso emarginata dagli altri.
La nonna è una persona a volte fondamentale all'interno di una famiglia. Quella di Elsa è speciale perchè rappresenta un pò il suo punto di riferimento ancora più importante dei suoi genitori, perchè la nonna c'è sempre quando Elsa ne ha bisogno. Riesce con poche parole a farla sentire importante, unica e per Elsa rappresenta un pò il suo super eroe.
Ecco perchè quando la nonna viene a mancare, ad Elsa sembra che il mondo le crolli addosso. La nonna era anche la sua migliore amica e senza di lei si sente sola. O almeno crede di esserlo, invece grazie a delle lettere scritte proprio da sua nonna, scopre com'era la vita della nonna prima che la conoscesse e ben presto si rende conto che è davvero stata un'eroina a cui tantissime persone devono tanto.

Intorno ad Elsa ruotono la vita degli abitanti del palazzo e delle persone a cui Elsa recapita le lettere delle nonna.
Se all'inizio poteva sembrare che i tutti i condomini fossero assurdamente pazzi, invece ognuno ha una storia e piano piano la scopriamo attraverso le lettere che Elsa per conto della nonna.
Si rende conto che la nonna ha davvero aiutate tante persone, alcuni le devono anche la vita eppure sua nonna non era perfetta. Sua madre finalmente le racconta la verità, perchè lei e la nonna non andavano daccordo e un pò Elsa si riavvicina a sua madre e comincia a vedere la sua famiglia sotto un altro punto di vista.

Piano piano, Elsa capirà che i grandi se li capisci meglio, non sono male. Ristabilisce il rapporto con i suoi, con George e con l'unico bambino del palazzo a cui però non dà mai un nome. E poi si lega ad Alf  il fanatico del caffè che in più di un'occasione le dimostra affetto senza chiedere niente in cambio. Scopre come tutti gli strambi abitanti del suo condominio siano brave persone e un pò una grande famiglia allargata.

Una storia molto bella che mi è piaciuto e mi ha divertito leggere. La scrittura è particolare e anche per questo l'ho trovata molto interessante. Non solo mette in risalto il legame di Elsa con sua nonna, ma racconta anche di azione e di come la vita non sia giusta con tutti, mettendoci alla prova di fronte a delle scelte.
Un libro che sicuramente insegna quanto la vita a volte sia breve e quanto l'apparenza inganni. I personaggi bizzarri di cui si circonda Elsa possono sembrare dei pazzi che compiono azioni senza senso, mentre invece ognuno nasconde un passato, una storia e Elsa scoprirà pian piano quella di tutti e si renderà conto che poi non è tanto male quel palazzo in cui è cresciuta e dove è nata anche sua mamma.

Mi è piaciuto molto come Elsa riesce a raccontare attraverso le sue avventure, la vera vita di sua nonna e quindi il mio giudizio è più che positivo.

Valutazione 4/5










22 commenti:

  1. Questo libro mi ha incuriosita subito, da quando ho letto il titolo e trama...e dalla tua recensione mi sembra proprio di averci visto giusto. Questo libro finirà sicuramente nella lista di regali di Natale, magari regalato proprio dalla mia di nonna, con la quale ho un rapporto simile a quello di Elsa con la sua.
    Bella recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del tuo commento :)
      Se hai un rapporto speciale con tua nonna, allora questo libro fa per voi due ;)

      Elimina
  2. Ciao! Ero già propensa a leggerlo perché la trama mi è piaciuta tantissimo, ma ora sono proprio convinta! Sono contenta che sia stata una bella lettura, a questo punto lo comprerò immediatamente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria,
      si è stata una piacevole lettura. Il mondo visto dagli occhi di un bambino è sempre qualcosa di bello da leggere, ti fa sorridere nonostante tutto.
      Se lo leggi, fammi sapere cosa ne pensi ;)

      Elimina
  3. Cara Susy che bello <3 Questo libro ha un qualcosa che mi dice "leggimi" da quando ne ho visto la cover, è in wl e voglio tanto recuperarlo al più presto, una recensione bellissima che mi ha permesso di inquadrare ancora meglio questo libro, deve essere mio! Un abbraccione grande grandissimo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely,
      sono certa che questo libro piacerà anche a te. E' particolare, dlolce e molto carino.
      Un abbraccione!!

      Elimina
  4. Ciao Susy!!
    Ho letto con piacere la tua recensione!! Che bello trovarci così tanto d'accordo!! :)
    Mitica la nonna di Elsa, vero??
    Un forte abbraccio!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Jasmine, la nonna di Elsa è un mito! Mi piace tantissimo, ad avere una nonna che lei.
      Un abbraccione!!!

      Elimina
  5. Anche a me attira molto! Lo inserisco in wiahlist, e poi vedrò 😉😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gresi. Fai bene a inserirlo, magari capita il momento giusto e ti viene voglia di leggerlo ;)

      Elimina
  6. Un libro molto interessante e sicuramente la copertina meravigliosa aiuta !

    RispondiElimina
  7. Questo romanzo mi ha incuriosita tantissimo e la tua recensione è meravigliosa. Voglio assolutamente leggerlo. Ogni tanto qualcosa di diverso ci vuole U.U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Lily, ogni tanto fa bene rompere gli schemi con qualche lettura diversa

      Elimina
  8. Ho questo libro in WL e sono sempre più curiosa di leggerlo :-)

    RispondiElimina
  9. Ciao Susy! E' un piacere leggerti e passare da te!
    Come promesso sono passata! Scusa del ritardo ma ho sempre un macello!
    La recensione è davvero bella e sono felice che ti sia piaciuto anche a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara,
      Non importa il ritardo, grazie per essere passata :)
      Si è un libro proprio carino che mi ha piacevolmente sorpresa

      Elimina
  10. nella lista dei desideri, ciao.

    RispondiElimina
  11. messo tra i libri da scegliere da leggere http://robbyroby.blogspot.it/2016/10/libri-da-leggere-10.html

    RispondiElimina