giovedì 24 marzo 2016

Recensione: Per sempre con me di Jennifer L. Armentrout

Una scrittrice, la Armentrout, che apprezzo tantissimo. Sia che si faccia chiamare J. Lynn sia Jennifer L. Armentrout è comunque bravissima. Tutte le sue storie mi hanno fatta appassionare e questa saga non è da meno.
Se proprio devo scegliere direi che preferisco senza dubbio il primo con la bellissima storia di Cam e Avery ma anche gli altri sono stati per diversi motivi belli.






Trama:
In cuor suo, Stephanie sa di essere un’inguaribile romantica, una di quelle ragazze che crede nel colpo di fulmine e nel potere del vero amore. Tuttavia ha imparato a sue spese che è più saggio non farsi illusioni: troppe volte ha rinunciato a tutto per poi ritrovarsi da sola a rimettere insieme i pezzi del suo orgoglio. Perciò adesso preferisce concentrarsi sul lavoro e proteggere i sentimenti dietro una corazza di sfrontata sicurezza. Mai si sarebbe immaginata che un giorno si sarebbe lasciata sedurre da Nick, il barista più affascinante del Mona's pub. Bello, arrogante e sempre pieno di donne, Nick è il classico tipo da una notte e via. Eppure Steph lo travolge, col suo sorriso disarmante, con la sua forza e con l'ostinazione con cui nasconde le proprie insicurezze. A poco a poco, Nick si rende conto di non poter più vivere senza di lei. Ma, per convincere la donna più diffidente del mondo a dargli una possibilità, Nick dovrà essere pronto a togliere la maschera da playboy e a mettere a nudo la propria anima. Anche se ciò significa rivelare un segreto che rischia di distruggerlo…

Qui rivediamo appunto i miei preferiti Cam e Avery con un finale bellissimo per la storia stupenda storia d'amore.
Mi fa sempre piacere vedere in una saga protagonisti passati e in questo caso la felicità è doppia visto che Cam e Avery mi piacciono tanto.


Ma andiamo a parlare della storia. Qui abbiamo due vecchie conoscenze per chi conosce la saga. Nick che si era già fatto vedere soprattutto nel penultimo libro grazie al suo lavoro di barista al Mona's e Stephanie che conosciamo fin dal primo libro.
Stephanie non è proprio la protagonista di cui avrei voluto leggere perchè ho sempre provato una forte antipatia per lei, il suo modo di passare da un ragazzo all'altro Cam e Jase compresi l'ha dipinta come una ragazza facile e poco simpatica.
Le premesse quindi prima di iniziare a leggere questo libro sono state basse, però alla fine la Armentrout è sempre lei e sapevo di potermi aspettare una bella storia così come è stata.

La storia è narrata da lei dal punto di vista di Stephanie e la vediamo subito con un'ottica diversa, per quanto sia una ragazza senza peli sulla lingua e sfacciata è comunque una brava ragazza. Mi è piaciuto fin da subito il suo modo di rendere pan per focaccia a Nick che essendo uomo pensava di avere il diritto di fare certe cose mentre lei, che è una donna no. Questa parità dei sessi l'ho molto apprezzata e in quel momento Stephanie mi è piaciuta tanto.

Ho rivalutato molto Stephanie e ho conosciuto meglio Nick, un ragazzo con un cuore d'oro e con la testa sulle spalle. Una di quelle poche persone capaci di prendersi le sue responsabilità senza battere ciglio.
Due bei personaggi davvero.

La storia tra Nick e Stephanie comincia nel migliore dei modi, si piacciono subito e non ci girano tanto intorno all'attrazione reciproca che li consuma poi però le cose si complicano e sembra che tutto corri a una velocità impressionante fino a tornare all'ottica iniziale: sono perfetti insieme.
Hanno molto in comune e vederli insieme fa sorridere.

Una storia semplice che forse non ha i colpi di scena degli altri della serie, però è stata una lettura piacevole e scorrevole come sempre.
Per due personaggi così poco inclini alle relazioni stabili sono diventati abbastanza sdolcinati da far capire apertamente quanto l'amore può cambiare.

In tutte le sue storie l'autrice mette un lato un pò triste della storia dei protagonisti e anche qui non manca, un lato che però non mette in ombra ma fa risaltare le caratteristiche di entrambi e che ce li porta a comprendere meglio.
Uno stile quello della scrittrice che apprezzo sempre tanto.

Questa è sicuramente una saga che consiglio a chi ama il genere.
Nell'ordine i libri sono i seguenti e cliccare sui titoli per accedere alle rispettive recensioni

Ti aspettavo (la storia di Cam e Avery dal punto di vista di Avery)
Ti fidi di me (la storia di Cam e Avery dal punto di vista di Cam)
Stai qui con me (la storia di Teresa e Jase)
Rimani con me (la storia di Calla e Jax)
Torna con me (la storia di Reece e Roxy)


Valutazione 4/5









8 commenti:

  1. Rimango molto indecisa su questa lettura. Mi piace la Armentrout: Obsidian mi ha addirittura iniziata al mondo dei book blog! Però ultimamente l'autrice mi sta deludendo molto, già con lieve come un respiro stavo per perdere gli occhi a furia di alzarli al cielo, e rimani con me non ne parliamo: non sono nemmeno riuscita a finirlo. Quindi, nonostante i tuoi elogi, rimango interdetta. Al massimo ci butterò un occhio :)
    Una cosa che ho notato in questa serie è che TUTTI i personaggi, quando non sono i protagonisti, sembrano dei ritardati. Diventano piatti e stereotipati non appena la Armentrout si focalizza su qualcun altro. Magari l'ho notato solo io, non saprei ._.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao.
      Sull'altra saga devo dire che ho letto solo il primo libro e non posso giudicare, su questa che ho letto tutta ti dico che non ho apprezzato tutti allo stesso modo ma mi è piaciuta in modo diversa ogni storia.
      Riguardo agli altri personaggi non sono daccordo, semplicemente non li fa avere molto rilievo perchè l'attenzione è concentrata sul protagonista di turno e anzi trovo molto bello che sia comunque visibile e non sia sparito del nulla.
      Detto questo penso che la lettura alla fine è una cosa soggettiva, quello che colpisce molto me poi non è detto che debba colpire tutto e quindi posso comprendere che a te sia piaciuto poco, niente di male in questo :)

      Elimina
  2. Bello, ma non indimenticabile! Io adoro questa autrice, però ho preferito i primi 2 libri! Speriamo si risollevi con il prossimo capitolo, che chissà quando leggeremo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è il mio preferito della serie, anche per me i primi due sono i migliori ma è stata una piacevole lettura.
      Chissà per il seguito...

      Elimina
  3. Questa è una serie a cui potrei davvero affezionarmi e che grazie a te ho potuto conoscere qui. La tua recensione ha stuzzicato la mia curiosità, devo informarmi meglio su quest'autrice.
    Ti ringrazio per il bellissimo commento che hai lasciato sulla mia recensione di Ragione e sentimento, il fatto che una sostenitrice di zia Jane abbia apprezzato il mio pensiero mi lusinga.
    Non so se ti ho già invitata da me per il giochino che si sta svolgendo sul mio blog, lo faccio in ogni caso, ho messo in palio dei cartacei e mi farebbe piacere averti a bordo. Buone letture.
    http://ilcuoreinunlibro.blogspot.it/2016/03/vecchio-amico-3-libri-senza-tempo_4.html#comment-form

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Tutte le fan di Jane sono mie amiche :-)
      Questa serie a me è piaciuta molto, se la leggi fammi sapere.
      Passo volentieri da te

      Elimina
  4. Ciao, Susy! Come sai la pensiamo uguale, ho apprezzato molto questo libro e Steph come protagonista, in più è sempre bello leggere di Cam e Avery <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sono completamente daccordo :)

      Elimina