giovedì 11 gennaio 2018

Recensione: Il gioco della seduzione di Susan Elizabeth Philips

Ciao a tutti amici lettori.
Oggi voglio parlarvi di un libro di un'autrice che vedo ovunque. Vi è mai capitato che tutti parlano  di un'autore/autrici ma a parte saperne il nome non avete mai cominciato un suo libro? Ecco, a me è successo questo Susan Elizabeth Phillips. C'è stato un periodo che la trovavo ovunque e ho letto solo parole belle, considerando poi che tratta un genere che è nelle mie corde mi sono segnata in lista alcuni suoi titoli che credo potessero piacermi ma ancora non mi convincevo a cominciarla. E poi è arrivato questo regalo cartaceo da mia cugina, quindi non avevo più scusanti e fimalmente SEP come ho visto si chiama in rete è entratata nelle mie letture.

Trama

Quando gli opposti non solo si attraggono, ma diventano inseparabili... Chicago non è pronta per l'affascinante e capricciosa Phoebe Somerville, ma quando il padre le consegna le redini della squadra di football della famiglia, tutti, lei compresa, dovranno ricredersi. Nessuno pensa che Phoebe riuscirà a risollevare le sorti della squadra, né tantomeno a far capitolare Dan Calebow, il fascinoso allenatore... Ma si sa che spesso la prima impressione è quella che inganna. Lavorando fianco a fianco, i due comprenderanno che gli opposti si attraggono irresistibilmente. E che forse vale la pena cogliere le sorprese che l'amore ci riserva, anche se non si è pronti a riceverle...

Ho iniziato questo libro un pò a scatola chiusa partendo con aspettative molto alte e solo dopo ho capito che questo libro fa parte di una serie ma ogni storia è autoconclusiva, quindi si può tranquillamente leggere da solo.

Qui c'è un finale degno di nota quindi su questo punto di vista, niente da ridere. Preferisco i libri in questo modo dove non sei costretto a leggere per forza il seguito e questo ne è un esempio. Nelle note dell'autrice, a fine libro ho letto che gli altri protagonisti dei suoi libri qui infatti sono solo accennati, ma ha deciso di dare una parte da protagonista a tutti e questo significa che un pò si è affezionata a tutti ed è bello.

Scritto in terza persona la storia racconta di Pheobe e Dan due persone così diverse che solo il destino poteva farle incontrare. Lei eredita dal padre una società di football, uno sport di cui non ne capisce niente e per niente intendo proprio così. Non solo non conosce i termini del gioco ma nell'insieme non sa cosa fare, è però decisa a far vedere al mondo e a se stessa che può farcela in modo che non la etichettino più come bambola senza cervello.
Per tutta la vita Pheobe è vissuta circondata da complessi, prima era grassa e insignificante, poi è diventata bellissima e irraggiungibile. Chiunque quando la guarda, pensa che sia una donna davvero bella ma che sia anche poco sveglia, la verità è oltre l'apparenza soprattutto perchè Pheobe nasconde un passato doloroso che cela dietro i sorrisi e i suoi vestiti succinti. Dietro questa facciata di femme fatale, si nasconde un grande cuore e una disperata voglia di amare.



Dan è invece l'opposto. Arrogante, impulsivo, maledettamente bravo nel suo lavoro ha dato la sua vita per il footaball e non può credere che una donna che non sa nulla di quello sport che lui ama profondamente debba essere a capo di tutto.
Appena la vede, la sua convinzione che sia una bambola senza cervello continua ad essere presente e quasi spera che Pheobe cambi idea e lasci la gestione a qualcuno che ne capisce di più. Tra di loro è un duro scontro verbale fin dai primi incontri, lei rappresenta per Dan la donna dalla quale vuole stare alla larga perchè adesso vorrebbe qualcuno di pacato e tranquillo, due qualità estranee a Pheobe. Vuole starle lontano ma non ci riesce perchè quella donna apparentemente svampita, nasconde un cervello molto dotato che unito alle sue curve mozzafiato fanno capitolare Dan. Come può negare l'attrazione che prova per lei?
E come può Pheobe non rendersi conto che quell'attrazione potrebbe aiutarla in molte cose?

Una storia molto carina che, sebbene sia molto lunga si legge davvero in fretta grazie allo stile scorrevole dell'autrice. Nemmeno io ne capisco di football e dalle note dell'autrice si evince che nemmeno lei ne vada pazza forse è per questo che entrare in sintonia con la protagonista è alquanto facile.
Mi è piaciuta molto Pheobe, il suo modo esteriore di comportarsi con gli altri e il suo modo di ribellarsi a qualcosa. Ho apprezzato il suo entusiasmo, la sua grinta e la sua determinazione oltre alla sua dolcezza e bontà. E' proprio vero il detto che l'abito non fa il monaco.
Il suo lento e graduale avvicinamento a Dan l'ho trovato giusto e reale, divertenti i loro battibecchi e bello il loro scoprirsi innamorati senza nemmeno rendersene conto. Non c'è stato un istant love e questo ha reso la loro storia ancora più bella.

All'inizio ammetto che con Dan ho avuto qualche difficoltà perchè non mi è piaciuto subito come Pheobe ma dopo, scoprendo meglio il suo carattere il perchè del suo modo di fare l'ho apprezzato di più. Si è dimostrato la persona perfetta per Pheobe, il loro modo di tenersi testa reciprocamente poi è il fulcro dell'intera storia ed è descritto benissimo infatti più volte mi ha strappato dei sorrisi divertiti.
Ho anche apprezzato tantissimo l'epilogo finale che ci mostra come tutto è bene quel che finisce bene e mi ha lasciato col sorriso sulle labbra una volta terminata la lettura.
In conclusione consiglio questo libri agli amanti del romance e anche a coloro che apprezzano il football. Adesso posso dire che capisco bene chi adora quest'autrice.

Valutazione 4/5








22 commenti:

  1. Ciao Susy! Mi piace l'idea della serie composta da romanzi autoconclusivi...credo che renda la lettura più facile. Il mondo del football è un mistero anche per me, tranquilla :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Silvia perchè tranquillamente si può leggere uno o l'altro ed è molto meglio della saga

      Elimina
  2. Cavolo Susy! Così si allunga la mia lista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh lo so Mara anche la mia è infinita ma d'altronde quando ci sono libri belli è impossibile non aggiungerli

      Elimina
  3. Io adoro questo libro, è il primo che ho letto della SEP e ne sono innamorata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il primo anche per me e ne sono rimasta piacevolmente colpita. Di certo non sarà l'ultimo

      Elimina
  4. Anche io sento sempre parlare della famosa Sep ma non l’ho mai letta.. magari inizierò con questo libro allora, lo segno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine io mi ci sono trovata in mezzo però ne sono contenta :) magari piacerà anche a te Ely

      Elimina
  5. Risposte
    1. Mi dispiace Luisa :( ma capisco quindi se non ti ispira passa pure a un'altra lettura

      Elimina
  6. Io invece non ho mai letto niente di questa autrice, nonostante ne ho sentito parlare parecchio ☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà che tu non faccia come me Gresi e ti trovi per caso catapultata nel suo mondo. Per me è stato un viaggio molto positivo :)

      Elimina
  7. Mi stuzzica questa autrice! E dalle tue parole posso dedurre che non sarebbe affatto una cattiva lettura ;) Grazie per il tuo parere, come sempre ^_^ <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima!
      Si devi provarla come ho fatto io e magari ti sorprende in positivo chi lo sa.
      Grazie a te per essere passata!

      Elimina
  8. Ciao Susy!!
    Io ho letto un libro di questa autrice (La prima stella della notte), e mi era piaciuto tantissimo!!
    Quindi dopo la tua recensione mi segno anche questo senza alcun dubbio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jasmine!
      Devo di certo recuperare altri libri di questa scrittrice e infatti mi sembra che il tuo me lo segnai già, devo controllare perchè ne ho segnati parecchi :P

      Elimina
  9. oh Susy che bello ti sei SEP convertita! Questo libro io l'ho amato alla follia, tantissimo, è uno dei miei preferiti suoi! Ora devi recuperarli tutti così possiamo parlarne e parlarne e parlarne

    RispondiElimina
    Risposte
    1. S Chiara alla fine l'ho letta anch'io e posso dire che era arrivato proprio il momento ah ah
      Di certo non sarà l'ultimo e non vedo l'ora di parlarne con te

      Elimina
  10. Ciao Susy! So che significa sentire parlare spesso e bene di un autore, ma non aver ancora letto nulla di suo. A me succede con la Premoli! Però, prima o poi, metterò mani su un suo libro, mi incuriosisce troppo. Anche questa trama è molto carina (l'autrice non la conosco), il titolo me lo segno sicuramente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria,
      bhe la Premoli non posso che consigliartela a me piace tantissimo. Quest'autrice mi incuriosiva tanto e alla fine ho fatto bene a leggerla, chissà che non succeda lo stesso anche a te

      Elimina
  11. Io personalmente ho amato tutta questa serie!
    E questo libro è tra i miei preferiti ^_^

    Ciao,
    Annalisa
    Lettrice di libri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annalisa,
      si penso proprio che questo libro sia solo il primo che leggerò di quest'autrice :)

      Elimina