martedì 6 gennaio 2015

Rubrica Miti e Leggende #7: La Befana



Oggi è il giorno dell'Epifania, una festa amata da tutti i bambini.
Ogni bambino immagina questa vecchietta volare con la sua scopa magica e riempire le calze di tanti dolci, caramelle, cioccolattini e anche il carbone per i bimbi più monelli.
Ma parliamo un pò delle origini di questa figura così importante.






La Befana è una figura folkoristica non conosciuta da tutte le parti del mondo.
Ci sono molte credenze sulle sue origini e tutti sono diverse, l'unica cosa che li accomuna è che si tratti di una donna molto anziana che viaggiava su una scopa vecchia quanto lei e che andava a riempire di sorrisi i bambini di tutto il mondo.
Contrariamente a Babbo Natale dove si può identificare un posto in cui vive, della Befana non conosciamo abitazione.
Alcuni detti dicono che conosce benissimo Babbo Natale, adducendone anche amicizia, altri dicono che sono addirittura sposati o imparentati da un legame di fratello e sorelle e altri ancora che non si conoscono.
Mentre Babbo Natale è simbolo di doni, la Befana è simbolo di prelibatezze dolciarie.
In alcune culture l'Epifania non è nemmeno conosciuta perchè si dice che i dolci non li porti lei bensì i Re Magi.
Molte filastrocche e molti canti sono stati dedicati a questa vecchietta buona dal naso lungo, dalle guance piene di rughe e dallo sguardo simpatico.
A me piace pensare a lei così, come una vecchia dolce e buona che nel corso dell'anno osserva i bambini, dai più buoni a quelli meno buoni decidendo il 6 gennaio cosa donare riempiendo le calze di dolciumi.
Con lei non si corre il rischio di restare senza cibi dolci perchè anche il carbone che lei regala è un dolce, solo che simboleggia che il bambino non è stato buono durante l'anno il che è anche giusto.

Buona Befana a tutti!!!






    2 commenti:

    1. Che bello questo post dedicato alla befana!
      In effetti le suo origini sono molto "nebulose". Non c'è una storia che la definisca come Babbo Natale, ma ha comunque il suo fascino!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. infatti proprio per questo mi ha sempre affascinata

        Elimina